Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 5,99

Risparmia EUR 2,01 (25%)

include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Il prigioniero (Universale economica) di [Braghetti, Anna Laura, Paola Tavella]
Annuncio applicazione Kindle

Il prigioniero (Universale economica) Formato Kindle

3.6 su 5 stelle 10 recensioni clienti

Visualizza tutti i 3 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 5,99

Lunghezza: 203 pagine

Descrizione prodotto

Sinossi

Il libro di Anna Laura Braghetti e Paola Tavella è undocumento unico che ricostruisce come mai è stato fatto la vita dell’ostaggioe dei sequestratori durante i 55 giorni del sequestro Moro, raccontando laquotidianità, i gesti, i rapporti umani, le conversazioni, gli scontri, lepaure e le speranze delle persone che abitarono l’appartamento-prigione. Lavoce narrante è quella della Braghetti che comperò, arredò e preparò la casadi via Montalcini e che racconta, dall’interno e nei dettagli, una dellevicende più drammatiche e determinanti della storia d’Italia. Nel farlo,parla anche della sua vita, dell’incontro con la lotta armata, della suadoppia esistenza di impiegata e di militante clandestina, dell’omicidio diVittorio Bachelet di cui è responsabile, fino all’arresto, nel 1980, allecarceri speciali, al cambiamento interiore. Ne esce il ritratto sofferto, a suomodo esemplare, di una vita travolta dalla fede rivoluzionaria e, insieme, di un’interagenerazione politica."La mia scelta di entrare in una organizzazione armata è stata il fruttodi un lungo, lento corteggiamento, un avvicinamento graduale, passo per passo.Come un meccanismo che, prima di mettersi in moto, faccia scattare tanti clicimpercettibili, uno dopo l’altro, fino al momento finale quando ogni passaggioè compiuto e la macchina è avviata in tutta la sua potenza. Forse il periodoin cui sono stata una spettatrice in platea mi è servito a decidere se farmi ono definitivamente da parte. Era un tempo d’attesa, cercavo un modo percambiare il mondo e tentavo di capire se le Brigate Rosse fossero o meno unostrumento per far diventare realtà il sogno rivoluzionario."

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 595 KB
  • Lunghezza stampa: 203
  • Editore: Feltrinelli Editore (18 ottobre 2010)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B006E0IFSY
  • Word Wise: Non abilitato
  • Miglioramenti tipografici: Non abilitato
  • Media recensioni: 3.6 su 5 stelle 10 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #63.678 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle
Ho letto - e acquistato - innumerevoli libri sul caso, molti dei quali dai contenuti importanti. Ma questo è un temino da elementari, un collage di pensierini di una bambina che gioca alla guerra senza sapere cosa fa, superficialissimo, sbrigativo ed in più disorganico. Mai un serio concetto politico, solo qualche banalissimo slogan ripetuto automaticamente. Probabilmente è ad un livello "culturale" adeguato al personaggio, ma allora si eviti di pubblicare banalità sfruttando solo il nome. C' è molto, molto di meglio in giro per chi vuole sapere e capire le brigate rosse. Questo è una vergogna, è una scatola vuota.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Darei un tre stelle e mezzo ma vista comunque la buona scrittura del libro ed alcuni aneddoti che comunque sembrano veri, ne metto quattro. L'aspetto psicologico del momento vissuto è ben tratteggiato, vi sono episodi descritti molto interessanti e il ritratto dei tre compagni nella prigione del popolo (Gallinari, Maccari e Moretti) mette in luce tutte le contraddizioni del momento. Certamente non tutta la verità è stata detta dall'autrice, anche perchè ad esempio, negli ultimi appunti di Gallinari appena usciti in libreria (05/2013), che parlano di momenti e sensazioni di quei 55 giorni nella prigione del popolo, viene riferito di una visita nell'ultima notte di un sacerdote che ha confessato e portato conforto spirituale a Moro. Tutto questo la Braghetti non lo dice e chissà quante altre cose non riferisce. In ogni caso un ritratto personale e di un momento storico che vale la pena leggere.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Rispetto a quanto divulgato all'epoca dalla stampa. Il libro costituisce per lo più una autobiografia dell'autrice riservando minime parti alla dinamica del sequestro, alla prigionia e all'uccisione dell'ostaggio.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Se si è curiosi, interessati, appassionati della vicenda sul sequestro Moro o sul terrorismo in Italia non si può negare il "fascino" di un punto di vista soggettivo da parte di chi ha vissuto in prima persona quei fatti. Come tutti i libri che trattano temi così delicati è sempre presente il dubbio se sia stato detto tutto e correttamente, ma è una variabile che bisogna accettare. Sicuramente è molto suggestiva la storia personale di Anna Laura Braghetti che accettando via via le varie "anomalie" della vita che la circondavano ha finito per intraprendere una strada a senso unico verso il carcere.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Si scrive degli attori, ma non del protagonista. Cosa scrive Moro? Cosa hanno capito le BR dei suoi ragionamenti? In che senso è lontano da quello che le BR cercavano di sapere? La percezione finale è quello di un'autobiografia dell'autrice. La persona/lità del prigioniero stenta a emergere facendo scadere la personalità, la cultura, il senso dell'azione terroristica a una questione quasi personale con il "potere". I lavoratori seri che nelle fabbriche danno vita salute famiglia, ne appaiono esclusi anche ideologicamente.

Vincenzo Sepe
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
click to open popover