Scopri Books Cloud Drive Photos Scopri CE Scopri Scopri Fire Shop Kindle Shop now Scopri Scopri Sport

Recensioni clienti

3,6 su 5 stelle
179
3,6 su 5 stelle
Formato: Copertina rigida|Cambia
Prezzo:15,30 €+ Spedizione gratuita con Amazon Prime
La tua valutazione(Cancella)Vota questo articolo


Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

il 30 novembre 2016
Il sequel di Io prima di Te. Onestamente, sono rimasto poco colpito in quanto la storia è troppo poco elaborata ed è scontatissima. Io, nei panni dell'autore, avrei concluso la storia con il primo capitolo lasciando un po di suspance ed evitando di rovinare il tutto (almeno questa è l'impressione che mi ha dato questo titolo)
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
Louisa aveva dovuto accettare la volontà di Will di mettere fine alla propria vita, restando al suo capezzale fino alla fine. Una decisione che ha sconvolto non solo lei, ma le lettrici di tutto il mondo (fiumi di lacrime scorrono al solo ricordo). L'ultima lettera che Will le aveva indirizzato la stava leggendo a Parigi, dove venne anche messa al corrente di quanto ereditato dopo la morte del suo datore di lavoro, la stessa persona della quale si era innamorata e alla quale aveva donato il proprio cuore.
E da quel momento in poi ha viaggiato. Parecchio. Per un periodo di tempo ha vissuto a Parigi, lavorando in un bar per acquisire conoscenza e padronanza della lingua, quella città tanto amata da Will, che rievocava nei suoi ricordi precedenti all'incidente con una sorta di nostalgia. Eppure c'era qualcosa che le continuava ad andare stretto, così ha fatto la valigia e ha cominciato a cercare il proprio posto nel mondo, per tornare ancora una volta a Parigi, e poi in via definitiva a Londra. La ritroveremo infatti nuovamente come barista all'aeroporto di Londra, intenta a servire caffè e snack ai passeggeri in partenza, ascoltando i rumori degli aerei in fase di decollo e in fase di rullaggio; una Lou scontenta della propria vita e intrappolata in un appartamento che non riesce ancora a sentire suo.
Il pensiero di Will sembra non volerla abbandonare mai; ripensa a quello che è successo, a cosa avrebbe potuto fare per fermarlo, alla sua testardaggine e alla sua decisione egoistica che ha lasciato in tutti un grande vuoto. Sale così sul cornicione del suo terrazzo per urlare tutta la sua rabbia, contro il mondo, contro Will, ma la voce di una ragazza la coglie di sorpresa e... scivola.
I soccorsi non tardano ad arrivare; cerca rassicurazioni nella persona seduta accanto a lei, ritrovandosi a stringergli la mano. Dopo un intervento impegnativo e qualche giorno passato in stato di semincoscienza, Lou riapre gli occhi ritrovandosi davanti i visi preoccupati dei genitori; viene messa al corrente di quanto accaduto e delle sue condizioni, così la madre decide che dovrà tornare per un periodo di tempo a casa affinché possa ricevere assistenza. E fa male tornare in quella cittadina che sa di ricordi, di mesi che vorrebbe solo dimenticare, di un castello che si staglia in lontananza e che le ricorda tanto il suo Will.
Un ritorno a casa, passato a evitare tutti, soprattutto le occhiate della gente e i pettegolezzi senza un fondo di verità; e una volta convinti i genitori di stare bene e di dover tornare al lavoro, ha la possibilità di tornare a casa sua, ma a un'unica condizione: che inizi a frequentare un gruppo di sostegno per l'elaborazione del lutto. Come se fosse semplice mettere a nudo la propria anima e i propri sentimenti e parlare a persone estranee; cosa ne potevano sapere loro? Sarebbero stati gli ennesimi giudici che le avrebbero puntato un dito contro ritenendola colpevole di non averci provato abbastanza? Ma si sa che i guai non arrivano mai da soli, e inaspettatamente qualcuno entrerà prepotentemente nella vita della dolce Lou sconvolgendole l'intera esistenza...
La Moyes ancora una volta è riuscita a tirare fuori una storia in grado di emozionare. Molti storceranno il naso per questo sequel inaspettato, e ammetto di essere anch'io ancora perplessa perché alla fine di questo libro non sapevo realmente come mi sentissi. Non posso negare che il primo romanzo è stato in grado di regalarmi emozioni uniche e tanti pianti, e come molti lettori anche io mi ero posta la domanda “Cosa farà ora Lou se non dovrà più occuparsi di Will? Cosa ne sarà di lei?”, e non mi sarei mai aspettata che l'autrice avrebbe accontentato le sue fan decidendo di scrivere un nuovo romanzo che parlasse di quella che è stata la sua vita “dopo”.
In molti si sono lamentati che non potrebbe esistere Louisa senza Will, ma guardiamo in faccia la realtà: a quanti di noi è capitato di perdere una persona cara? Sono dell'idea che questo libro rappresenti un grande insegnamento, perché invita a guardare avanti con speranza senza tralasciare il passato. Ho apprezzato molto il cambiamento e la crescita di Lou in questo romanzo; inizialmente ho fatto fatica perché avevo un ricordo di lei molto più allegro, energico, positivo, e mi sono dovuta scontrare con una Louisa negativa, triste, che si accontenta di quello che ha senza provare a migliorare la sua vita, cercando la forza per lasciare andare Will e poter andare avanti per la propria strada. Ed è esattamente quello che fa; scorrendo nella lettura si riescono a vedere gli scorci della ragazza che era, e ammetto di aver riso e sorriso e di essermi emozionata tantissimo.
So che l'opinione dei lettori è spaccata in due, ma se anche voi vi state chiedendo che fine abbia fatto e cosa sia successo dopo, beh, non resta che prendere coraggio e iniziare questa lettura perché la Moyes non delude e non si smentisce mai!
0Commento| 52 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 16 novembre 2016
Sono contenta d'aver letto anche questo secondo libro, ero curiosa anch'io che cosa avrebbe fatto l`interprete! Quanti avvenimenti, quanti colpi di scena! Bello incominci a leggere e non lo molli!
Complimenti!!!
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 6 gennaio 2017
Pensavo meglio ma comunque una lettura carina ... assolutamente niente a che vedere con io prima di te. È stato solo un tentativo di guadagnare qualcosa in più ma mal riuscito... se lo volete leggere per curiosità prendetelo prima in biblioteca.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 3 ottobre 2016
Penso di aver fatto parte e di farne tutto'ora di quella ristretta cerchia di lettrici ad aver pensato che si "Io prima di te" fosse un libro carino, scritto in un modo che ti portava a voler andare avanti con la lettura per vedere come finiva (anche se quando mi sono decisa di leggerlo ormai il finale era stato spoilerato da mesi) ma non vi ho mai trovato quel lato che sembrava aver appassionato tante persone nel mondo.
Era un romanzo in cui l'univa novità rispetto a tanti altri era la storia tra una persona "normale" e una con un grave deficit motorio ma se si pensa al genere che io chiamo "annegare in una valle di lacrime" non era una cosa così nuova ed eccezionale, basti pensare ai tanti libri di Nicholas Sparks.
Per questo sono stata molto restia nell'iniziare il seguito, cosa poteva mai esserci di nuovo qua rispetto al suo predecessore? E invece mi devo ricredere! Dopo di te mi ha stupito in meglio! Il sapere che fine avesse fatto la protagonista, il suo modo di affrontare la perdita l'ho trovato molto più stimolante della storia con Will del primo libro.
Qua veramente posso affermare di essermi emozionata con lei e si di aver versato un bel po' di lacrime.; per non parlare di Sam... mi ha rubato un "pezzo del mio cuore da lettrice sognatrice".
Mi sento di consigliare a tutti quelli che hanno letto "Io prima di te" questo seguito; in qualche modo è un piccolo inno alla felicità, all'amicizia, alla famiglia e perché no, anche al piacere e all'importanza delle piccole cose.
0Commento| 19 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 27 novembre 2016
Il secondo capito della storia mi è piaciuto più del primo. La protagonista nonostante sia ancora legata al passato, durante la storia cresce e inizia a capire cosa vuole realmente, cosa sia meglio per lei. Lo consiglio solo a chi ha letto il primo libro e vuole sapere cosa combina la protagonista!!!
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 14 settembre 2016
Jojo Mores mi lascia sempre l amaro in bocca. Io prima di te ti conquista. Will è magnetico, ma in questo romanzo se ne sente troppo la mancanza. I colpi di scena fanno fatica a conquistare. Personalmente l ho letto sperando di ritrovare le stesse emozioni del primo. Lo consiglio comunque anche se non mi ha particolarmente entusiasmato
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 19 novembre 2016
Dopo " Io Prima di te" nulla..... doveva finire con il primo libro lasciando libera interpretazione al lettore sul come la protagonista avrebbe vissuto o nn vissuto la sua vita....E' molto lento e un po' tirato...nn ha niente a che fare con il primo...e' un'altra storia....senza will finisce tutto!!!!
Leggero' sicuramente altri libri della moyes.....
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 7 gennaio 2017
Ok, a me non è piaciuto. L'ho trovato banalotto, scritto tanto per calcare l'onda del successo del precedente "Io prima di te", che invece è un capolavoro.
Tuttavia ad Amazon non ho nulla da obiettare, spedizione veloce e in ottime condizioni.
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 8 ottobre 2016
Credo che questo sia un romanzo di passaggio dal primo sensazionale ed un terzo che ormai è carico di troppe aspettative. Trama lenta e un po' ripetitiva. Che cosa succederà veramente nella vita della protagonista? Non siamo in grado di dirlo.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso


Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui