Scopri Books Cloud Drive Photos Scopri CE Scopri Scopri Fire Shop Kindle Shop now DVD e Blu-ray Sport

Recensioni clienti

4,6 su 5 stelle
747
4,6 su 5 stelle
Formato: Copertina flessibile|Cambia
Prezzo:11,05 €+ Spedizione gratuita con Amazon Prime
La tua valutazione(Cancella)Vota questo articolo


Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

il 22 gennaio 2013
Con "Io prima di te" è stato amore a prima vista, un vero e proprio colpo di fulmine.

Ero entrata in libreria con l'intento di prendere ben altro, questo prima che il mio sguardo si posasse sul romanzo di un'autrice londinese a me sconosciuta, una certa Jojo Moyes.
Spinta dalla curiosità e dalla cover assolutamente ADORABILE, l'ho preso tra le mani, ho iniziato a leggerne la trama e mi sono detta: " Ma sì, prendiamolo, sperando che non si tratti della solita storia d'amore sdolcinata e melensa".

Non credo di trovare le parole giuste per descrivere ciò che mi ha lasciato questo libro, le sensazioni che ho provato leggendo dell'incredibile storia di due personaggi indimenticabili: da un lato Lou, ventiseienne ragazza di provincia dall'aria semplice e stravagante, dall'altro Will, trentacinquenne della city (Londra) e giovane rampollo di una famiglia benestante. Apparentemente non hanno nulla in comune, non potrebbero essere più diversi, eppure un tragico scherzo del Destino li metterà l'uno di fronte all'altra, costringendoli a rivedere radicalmente le proprie vite.

Un vortice di sentimenti mi ha accompagnata durante la lettura, sono passata dal riso al pianto con una facilità incredibile, come se la storia mi riguardasse da vicino.
Quanto ho ammirato la determinazione di Lou, la sua forza e quella fede incrollabile, che mostrerà di avere sino alla fine. E poi c'è Will, un uomo che ha vissuto pienamente e totalmente la sua vita, fino a quel tremendo incidente che gli ha tappato le ali.

Accidenti, quanto ho pianto per questo libro. Man mano che sfogliavo le pagine, si insediava dentro di me il terrore di quello che avrei potuto leggere una volta arrivata alla fine... Sarò sincera, non sono riuscita a leggere subito le ultime quattro pagine, perchè avevo il viso talmente rigato dalle lacrime e un groppo in gola da non riuscire neppure a respirare e continuare.

"Guardai fuori dalla finestra l'azzurro terso del cielo svizzero e gli raccontai la storia di due persone. Due persone che non avrebbero dovuto incontrarsi e che non si erano piaciute molto quando si erano conosciute, ma che presto scoprirono di essere le sole due anime al mondo in grado di capirsi. E gli raccontai delle avventure che avevano vissuto, dei luoghi che avevano visitato, delle cose che avevano visto e che non mi sarei mai immaginata".

Questo è un romanzo da dieci stelline, qualcosa che non dimenticherò mai.
0Commento| 121 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 3 novembre 2016
Quando ho deciso di leggere questo libro, l’ho fatto un po' per curiosità, visto il grande successo editoriale e cinematografico, sia perché attirata dalla bellissima copertina. Sì, perché un libro prima di essere “contenuti e storia” è una cover, che è un biglietto di presentazione, il classico colpo d’occhio.
A me è piaciuta la giovane ragazza dall’aspetto fresco che indossa un abito rosso che sembra essere seduta su un ragazzo di bell’aspetto.
La lettura inizialmente mi è sembrata un po' monotona e ripetitiva.
La protagonista Louisa Clark è una ragazza come tante, ha una discreta istruzione e vive la condizione tutt’altro piacevole di essere rimasta disoccupata suo malgrado. Il suo lavoro era quello della cameriera ai tavoli, ma il locale per il quale prestava servizio chiude. La ragazza cerca di trovare altro e valuta diverse e poco allettanti proposte di lavoro. Il suo stipendio in famiglia è importante almeno quanto quello di suo padre. Infatti con loro vive la sorella di Louisa, Treena, che è una ragazza madre, e il nonno disabile.
Anche in famiglia, la vita di Lou non è esaltante. Sua sorella sembra godere di una situazione di vantaggio e superiorità, sembra avere maggiore approvazione da parte dei genitori e il diritto ad essere sempre compresa. In casa, quella che era la stanza di Lou era diventata la stanza di Treena e di suo figlio e lei era stata costretta ad accettare di dormire in una sorta di ex sgabuzzino piccolo e poco arieggiato.
Sul piano personale, Lou è legata da diversi anni a Patrick, ma la storia d’amore si trascina avanti stancamente.
In questa situazione di insoddisfazione, tuttavia, un giorno trova un annuncio in cui si cerca un’assistente per disabile per un periodo limitato a sei mesi.
Per Lou è la migliore proposta di lavoro che lei abbia trovato e non pensando se fosse in grado o meno di svolgere quella mansione va a fare il colloquio.
Da questo momento la storia entra nel vivo.
Lou conoscerà in questo modo Will Traynor, ex brillante uomo d’affari della City, costretto a vivere su una sedia rotelle in stato di quasi totale immobilità.
Will è un tetraplegico e in quelle condizioni lo ha ridotto un incidente: è stato infatti investito da una moto che procedeva a folle velocità. Will non è autosufficiente, ha bisogno di essere aiutato in tutto e per tutto.
Lou dovrà essere per lui una sorta di dama di compagnia e collaborare con un infermiere personale di Will, Nathan, che il ragazzo considera un amico.
I rapporti tra Will e Lou non sono inizialmente dei più rosei. La ragazza non si è mai confrontata con una condizione di vita così drammatica e Will è introverso e scorbutico. Tuttavia Lou giorno dopo giorno imparerà a conoscerlo e a decifrare le sue esigenze e le sue emozioni anche da un solo sguardo. Will si troverà ad apprezzare quella ragazza dall’aspetto un po' trascurato e dall’abbigliamento bizzarro e pian piano si aprirà a lei. La malattia gli aveva tolto tutto, anche l’amore, ma non la sua cultura, i suoi ricordi e il suo dialogo brillante. Will e Lou diventeranno amici e condivideranno tanti momenti, dai più leggeri ai più dolorosi.
Lou cambierà grazie a lui e ai suoi consigli. Inizierà a prendere consapevolezza di sé, delle sue potenzialità e delle sue capacità e avvertirà sempre meno il senso di inferiorità rispetto alla sorella.
Anche Will sembra cambiare apparendo più aperto e più sorridente del solito ed è chiaro a tutti che l’amicizia con la giovane Lou gli giova.
Tuttavia Will nasconde un terribile segreto e quando Louisa lo scoprirà ne rimarrà sconvolta.
A questo punto il romanzo assume toni struggenti, perché da questo momento in poi il solo sentimento che esce fuori è amore. Amore in tutte le sue sfaccettature. Louisa farà di Will la sua missione di vita, la ragione delle sue giornate, si dedicherà a lui completamente, la sua stessa vita passerà in secondo piano. E inizierà a vedere quel ragazzo di bell’aspetto, prigioniero del suo stesso corpo, costretto a vivere su una sedia a rotelle, come una donna può guardare un uomo, come una donna può guardare l’uomo che ama.
Un amore profondo, vero, palpitante, percepibile attraverso le righe, un amore ricambiato con la stessa intensità che diventa ad un certo punto un doloroso e struggente sentimento.
L’epilogo, intuibile già a metà della narrazione, tuttavia contiene un elemento che non poteva essere previsto durante la lettura e che rende l’amore un sentimento capace di superare tutto, anche il tempo e la morte.
La narrazione sembra superare le barriere della scrittura, andare oltre e commuove.
Ho capito la bellezza di questa storia che apre a numerosi argomenti di discussione caldi e attuali, come potrebbe essere quello dell’interruzione volontaria della vita in caso di malattie fortemente invalidanti. Non entro nel merito, ma credo che “Io prima di te” possa spaccare le coscienze, far parlare di sé a lungo. E’ un libro che si ama o si odia, ma se si ama è una di quelle storie che resterà impressa per sempre.
0Commento| 4 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 1 marzo 2015
Divoro mediamente un libro in 5 giorni, sui mezzi pubblici per andare al lavoro.
Vi dico solo che giunta verso la fine ho deliberatamente e con molta fatica chiuso il libro e me lo sono tenuta da leggere a casa, nel silenzio che si meritava quella storia.

Ho pianto...e per due giorni non ho voluto ricominciare a leggere altro, quasi infastidita che i personaggi non fossero più loro, quasi in lutto per la storia che avevo letto.

Questo per farvi capire quanto l'autrice abbia scavato nel mio cuore con la sua penna.
Mai mi era capitato in anni di letture.

L'ho fatto leggere al mondo, l'ho regalato, l'ho prestato... Perché è un peccato perderselo!
0Commento| 42 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 18 gennaio 2013
La profondità di questo libro continua a tormentarmi.

Storia di un amore che nasce per uno scherzo del destino.

Due persone,Lou e Will, che sembrano diametralmente incompatibili, in realtà non sono altro che anime affini, anime gemelle, che si capiscono, che si comprendono, che portano uno spiraglio di speranza nella vita dell'altro.

Lei, bizzarra ragazza, ha vissuto guardandosi bene dal vivere qualsiasi emozione potesse turbarla, potesse allontanata dalla sua normale routine,sicura che non l'avrebbe mai ferita.

Lui, Will, uomo che ha vissuto una vita sempre al limite, spingendo se stesso sempre oltre, verso nuove ed eccitanti esperienze. Un giorno come un altro, a causa di quella cosa chiamata tempismo, rimane coinvolto in un brutto incidente e si ritrova inchiodato ad una sedia a rotelle. La sua vita finisce in quel momento, la sua voglia di vivere anche. Ogni giorno per lui è una lenta e irrimediabile morte.

Nonostante Luo e Will sembrino distanti anni luce, in realtà, si accettano e si innamorano. Ciò che li lega è qualcosa di primordiale, un sentimento che non ha bisogno della fisicità, ma che si alimenta delle loro anime, di quello che sono davvero, non il loro guscio.

L'amore però ci rende dannatamente egoisti; cerchiamo e speriamo di essere abbastanza per l'altro, cerchiamo nell'altro qualsiasi cosa ci possa rendere felici, certe volte dimenticandoci, ciò che l'altro realmente vuole.
E per quanto doloroso possa essere, quando ci si rende conto che la nostra infelicità ha il prezzo della pace per l'altro, decidiamo di rischiare di essere infelici per amore. Lou probabilmente fa questo per Will.

Il problema saremmo sempre noi. Se non ci accettiamo, se non decidiamo di affrontare la vita qualsiasi piega questa prenda,allora non potremmo mai svegliarci la mattina con la speranza di avere un altro giorno a disposizione. Se ci ritroviamo dentro ad un'esistenza che non vogliamo vivere, nonostante l'amore per l'altro, se non siamo noi ad amarci, ad amare quello che noi siamo grazie all'altra persona, allora non c'è speranza.

Vi consiglio di leggerlo. È un libro terribilmente profondo, che sentirete vostro da subito, non potrete non amare Lou e Will e non potrete non versaee tante lacrime. Buona lettura.
0Commento| 65 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 22 novembre 2016
Inizio col dire che se siete indecisi se comprarlo o meno, bè non pensateci nemmeno un secondo in più!.
Vale veramente la pena di leggerlo, sia per quanto riguarda la storia sia per lo stile di scrittura dell'autrice.
Assolutamente stupendo perchè racconta di per sè una storia fantastica, ma soprattutto perchè lo fa in un modo appassionante e coinvolgente.
Penso che in pochi riuscirete a leggerlo senza commuovervi.
Uno dei pochi libri che io ho letto che porterò sempre con me, ti resta veramente nel cuore.
Correte a comprarlo, non ve ne pentirete.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 24 novembre 2016
“Io prima di te” è scritto con uno stile davvero leggero e poco impegnativo, è un libro che ho letto in tre giorni. La descrizione dei personaggi è sufficiente per riuscire a vederli chiaramente, la storia incuriosisce e tiene alta l’attenzione del lettore fino al finale.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 4 novembre 2016
Questo libro non racconta una storia d’amore, ma La storia d’amore, quella tra Will Traynor e Louisa Clark.
Lei, la ragazza frizzante, allegra e con tante potenzialità da scoprire.
Lui, un uomo affascinante, che a causa di un incidente si è ridotto ad una cifra.
Una sedia che lo definisce.
E’ stato devastante accompagnare Will e Louisa in questo cammino perché durante la lettura, anche io ho avuto modo di innamorarmi di Will, di immaginarlo nella sua vita prima dell’incidente.
Prima che la sua vita non fosse più sua.
In questo libro non percepisci solo il dolore di una vita spezzata o di una ragazza che ama una persona che ha vissuto bene. Ascolti il dolore di una famiglia intera, di una mamma che, nel dolore, non riesce ad accettare che suo figlio non sia più suo figlio, che non accetti di vederlo scivolare via.
Di una famiglia distrutta.
Un padre che vorrebbe trovarsi da tutt’altra parte e una sorella che ha dovuto convivere col fatto di essere sempre in secondo piano.
Non è la quantificazione del tempo passato insieme che fa dell’amore, un amore vero.
E’ la qualità del tempo passato insieme.
Will e Louisa hanno passato solo sei mesi insieme e sono stati i mesi più belli della loro vita.
Will ha dato e donato così tanto a Lou che penso, dopo tutto questo, sia impossibile cambiare. Mettere tutto in prospettiva e vivere.
Sembra strana come cosa da dire, in fin dei conti io ora sto scrivendo questo parere, ergo sono viva ma non sempre è tutto così semplice.
Anche io ho vissuto gli ultimi due anni, vivendo una vita che non era mia, che mi ha resa infelice ma che mi faceva comodo.
Oggi, dopo aver letto Io prima di te, ho ancora più consapevolezza del fatto che vivere non è solo e semplicemente l’equivalente dei verbi mangiare, dormire e respirare messi assieme ma è tanto, tanto di più.
Penso che sia una cosa troppo difficile accettare di far morire la persona che ami, perché non è una tua scelta, non hai voce in capitolo, non puoi far altro che stargli vicino.
Adoro questo libro.
Amo questo libro.
E devo ringraziare Will, per tutto.
Mi hai ascoltata e ti ho ascoltato, capito, compreso.
Sappi che farò di tutto per rendere la mia vita migliore di quella di ieri, più ricca di quella di oggi. Farò di tutto per difendere il mio diritto di viverla pienamente.
Grazie Will Traynor❤
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
I PRIMI 500 RECENSORIil 28 maggio 2016
Eccovi tre cose da fare prima di iniziare questo libro:

- Comprare una scorta di fazzolettini con almeno tre veli;
- Rifornirsi di una bella dose di cibo spazzatura: consiglio gelati o biscotti;
- Preparare una bella tisana calda, per un dolce conforto una volta finito il libro.

Una volta spuntata tutta la lista, sarete pronti per immergervi in questa lettura veramente, veramente splendida. È un libro che ho divorato in appena due giorni: la Moyes ha uno stile di scrittura molto fluido, e si legge veramente senza problemi. Questo libro appartiene a un genere di libri che a me piace molto: ne ho letti tantissimi di libri che parlano di argomenti simili e per certi versi, quindi, avevo in testa uno scheletro della storia già da subito.

Nonostante avessi un'idea di dove volesse andare a parare, la storia mi è piaciuta tantissimo: infatti, nonostante sia presente una tematica seria e anche dolorosa, il libro ha in sé una buona dose di ironia che rende il tutto molto più godibile per il lettore. Quello che davvero non mi aspettavo è il discorso serio e attuale dell'eutanasia. All'interno del libro è un tema che si scopre piano piano, e, tramite i vari personaggi, si possono leggere le diverse reazioni che comunemente si manifestano quando si parla di queste cose. Secondo me è una cosa che valorizza tanto il libro, perché lascia al lettore modo di farsi una propria idea, senza indottrinamenti.

È un libro completo: c'è la storia d'amore, ci sono gli scontri, le lotte interiori. Mi è piaciuta la caratterizzazione di quasi tutti i personaggi, eccettuato quella del fidanzato di Lou che, a mio avviso, è stata stereotipata fino all'inverosimile. Non ho capito bene se l'autrice ha voluto provare a creare un triangolo che non è riuscito o altro, ma per la caratterizzazione di Patrick do un grande no.

Moltissime persone si sono commosse alla fine del libro - me compreso (avreste dovuto vedere i pacchetti di fazzoletti che ho consumato) - e secondo me è perché questo libro lascia un senso di vita che non tutti i libri hanno. Una volta letta l'ultima pagina ti ritrovi a pensare alla tua vita, a dove sta andando, a cosa fare, a come vivere, a come scegliere di vivere e anche a come scegliere di non vivere. "Vivi bene. Semplicemente vivi." È un messaggio potente.
review image
0Commento| 10 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 18 settembre 2016
Un libro di lettura piacevole e che ti coinvolge,l'ho letto in tre giorni.
Bellissima la trama anche molto commovente.
Due personaggi che sono nati per incontrarsi e per completarsi. Mi ha fatto pensare che molto probabilmente in questa vita le cose non ci succedono per un niente o per caso hanno sempre una finalità.
Uau mi sono innamorata di Will, quello che più aveva bisogno d'aiuto e sostegno invece è stato quello che molto probabilmente ha più dato di sostegno.
Vorrei anche dire che è stato il primo libro che ho letto di Jojo ma penso già che potrà diventare la mia scrittrice preferita.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 21 settembre 2016
Questo è il primo libro che ho letto della Moyes. Forse perchè avevo molte aspettative, mi ha un pò deluso, l'ho trovato abbastanza scontato nella trama e non lo giudico il suo capolavoro, in quanto mi è piaciuto molto di più "Luna di miele a Parigi-La ragazza che hai lasciato" che ho letto successivamente.
E' comunque un libro che si legge volentieri, grazie allo stile scorrevole e all'ottima traduzione. E sicuramente è anche commovente!
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso

I clienti hanno guardato questi articoli

15,30 €
13,94 €
8,42 €

Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui