Scopri Toys Books Prime Foto CE Scopri Scopri Fire Shop Kindle Shop now promocofanetti Sport

Recensioni clienti

4,7 su 5 stelle
110
4,7 su 5 stelle
Formato: Copertina rigida|Cambia
Prezzo:8,10 €+ Spedizione gratuita con Amazon Prime
La tua valutazione(Cancella)Vota questo articolo


Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

il 18 maggio 2012
Non c'è altro modo di leggere la Storia se non attraverso le vite degli uomini e delle donne che la portano scritta sulla pelle. Nei manuali di storia la Shoah non è mai abbastanza terribile, la ferocia non è mai abbastanza feroce, la speranza mai abbastanza forte. "Un giorno solo, tutta la vita" restituisce ferocia e speranza, brutalità e compassione con un'intensità tale da farti dire: "doveva essere proprio così".
0Commento| 14 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 10 marzo 2012
un uomo e una donna si ritrovano alle nozze dei rispettivi nipoti: erano marito e moglie prima che la guerra li portasse alla deriva e facesse credere a ognuno di loro di aver perduto l'altro per sempre.
la cosa pazzesca è che questo inizio del romanzo nasce da una storia vera (così dice l'autrice in un video: [...]); ma se anche fosse frutto di invenzione, non m'importa! sarebbe comunque un'idea geniale, perché t'incolla subito alle pagine. dalla prima all'ultima, con il cuore in gola, in un crescendo di emozione.
profondo, intenso, poetico, commovente... l'ho già regalato e consigliato, e continuerò.
0Commento| 22 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 20 novembre 2016
libro ben scritto, non ho amato cosi tanto il racconto da dare 5 stelle è sicuro una bella testimonianza storica delle vite degli uomini e delle donne che la portano che hanno vissuto l'orrore e la follia di una guerra e di un genocidio
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 25 giugno 2012
Una storia davvero intensa dove alla fine i sentimenti delle persone vincono sugli degli eventi storici tragici che sembrano all'inizio avere il sopravvento... si potrebbe dire che è l'Amore che vince su tutto, ma sarebbe troppo semplice come sintesi... in realtà a me è sembrato che il singolo sentimento, la singola vicenda personale si riappropri di ciò che una vicenda collettiva tragica aveva spezzato...
0Commento| 5 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 15 settembre 2014
Mi è piaciuto moltissimo, mi ha preso dall'inizio alla fine sia per lo stile molto scorrevole che per le vicende narrate. Non è una storia vera, ma è ispirata meravigliosamente a diverse storie vere di vittime e superstiti dell' Olocausto. Profonda e coinvolgente l'analisi psicologica dei personaggi e la descrizione dei luoghi e degli avvenimenti. Bellissimo!
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 28 marzo 2013
Struggente e meraviglioso.
La storia è originale, ma purtroppo ( per la storia dell'umanità, intendo), si stende su uno scenario terrificante e straziante, che per quanto sia stato narrato e rivisitato, non può che lasciarci un segno dentro ogni volta che ne conosciamo nuovi particolari.
Qui una storia d'amore si erge e svetta nella bruttezza del contorno. Due cuori che sempre battono, circondati da un corpo scarno, tra la sporcizia, l'ingiustizia, l'atrocità di uno dei più grandi crimini mai commessi.
Commuove e lacera il cuore.
Ruba i pensieri e lascia tristi per un po'.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 14 febbraio 2015
Se fossi un insegnante di scuola superiore includerei questo libro tra le letture obbligatorie.
E' una storia d'amore che ti lacera l'anima e rende vivi davanti agli occhi gli anni disperati del nazismo.
Ti chiedi costantemente: ma perché? Com'è potuto succedere? E poi: siamo sicuri che tutto questo sia davvero finito, oppure accade ancora oggi in altri luoghi del mondo, attraverso altre ideologie folli?
Chi nella propria vita ha provato il sentimento totalizzante dell'amore, può solo lontanamente immaginare cosa può significare doversi separare dall'amato mentre ti senti fuso con lui. Dividersi senza sapere se mai ritornerà l'unità, consapevoli che ti attende la disperazione e la morte durante la separazione.
E' qualcosa che va al di là della mia immaginazione, eppure questo libro consente, ha chi ha sufficiente sensibilità, di mettersi nei panni di chi ha vissuto realmente un tale strazio, perché questa storia si ispira alla realtà, e, mi domando, chi sa quante altre realtà ci sono state che noi non conosceremo mai.
Lettura, secondo me, consigliabile soprattutto ai giovani, perché la facciano propria e la meditino.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 3 febbraio 2016
storia memorabile...l'ho letto in pochissimo tempo perché ti coinvolge tantissimo. particolare è la descrizione della vita ebraica durante la deportazione (entra nell'anima) e il modo in cui alcuni di loro siano riusciti a sopravvivere nonostante le atrocità subite, in un mondo moderno sordo di storia. A parer mio questo mondo "vuole dimenticare!" per cui sostengo vivamente queste letture per tramandare a chi verrà l'atrocità avvenute.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 26 novembre 2016
Poco conosciuto e poco pubblicizzato, ma molto bello. Toccante, struggente. Non tanto per la storia d'amore, quanto per la ricostruzione della vita degli ebrei durante l'Olocausto. Per i deportati e per chi è riuscito a fuggire lasciando però indietro i propri cari. A volte ho provato un peso enorme sul cuore nel leggere. Tuttavia credo sia sempre meglio sapere e non scordare. Mai.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 21 ottobre 2016
Ho letto diversi libri sull'olocausto, sulla deportazione ma non conoscevo il campo di Terezìn, definita città fortezza per l'imponente costruzione, adibita a campo di concentramento, nel periodo nazista. Diventato oggi un grande museo.
All'interno di Terezìn sono stati deportati circa 144.000 ebrei, ne morirono 33.000 e ne vennero deportati ad Auschwitz 88.000.
Bellissimo romanzo, ’inizio nasce da una storia vera (come indicato dall'autrice) e dichiara che l'idea di fondo era quella di scrivere la storia di un'artista sopravvissuto alla Shoah, ma si è ritrovata a scrivere una storia d'amore sopravvissuta durante il periodo drammatico dell'olocausto. Da leggere!!
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso

I clienti hanno guardato questi articoli

5,87 €

Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui