Scopri Books Cloud Drive Photos Scopri CE Scopri Scopri Fire Shop Kindle Shop now DVD e Blu-ray Sport

Recensioni clienti

4,5 su 5 stelle
140
4,5 su 5 stelle
Formato: Copertina flessibile|Cambia
Prezzo:18,70 €+ Spedizione gratuita con Amazon Prime
La tua valutazione(Cancella)Vota questo articolo


Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

il 22 aprile 2014
Come avrei voluto leggere un libro così lucido, profondo, rigoroso e allo stesso tempo accessibile e illuminante quando ero studente di fisica. La realtà non è come ci appare di Carlo Rovelli avrebbe cambiato il mio percorso universitario, e forse qualcosa di più. Non credo che avrei superato con meno fatica gli esami, ma sono convinto che un testo del genere mi avrebbe trasmesso un desiderio mai ravvisato in nessuno dei miei professori dell’epoca. Un desiderio che riguarda il tentativo vertiginoso della fisica teorica di cogliere l’estremo, l’essenziale, il remoto.
C’è qualcosa di tremendo nel percorso intellettuale che arriva ad abolire il tempo e l’infinito, come ci propone Rovelli nella sua splendida rilettura della storia della fisica, da Galileo ai giorni nostri, passando per la relatività generale e la meccanica quantistica, fino a farci avventurare sui bordi estremi della conoscenza rappresentati dalla gravità quantistica.
Ci coglie un’ebbrezza mista a stordimento nella descrizione di una realtà così diversa da quanto ci permettano di intravedere i nostri sensi e le nostre esperienze. “Siamo piccole talpe cieche sottoterra che sanno poco o nulla del mondo, ma continuano ad imparare…”, scrive Rovelli verso la fine del libro.
È l’azzardo di pensare l’impensabile che definisce la cifra peculiare della fisica teorica. La stragrande maggioranza di noi si ritrae, nei modi più diversi, di fronte a questa prova. E non credo solamente per motivi tecnici, per difficoltà matematiche e concettuali, che certamente esistono. Penso che ci sia anche qualcosa di profondamente comprensibile nel rifugiarsi nel dolce naufragio dell’indefinito, nell’abbandonare il culmine di un pensiero spesso insostenibile per lo sgomento che suscita.
Rovelli ci avvicina viceversa al coraggio intellettuale di chi sceglie il percorso più arduo, di chi non volta le spalle al mistero del mondo cedendo al disincanto o asservendosi al sapere costituito. La sua è una rivendicazione orgogliosa di chi accetta l’ignoranza, e allo stesso tempo la sfida della conoscenza, fino in fondo, senza sconti. La via proposta però è stretta e forse l’autore, se mi posso permettere una critica, potrebbe essere meno severo con chi decide di non percorrerla.
Detto questo, La realtà non è come ci appare è un vero e proprio manifesto della ricerca pura nella sua espressione più universale. Andrebbe letto anche solo per cogliere in termini contemporanei il monito dantesco a perseguire la conoscenza per dirci pienamente umani.
0Commento| 52 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 1 marzo 2014
Libro avvincente che ho letto in appena due giorni, e' un aggiornamento sullo stato attuale della ricerca.Ho trovato interessante anche i riferimenti umanistici e l'idea di una scienza non in contrapposizione ma in armonia con gli aspetti filosofici ed umanistici.Particolarmente interessante e' stato scoprire come la descrizione dantesca dell'universo sia coerente con la tre-sfera ipotizzata da Einstein e confermata dalle piu' recenti misure cosmologiche.
0Commento| 19 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 31 luglio 2015
E' un libro che parla di fisica in modo appassionato. L'autore è chiaramente un teorico della materia, ma anche un appassionato di storia della fisica. Tutta la prima parte richiama le basi della filosofia, dalle origini al novecento, per capire da dove arrivano le teorie rivoluzionarie del secolo scorso. Quando prova a spiegare le cose in modo comprensibile... secondo me è solo parzialmente efficace. Nonostante una laurea in ingegneria, penso che dovrò attingere ad altre fonti per capire la relatività ristretta e quella generale. Mi rendo conto che taluni concetti sono difficilissimi... ma io avrei preferito meno discussioni sui filosofi dell'antichità e più precisazioni per comprendere le teorie che sono al centro del libro.
0Commento| 3 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
Il titolo del saggio è già un'avvertenza per l'uso. "La realtà non è come ci appare..." conduce il lettore lungo una avvincente escursione nel passato, presente e futuro della meccanica quantistica, frontiera della fisica aperta da un secolo, osteggiata da eminenti scienziati del Novecento (Einstein, in primo luogo), ignorata e incompresa dai più.
L'autore - Carlo Rovelli, fisico teorico, studioso della gravità quantistica, filosofo della scienza, ricercatore all'università di Aix-Marsiglia - sta vivendo un momento di grande (e meritata) notorietà nel mondo della divulgazione scientifica grazie al successo internazionale della sua raccolta del 2014 dal titolo " Sette brevi lezioni di fisica", molto tradotta all'estero.

"La realtà non è come ci appare" punta a indurre il lettore - anche quello dotato di una coriacea corazza materialistico-realista - alla resa/sottomissione nei confronti di una delle teorie scientifiche più controintuitive e urticanti partorite dal secolo scorso. Con rara maestria, Rovelli ripercorre 25 secoli di riflessione filosofico-scientifica per dimostrare come è cambiata l'immagine del mondo, grazie all'intuito di alcuni grandi visionari: Democrito, Lucreazio, Galileo, Newton, Faraday, Maxwell, Einstein, Bohr, Heisenberg, Dirac... Sostenuto da un'ottima capacità narrativa, costringe il lettore a prendere seriamente in esame alcune idee radicali, emerse dai recenti studi sulla gravità quantistica, come quella secondo cui il tempo non esiste. "A livello fondamentale il tempo non c'è. Ci sono processi elementari in cui quanti di spazio e materia interagiscono tra loro in continuazione. L'illusione dello spazio e del tempo continui intorno a noi è la visione sfocata di questo fitto pullulare di processi elementari... Il tempo non è che un effetto del nostro trascurare i microstati fisici delle cose. Il tempo è l'informazione che non abbiamo. Il tempo è la nostra ignoranza". Un tentativo ardito - per certi versi vertiginoso - di cogliere l'estremo, l'essenziale, il remoto significato della realtà che ci circonda, ovvero "la natura delle cose".

Nelle oltre duecento pagine che compongono il saggio, Carlo Rovelli comunica la meraviglia e il fascino della ricerca di un'interpretazione del mondo che non deve essere rassicurante, ma sempre più efficace per descrivere la realtà. Tenendo sempre conto - come l'autore ci ricorda nell'appassionato finale del libro - che è nella natura stessa della scienza non porre mai fine a tale ricerca, e non guardare mai a nessuna teoria come a qualcosa di definitivo e stabilito ex cathedra, una volta per tutte. Tutto ciò non significa che un giorno l'edificio della conoscenza verrà necessariamente sovvertito: significa, piuttosto, che pur continuando a rimanere valide nei loro ambiti, teorie e congetture oggi dominanti saranno inglobate in risposte più ampie, che le includeranno come "casi particolari".
0Commento| 7 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
Mi sono imbattuto in questo autore e in questo libro in particolare quasi per caso, e devo dire che è stata una delle coincidenze più fortunate che mi siano capitate.. Premetto che non sono un laureato in fisica, anche se non ne sono totalmente digiuno, ma sono appassionato di fisica e astrofisica e mi affascinano queste letture sulla struttura elementare delle cose.
Il libro parte da lontano, raccontando l'evoluzione del pensiero e dell'approccio scientifico dal VI secolo a.C. fino al giorno d'oggi. Si narra della scuola di Mileto, dove Talete, il discepolo Anassimandro, Ecateo e la loro scuola adottano un nuovo approccio al raggiungimento della conoscenza: "..scoprono un altro modo per cercare risposte. Un modo che non fa riferimento a miti spiriti e dèi, ma cerca risposte nella natura stessa delle cose". Narra Ecateo "Io scrivo cose che a me sembrano vere; perché i racconti dei Greci mi sembrano pieni di contraddizioni e ridicoli". Da quei giorni, con gli alti e i molti bassi attraversati nel corso dei millenni, la scienza ha fatto passi da gigante. Nel libro si affronta in modo conciso la Relatività Speciale e Generale di Albert Einstein e la Meccanica Quantistica, fino ad approdare alle contraddizioni di queste Teorie, che prese da sole hanno dato e danno da decenni previsioni riscontrate nella realtà, ma quando si prova a farle "parlare", in situazioni estreme come nei buchi neri o all'origine del Big Bang, non si conciliano (ancora). Nella parte finale del libro si arriva alla Teoria della Gravità Quantistica a Loop, di cui Carlo Rovelli è uno degli studiosi più attivi, che mira a dare una descrizione quantistica della gravità, unificandola così alle altre forze (Elettromagnetica, Forza Nucleare Debole e Forza Nucleare Forte). Così si narra di uno spazio quantizzato, non infinitamente divisibile, di una concezione di tempo che in realtà non esiste e che noi sperimentiamo solo per un nostro "limite", per come vediamo le cose. Fino ad approdare ai buchi neri, degli oggetti affascinanti, per quanto mi riguarda. Consiglio questo libro per ogni appassionato, anche privo di formazione scientifica, poiché non ci sono formule o descrizioni complesse (se non relegate a qualche nota a piè pagina) e si tratta solamente di un viaggio entusiasmante ai confini della nostra attuale conoscenza scientifica.

""La ricerca della conoscenza non si nutre di certezza: si nutre di una radicale mancanza di certezze. Ciò significa non dare credito a chi dice di avere la verità in tasca." - Carlo Rovelli

Come ultima nota, ho letto anche libri di Brian Greene (L'universo elegante. Superstringhe, dimensioni nascoste e la ricerca della teoria ultima,La realtà nascosta. Universi paralleli e leggi profonde del cosmo eLa trama del cosmo. Spazio, tempo, realtà), anche lui un abile divulgatore scientifico, dove si tratta della Teoria delle Stringhe, alternativa alla Gravità Quantistica a Loop, e consiglio anche tali letture, se come me siete affascinati dall'Universo e da ciò che ci circonda.
review image review image review image review image
0Commento| 6 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 1 marzo 2014
tra i molti libri di fisica letti, questo è uno dei più belli in assoluto.
racconta la storia della fisica e sin dalle sue prime origini, da Anassimandro e Democrito fino ai giorni nostri, con una chiarezza espositiva eccezionale.
Trasmette al lettore il fascino della ricerca scientifica , come pure le enormi difficoltà per raggiungere risultati importanti.
stimola alla lettura per maggior approfondimento scientifico, filosofico e letterario.
E' il libro che regalerò alle persone che più stimo. A.G.
0Commento| 28 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 1 marzo 2014
Libro ben scritto da un autore competente, capace di tenere un tono "leggero" pur scrivendo con rigore di temi scientifici complessi, che richiedono una buona preparazione specifica da parte del lettore. Il limite di tutti i libri divulgativi centrati sulla fisica quantistica e sui suoi sviluppi nel corso del secolo scorso è la mancanza di un impianto matematico, che peraltro risulterebbe di ben difficile, se non impossibile, comprensione ai non praticanti la materia. In ogni caso, un libro che merita di essere letto, fa pensare e venire voglia di saperne di più..
0Commento| 10 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 23 febbraio 2014
Meravigliosa galoppata nella storia del pensiero e del genio umano e della ricerca della natura profonda della vita.
Lettura consigliata a tutti i pensatori dai 15 anni in su.
0Commento| 13 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 6 novembre 2016
Il libro è nel complesso buono. Da ignorante in fisica, direi che si spiega abbastanza bene, salvo un passaggio che non sono riuscito a capire. Mi spiace solo che Rovelli, a dispetto della sua grande intelligenza e amore per la poesia e l'arte, denigri all'inizio le religioni e i racconti mitici, laddove pare che sembri accostare le verità contenute nei racconti (la cui verità non è nella lettera di ciò che si dice, ma nel senso custodito dalla lettera) alle verità formulate dalla scienza. Comunque il libro è molto interessante e come uomo di fede e di scienza lo consiglio.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 12 maggio 2016
Dico senza giri di parole che il libro è spettacolare. Rovelli ha una capacità unica di fare divulgazione, con linguaggio semplice, chiarissimo e particolarmente efficace. Mi è piaciuta tantissimo l'introduzione, storico-scientifica, perché in effetti risulta molto più utile arrivare a capire "come" una teoria nasce, come si è sviluppata, non limitandosi a descrivere la matematica che c'è dietro e le sue implicazioni. Bello il percorso, lineare, che parte dagli albori, da Mileto, fino alla gravità quantistica a loop. Voglio anche aggiungere che tanti sono i testi che trattano di teoria delle stringhe, pochissimi quelli che parlano di teoria dei loop: e Rovelli mi è sembrato particolarmente convincente nel presentare questa teoria alternativa, elegante e allo stesso tempo appassionante.
Devo però aggiungere che non consiglierei il libro a chi non è pratico di relatività e meccanica quantistica. Ammetto che l'autore è stato bravissimo nell'affrontare questi argomenti ostici, ho apprezzato tantissimo. Ma proprio perché ostici, gli argomenti meritano un'infarinatura preliminare. Ad esempio, la relatività speciale non è stata affrontata nel dettaglio, nell'ambito della meccanica quantistica il nome di Schrondiger compare solo come nota.
Dunque, consiglio vivamente il libro come integrazione, o purché si integri poi successivamente, con libri che affrontano gli argomenti in maniera più dettagliata (es. La Trama del Cosmo di Brian Green). Libro davvero eccezionale, merita di essere letto.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso