Scopri Books Cloud Drive Photos Scopri CE Scopri Scopri Fire Shop Kindle Shop now Scopri Scopri Sport

Recensioni clienti

4,7 su 5 stelle
306
4,7 su 5 stelle
Formato: Copertina rigida|Cambia
Prezzo:15,30 €+ Spedizione gratuita con Amazon Prime
La tua valutazione(Cancella)Vota questo articolo


Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

il 20 ottobre 2014
"Dimentica il mio nome" è uno di quei libri che ti lascia interdetto una volta concluso, la sensazione è quella di smarrimento, di averlo forse concepito nella chiave sbagliata.

Zerocalcare è un fumettista italiano, in grande ascesa, che ha avuto il merito di far conoscere il suo talento a mezzo stampa e tramite il suo blog. Ha riportato in auge il “fumetto” nell'era della digitalizzazione, compiendo a mio avviso un'impresa epica alla quale va il mio plauso. Le sue strisce a fumetti rapiscono e divertono tutti, rendendo il fenomeno virale e non solo appannaggio degli appassionati del genere.

La sua quinta opera compie un salto lungo rispetto alle precedenti, anche se le avvisaglie a dire il vero vi erano state. E' un libro che cominci a leggere con i presupposti di ridere a più non posso, ma ti accorgi ben presto durante la lettura che quello è solo uno degli aspetti che andrai a tastare. “Dimentica il mio nome” è parte di Zerocalcare, è come aver trovato il suo diario segreto aperto, senza lucchetto. Entri dentro sbattendo la porta, ma ben presto ti ritrovi a camminare in punta di piedi.

La storia è incentrata sulla dipartita della nonna di Zerocalcare, dà lì si sviluppano le 235 pagine del racconto, perchè di un vero e proprio racconto si tratta. Una cronistoria che ripercorre il suo passato familiare, fra il realistico ed il fantastico. Un percorso intenso, emozionante, caratterizzato dalla comicità travolgente che da sempre contraddistingue i suoi lavori; ma anche da momenti di inquietudine, di riflessione. C'è più di quanto si possa credere dell'autore fra le pagine di questo libro, è una “confessione”, è un viaggio introspettivo che quasi spaventa per il suo carattere personale. Un aspetto questo già evidenziato a tratti nelle opere precedenti, ma mai enfatizzato come questa volta.

Un libro da leggere e rileggere, ma consci però di queste premesse. Consci che questo libro rappresenti la maturazione dell'autore, avvenuta durante un lungo percorso. A chi ha conosciuto l'autore superficialmente, forse, questo libro potrà non piacere pienamente. Ma per chi, come me, ha seguito il suo percorso passo dopo passo non potrà che rimanerne estasiato. E' il regalo che Zerocalcare ha fatto ai suoi estimatori, ci ha donato una parte di sé, forse la più delicata da accettare, forse quella parte che solo un vero amico condividerebbe.
0Commento| 49 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
Chissà se, al momento in cui leggerete questo commento, Zerocalcare avrà vinto il premio Strega? In questo istante, quello in cui sto scrivendo, lui è nei primi 12 posti (in realtà, al momento della pubblicazione di questo commento, dovrebbero già essere usciti i risultati).

Va be', noi andiamo per la nostra strada, che Zerocalcare non ha certo bisogno dello Strega per 'essere scoperto'. Sappiamo tutti quanto valga il suo talento, e quanto bravo sia nel suo lavoro. Quindi... eccoci qui a parlare della sua ultima fatica.

Dimentica il mio Nome affronta nuovamente un problema personale dell'autore, ovvero la morte di sua nonna. La donna che lo aveva allevato quando da piccolo era andato in fissa col fatto che i genitori non gli volessero bene, e complottassero la sua prematura morte, la donna che aveva sempre un cioccolatino da offrirgli, che lo portava sempre allo zoo, e che gli aveva promesso che se ne sarebbe andata solo quando lui sarebbe divenuto un uomo. E così, incapace di comprendere, affrontare, questo terribile evento Zero si concentra sui dettagli. Assieme a Secco si occupa di recuperare l'anello di famiglia, gelosamente custodito da sua nonna, e che la famiglia vuole mettere al dito della deceduta prima di darle l'ultimo saluto. Zero si reca a casa della nonna e comincia a cercare. Secco, impegnato al cellulare, ascolta gli sfoghi dell'amico, che comincia a raccontare il suo rapporto tanto personale con la defunta.
La storia si riempe di lacune, fantasie fanciullesche, e misteri mai svelati. Per esempio: chi è Iris?
Trovato l'anello, Zero si rende conto che non può più rimanere l'eterno bambino. Ma tra il dire e il fare c'è ancora molto da risolvere, e una volte ferita andrà a ricomporre i pezzi, chiudere le lacune, spiegare l'inspiegato, e...

Qui si ride, ride davvero tanto. E allo stesso tempo si compie un viaggio davvero profondo. La storia è ricca di fantasia, di emozioni, di momenti epici, e momenti zerocalcareschi. E' il volume che ritorna all'apice dei primi (ricordate le mie recensioni ai suoi precedenti lavori?), e che fa dimenticare gli scivoloni. Perfetto in ogni dettaglio, dal disegno che amiamo sin dal suo primo lavoro, alla trama fantasiosa, ai personaggi, tuttopuntotutto. Non ho parole. E' perfetto in ogni dettaglio. Va giù come il pane. Non lo si vorrebbe mai interrompere nella lettura.

Riassumendo: Prendetelo che merita. Punto!
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 26 dicembre 2014
Sono cresciuto negli anni '70, senza la televisione: sono diventato un tossicodipendente da fumetto. Leggo di tutto: graphic novels, manga, serie alternative, reportage. Jacovitti, Elfo, Moebius, Joe Sacco. Ci passo le nottate. Cerco di evitare le cose più becere: certa Bonelli, certa Marvel, certi manga ma, in crisi di astinenza, mi faccio tranquillamente anche sei ore di Zagor.

Ciò detto, "Dimentica il mio nome" è probabilmente il fumetto più originale che io abbia mai letto. È anche il meglio bilanciato: dove i fumettisti fanno autobiografia, spessissimo si lanciano in amarcord malinconici che alla fine sono un pacco tremendo. Zerocalcare no. Appena pensi che stia andando in una direzione, cambia, e ti sorprende. C'è sentimento, c'è humour, c'è azione, c'è (molto) il fantastico e perfino un po' di filosofia. Se dovete passare un paio d'anni su un'isola deserta con un solo fumetto, questa è un'ottima scelta.

Se si devono fare le pulci a questo fumetto, sono le solite: è comprensibile oggi, e in Italia. Tradotto in inglese, le romanate (comprensibili, si badi, anche a un meneghino DOC come me) si perderebbero completamente. Fra dieci anni, i riferimenti a cartoni animati anni '90 saranno completamente incomprensibili al lettore; in 50, avrà bisogno di più note dell'Ulisse di Joyce.

Ma oggi, ADESSO, è una lettura incredibilmente piacevole.
0Commento| 20 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 23 dicembre 2016
Come tutti gli altri fumetti di Zerocalcare è bello e fatto bene, ma devo ammettere che non mi ha preso allo stomaco come altri suoi lavori. La prima parte è assolutamente divertente e appassionante, ma alla fine si perde un po' per strada e il finale è quanto meno affrettato.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 14 dicembre 2014
bellissimo racconto che raccoglie tutta l'esperienza fatta con gli altri volumi e la canalizza nel fumetto che al momento, a mio avviso, è il più bello della serie.
finale stupendo che illumina in un secondo tutte le metafore fumettistiche utilizzate durante il racconto.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
Metto da parte l'affetto che provo per il "ragazzo" e l'enorme rispetto che porto per il modo in cui gestisce il suo lavoro. Mi spiego, non conosco nessuno che rimane ore e ore a fare "dédicaces" sino a quando l'ultimo lettore non ha ricevuto il suo "disegnino". Una volta mi capitò di sentirmi dire <il maestro è stanco e deve riposare, tornate dopo…>, il che è tutto dire.
Proprio per quello che ho visto in giro (anche disegnatori che si rifiutano di firmarti il fumetto), non riesco a non “mischiare” la persona all’artista e la somma delle due parti supera il tutto. Per questi motivi mi piacciono tremendamente le storie di Zerocalcare.
Non mi riferisco alla comicità insita in alcuni passaggi (da ribaltarsi dal ridere), né ai rimandi più o meno palesi (a serie Tv, fumetti, musica, cartoni animati e film) che potrebbero anche non essere comprensibili a tutti, mi riferisco proprio alla “forza” delle storie narrate. Questa di "Dimentica il mio nome", potrebbe essere una tra le più tristi che può capitare di raccontare ad un essere umano, eppure Zerocalcare lo fa con una leggerezza e un affetto impareggiabili. Impossibile non affezionarsi ai personaggi di questo libro, non rimanere coinvolti emotivamente, e non pensare che quelle "du' pizze date bene" le meritiamo un po' tutti e se date al momento giusto ci avrebbero fatto sicuramente meno "male" … nel futuro.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 5 dicembre 2016
Un capolavoro della narrativa, tratta la sua vita con leggerezza ed ironia, sofferenza e malinconia consigliato ad ogni fascia d'età.
Zerocalcare è una garanzia, Libro arrivato in ottime condizioni
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 4 gennaio 2017
ne ho comprate due copie. una per me l'altra da fare come regalo. è davvero bello e secondo me quello con la storia piu "standalone" dei vari libri di zerocalcare. ottimo da fare come regalo per chi non conosce l'autore e/o non ha mai letto nessuna sua storia.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 7 ottobre 2016
Abbiamo acquistato il prodotto in libreria per regalarlo a una persona che possiede tutti i libri dell'autore e ne legge assiduamente le tavole sul blog. Il prezzo di vendita su Amazon è leggermente inferiore a quanto pagato in libreria.

> Confezione e materiale
Il libro è robusto e ben rilegato. In occasione di eventi particolari è possibile trovare l'autore e chiedere una dedica o un disegno nel controcopertina.

> Contenuti
Il volume racconta le origini francesi della famiglia dell'autore, focalizzandosi in particolare sulla storia della nonna.
Ai tratti tipici e divertenti di Zerocalcare si uniscono a tratti momenti profondi e di riflessione dai toni più seri.

> Prezzo e spedizione
Come scritto nella sintesi in testa, il prezzo è leggermente migliore su Amazon rispetto ai negozi e alle librerie.
La convenienza aumenta se a questo aggiungiamo la praticità della consegna a domicilio gratuita e tempi di spedizione immediati grazie alla consegna di Amazon.

> Conclusioni e valutazione
Un libro divertente e a tratti profondo, interessante soprattutto per chi ha già letto le tavole sul blog dell'autore.
Lo consigliamo come regalo ai patiti che conoscono Zerocalcare e che ne apprezzano le tavole.
Alla luce di quanto scritto per materiali, contenuti, prezzo e spedizione lo consideriamo un acquisto eccellente.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 15 settembre 2016
Conoscevo questo volume (senza averlo ancora letto) sin da quando è stato pubblicato, qualche anno fa...ma solo la scorsa primavera, in seguito ad un lutto famigliare, ho deciso di acquistarlo. L'ho fatto leggere ad altre due persone della mia famiglia ed è stato largamente apprezzato (anche da chi di solito "odia" le storie a fumetti): è stato quasi una terapia, per quel momento un po' difficile.
La storia alterna momenti intensi e quasi commoventi ad attimi di pura comicità, che proprio per il contrasto con i primi vengono apprezzati ancora di più e, secondo me, rendono molto bene senza "rovinare" l'atmosfera o risultare inadatti! Un'alternanza di scavi dentro la parte più scura e luttuosa di sé stessi e di comicità "terra-terra" ma mai, mai banale o buffona. Ho addirittura trovato delle somiglianze tra la prima parte della storia (quella più realistica) e la mia famiglia, ma ho apprezzato anche la seconda parte, quella un po' più di fantasia/avventurosa.
Grazie per aver impresso su carta i tuoi demoni interiori, perché così permetti anche a noi di vedere i nostri.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso

I clienti hanno guardato questi articoli

17,00 €

Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui