Scopri Books AW17_IT_BFW_flyout Cloud Drive Photos Scopri Learn more CE En savoir plus Scopri Scopri Scopri Shop now U2 U2 Sport



il 11 giugno 2017
Meraviglioso, emozionante, dolce e amaro allo stesso tempo. Uno spaccato di vita sociale terribile, l'odio provato per la gente di colore è inconcepibile e l'autrice lo ha raccontato molto bene.
Consiglio certamente la lettura.
11 commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 1 giugno 2012
E' uno dei libri più belli che abbia letto negli ultimi anni. E' innanzi tutto scritto in un modo semplice e scorrevole; il fatto di far parlare ciascun personaggio ricollegando i vari racconti, è stata veramente una ottima idea. Parlando del contenuto, anche se riflette un periodo dell'America che ora dovrebbe essere risolto, io
credo che in realtà non lo è ancora definitivamente, ma non solo negli Stati Uniti. Mi capita di leggere su giornali, oppure di assistere, anche in Italia, a episodi di razzismo non esasperati come quelli descritti nel libro, ma pur essendo più blandi, sempre razzismo è!
Perciò il mio titolo: Non è un libro per l'estate!; è invece un libro da conservare e da rileggere com molta attenzione, poichè affronta un problema che non è del tutto definitivamente superato.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 26 gennaio 2013
E' uno di quei libri rari in cui tutto e' perfetto: originale la storia, i personaggi descritti con cosi' grande cura che ti sembra di averli incontrati davvero, la giusta dose di ironia, satira e denuncia sociale. Persino il linguaggio (leggetelo in inglese, mi raccomando!) differenziato in base ai ruoli, al ceto e all'eta' di ciascun personaggio ti da' l'impressione di essere li' con loro, ad ascoltarli ed osservarli nella loro vita quotidiana. Da leggere e rileggere!!!
0Commento| 3 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 14 dicembre 2011
Trovo scandaloso che questo libro non sia ancora stato recensito! In America è rimasto (e ancora lo è) nella classifica dei Bestseller del New York Times per due anni! In Italia invece neanche una recensione...
Polemiche sul poco successo di questo libro a parte, lo consiglio a tutti. Grande affresco dell'America degli anni '60, tra razzismo e discriminazioni.
In questa controversa epoca, una giovane ragazza decide di dar voce alle centinaia di persone "invisibili" che lavorano come personale di servizio nelle case delle famiglie ricche. Pericolosissima l'idea di mettere in luce situazioni che la società rifiuta di vedere, o ancor peggio, ritiene essere assolutamente normali; per questo l'operazione deve rimanere segreta, per il bene di tutti.
Storia narrata da più punti di vista. Ben resa la divisione sociale tra le due "categorie" di persone. Azzeccata la contrapposizione tra il modo di scrivere della giovane giornalista borghese e le cameriere nere al servizio delle varie famiglie: la prima usa un linguaggio scorrevole e corretto, le seconde invece sgrammaticato e con un vocabolario limitato.
Spero di non vedere crescere a dismisura le recensioni dopo l'uscita del film, ad inizio 2012. Non perché non approvi l'idea di leggere un libro dopo aver visto il film, anzi... credo solo che alcune volte bisognerebbe aver un po' di iniziativa personale e non credere che qualcosa sia degno di nota solo perché ha ispirato un film!
Dateci una possibilità e vedrete che non vi deluderà!
0Commento| 27 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 4 gennaio 2011
I loved one of the comments on the back cover of this book: "A laugh-out-loud, vociferously angry must-read". I would only add "Unequivocally poignant and touching".
I would give it 10 stars if I could. Love, hate, integration, familial relationships, tolerance, hope... this is what the book is about. A delightful, funny, moving read. Upsetting and uplifting at the same time.

Jackson, Mississippi, 1960s. When racial integration was still hardly tolerated, the respective paths of two black maids and a white lady belonging to the upper class circle cross. Their personal tales interweave and blend, with a project in mind which will ultimately rock the proverbial boat.

Each main character writes in first person: Aibileen, who is raising her umpteenth white child with love and dedication while constantly thinking of her own son, now dead.

Minny, Aibileen's close friend, married with several children of her own, a maid with a soft heart but a sharp tongue which gets her into trouble more often than not.

Miss Skeeter, a white lady with her own dreams, whose unconventional ideas contrast mildly, and later on, sharply with the society and family she was born into. She also wants to find out why the adored black maid who raised her, Constantine, has inexplicably disappeared. No one is willing to tell her.

Each lady is surrounded by her own sets of characters in the background, characters that however are primary pawns to what will eventually happen.

The author gives voice to Aibileen's and Minny's language superbly. You will find a language contrast between the well-schooled Miss Skeeter and both maids, which renders a vivid and true portrait of their lives and views.

This is, in my opinion, a rare timeless piece of narrative, which will make you think as well as entertain you like very few books can. Wonderful, really wonderful. Well done to the author Ms. Kathryn Stockett!
0Commento| 14 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 25 settembre 2014
Questo libro batte il film mille volte, uno dei più bei libri mai scritti, commovente dalla prima all'ultima pagina! super Consigliato
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 4 luglio 2012
Mi ha commosso, mi ha tenuto sulle spine, mi ha fatto sorridere, tremare e sperare, mi ha fatto immergere negli anni '60 ma soprattutto mi ha fatto riflettere su quanto poco tempo sia passato dalla marcia di Martin Luther King. Un romanzo corale scritto benissimo, che riesce ad emozionare e ad essere credibile quando cambia il narratore, che riesce a ricostruire il contesto storico senza appesantire il ritmo (con piccoli, e spesso incredibili dettagli sulla quotidianità elargiti sempre al momento giusto: le pubblicità, l'abbigliamento, la musica, la medicina ecc), che ci regala delle figure femminili bellissime e realistiche, che tiene il lettore in tensione fino all'ultima pagina, che offre scene delicate ma intense che si ricordano. Il tema non era semplice, ma è stato dato un taglio originale e la storia riesce sempre a restare in equilibrio, non diventando mai nè patetica, nè lenta, nè troppo epica risultando poi poco credibile.
0Commento| 10 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 31 marzo 2017
I had a hard time getting into the paperback version of The Help, but am completely overjoyed with the audio version- and the movie.

What a vocal treasury, with amazing dramatization by several voices, and a well-rounded dousing of every emotion possible. In different moments I was left appalled, giggling, wrathful, amazed, shocked, content, pleased, sorrowful, joyful, etc...

I would definitely consider The Help a provocative, inspiring, discerning, and compelling Historical Fiction, with a powerful pull on my heart. These characters weren't just made real by the voices given to them. They stand on their own, in all their wealth of variety- sweetness, sarcasm, spunk, discrimination, prejudice, deception, reserve, misunderstanding, foolhardiness, simplicity, humility, pride, and any other characteristic. Good quality, bad quality, or mundane quality, each is so clear in the characters, I can touch it. They are so present, so real.

An amazing story with a fascinating cast of characters, and a powerful message of hope, justice, friendship, honesty, and breaking boundaries to grow, love, live.

The only thing I had a hard time with was the continual use of "g-damn".

There is a very descriptive scene where one of the characters has a miscarriage. I was not bothered by it except to feel immense compassion, sympathy, and understanding. The historical accounts of tragic deaths made me frustrated, disturbed, and hurt. Also, one of the main characters deals with the hard topic of cancer affecting her family. Not easy stuff, but so valuable to the richness of the story as and characters.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 5 aprile 2012
The Help porta il lettore nel Mississippi durante gli anni della segregazione razziale dove il colore della pelle poteva essere una benedizione o una condanna.
La narrazione piacevole e niente affatto articolata o pesante si snoda attraverso il punto di vista delle tre protagoniste della storia: Aibileen, Minny e Skeeter, le prime due domestiche di colore, la terza bianca e socialmente inserita.
Le vite di queste tre donne si intrecceranno per via di un progetto molto importante ed audace e cioè quello di scrivere un libro sulla vita delle domestiche e del loro rapporto con le famiglie dei bianchi presso cui lavorano.
A tratti commovente, divertente, immediato, il libro dipinge una realtà forse ormai fuori dal tempo e a cui nessuno pensa più anche se sono passati solo una cinquantina d'anni.
Un libro che sicuramente mi sento di consigliare.
0Commento| 5 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 30 maggio 2012
Io amo leggere e difficilmente ho trovato libri contemporanei veramente validi , ma questo è davvero un bel libro.
La storia è raccontata in maniera fluida , piacevole , immersiva sotto ogni aspetto .
L'argomento è di grande profondità e , anche se riguarda l'America della seconda metà del '900 e quindi non racconta l'Italia , aiuta a capire meglio la tematica del razzismo e della discriminazione che talvolta colpisce la nostra stessa società.
Il tutto attraverso il coraggio di una ragazza che va contro ogni posizione del tempo e ,dall'iniziale ignoranza sulla cosa , si rende conto che per farlo dovrà rinunciare a tutto e tutti e che dovrà andare veramente in profondità . Il tutto ambientato nello stato del Mississipi che rappresenta la parte dell'America ancora legata a una tradizione che vede il nero come essere inferiore e dove nessuno si è mai posto il problema di come si sentano ,dell'ingiustizia della cosa o di come i loro figli vengano cresciuti da estranei per i quali loro stessi , i genitori , provano disprezzo solo perchè sono di colore.
Una storia raccontata dal punto di vista di una bianca agiata e di due domestiche di colore .
Un libro da leggere , lo consiglio a tutti , accompagnato , magari , anche dal film che segue quasi passo passo il lbiro e rende veramente bene la storia.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso

Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui