Scopri Books Cloud Drive Photos Scopri Learn more CE Scopri Scopri Fire Shop Kindle Shop now DVD e Blu-ray Sport

Recensioni clienti

4,1 su 5 stelle
125
4,1 su 5 stelle
Formato: Formato Kindle|Cambia
Prezzo:8,99 €
La tua valutazione(Cancella)Vota questo articolo


Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

il 11 marzo 2017
Un protagonista cui non si può non affezionarsi, le tragedie di due generazioni di una famiglia come specchio delle disgrazie dei popoli investiti dalla guerra, una narrazione serrata eppure ricca di invenzioni grafiche e lessicali... scucciolatelo!
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 4 maggio 2017
Niente da dire sul testo, già letto in cartaceo. Forse in formato Kindle non è così scorrevole, ma decisamente utile da conservare in questo formato.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 11 marzo 2017
Ho acquistato il libro dopo aver visto il bellissimo film. Potevo evitare. La storia ovviamente è quella, ed è una bella storia. Ma da leggere qui è pesante, molto.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 17 maggio 2017
Due drammi in una famiglia ovviamente particolare, come solo Foer sa inventarsi. Le bombe su Dresda con il nonno, il papà nelle Torri Gemella con il nipote. Forte e lieve allo stesso tempo.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 1 aprile 2017
In alcuni tratti un pugno allo stomaco, emozioni vere e sincere, una scrittura moderna e molto scorrevole, personaggi quasi da favola ma infinitamente veri. Mi ha rapita ed emozionata molto. Ha trattato i drammi della vita con pudore, senza sminuirli ma senza neanche estremizzarli.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 10 maggio 2017
uno dei libri più belli che io abbia letto. mi ha preso molto e si legge velocemente in qualche giorno
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 13 gennaio 2015
ho comprato questo libro perchè mi è stato consigliato e per le tante recensioni positive ma... è davvero pesante, non tanto per i contenuti, quanto per lo stile. L'ho trovato davvero faticoso da leggere: troppo frammentato, troppi cambi di "scena" ed epoca. Non ho mai impiegato così tanto tempo per leggere un libro e l'ho finito solo perchè la storia di per sè sarebbe anche interessante. Inoltre, dopo tutta la fatica nel leggerlo, il finale è un po' troppo lasciato a se stesso, una piccola delusione.
0Commento| 9 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 18 aprile 2017
E' il primo libro che leggo di questo autore e spero che gli altri sino migliori. Ho trovato la trama poco avvincente, troppe banalità: l'undici settembre, la seconda guerra mondiale, insopportabile, poi, la parte narrata dal bambino (ma quale bambino di quell'età si esprime così?).
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 17 dicembre 2013
Oskar Schell ha la Sindrome di Asperger. Vive a New York e da un anno non ha più il suo adorato papà, morto nel "giorno più brutto”, che poi è l’11 settembre.
Ha inoltre una mamma che lo ama tantissimo, una nonna complice e dolcissima, e un nonno che non parla da tanti anni e che per comunicare scrive su un quadernetto o mostra le mani con scritto “Si.” e “No.”
Oskar Schell si sente solo. E da solo sopporta un dolore troppo grande. Ha 9 anni e fa tanti pensieri, soprattutto brutti, ultimamente, e tanto strani. E’ un piccolo inventore di mondi magici e di trovate fantasiose, come il suo progetto di tubazioni collegate ai cuscini di tutti i letti di New York per raccogliere le lacrime di chi piange prima di dormire (per esempio lui), e poi riversare le stesse nel laghetto di Central Park e misurare ogni giorno il livello di sofferenza della sua città. Oppure lo stratagemma per salvare l’umanità dal pericolo utilizzando camicie di becchime, per essere sollevati in volo dagli uccelli e non cadere mai.
Mai.
Oskar Schell ha anche tante paure, si comporta in modo bizzarro, ed è un bambino fin troppo intelligente. Ma sempre e comunque solo. E triste. Dopo la morte del padre, per caso trova una chiave e un bigliettino con scritto “Black”, ed intraprende una minuziosa indagine, che inizia come una caccia al tesoro, uno dei tanti giochi di ingegno che faceva con suo padre, e che poi diventa un vero e proprio viaggio di ricerca. Un viaggio alla ricerca di sé stessi, affrontando il vuoto delle tante parole non dette.
Da qui la storia si dilata avanti e indietro, nel presente del post 11 settembre newyorkese e nel passato della seconda guerra mondiale, attraverso un fitto ed intricato intreccio di voli pindarici e di lettere mai spedite, tanti gesti e dialoghi, racconti di struggenti umanità.
La ricerca come crescita, la crescita come accettazione del dolore per la perdita di qualcuno.
E' un libro dove le immagini si mescolano alle parole, così come le frasi cerchiate o sottolineate, o le pagine bianche, le fotografie, le parole colorate. Tutto, all'interno del romanzo, diventa narrazione.
La lettura non è facile, spesso ci si incastra tra le maglie di questa scrittura elegante e cerebrale, piena di labirinti di pensieri, tra dialoghi muti, ricordi frammentati e fotografie in bianco e nero, ma ringrazio l’autore per avermi coinvolto così forte, con un finale incredibilmente vicino alla perfezione.

“Sarebbe pazzesco se ci fosse un grattacielo che va su e giù mentre il suo ascensore resta fermo. (…) Sarebbe anche utile al massimo, perché se sei al novantacinquesimo piano e un aereo si schianta sotto di te, il palazzo ti può portare a terra e tutti si salverebbero anche se quel giorno avessero lasciato a casa la camicia di becchime”.

B.
0Commento| 12 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 13 aprile 2012
Era da molto che non mi immergevo nella lettura di un libro così straordinario! Foer è semplicemente in genio della narrativa. Una scrittura particolare, intensa e divertente. Lo consiglio assolutamente!
0Commento| 11 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso


Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui