Scopri Toys Books Cloud Drive Photos Scopri Learn more CE Scopri Scopri Shop Kindle Shop now Scopri Scopri Sport


Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

Massimo Mazzoni ancora una volta indovina tutto : stile , ritmo e genere in cui misurarsi .
E se non c'è il genere se lo inventa , ecco fresco fresco un cowboy-western alla trinità ambientato nell'alto medioevo toscano , con contaminazioni horror e fantasy , molto gustoso e con toccate ironiche che spero di veder implementate nel secondo e terzo capitolo , già in programma ...
Intanto gustiamoci questa prima puntata delle avventure del giovane Ranieri , scavezzacollo e debosciato , introdotto nel mistero e nell'avventura da un misterioso personaggio in saio...ma non sveliamo nulla , il racconto merita di essere letto senza spoiler ..
Consigliatissimo a tutti gli appassionati del genere NewItalianHorror , di cui Massimo è uno dei protagonisti !
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 31 maggio 2015
Questo romanzo breve è un ottimo inizio per la trilogia ideata dall'autore, che reinterpreta la vita di San Ranieri di Pisa in chiave fantasy-horror, con alcune, azzeccate, punte di ironia.
Buono lo stile, scorrevole e mai pesante. L'ambientazione è affascinante, le scene in cui il soprannaturale fa breccia nella quotidianità sono molto efficaci. La scena dei Reversi è costruita benissimo, ad esempio, ma anche la prima apparizione di Asmodeo, il villain del romanzo, rimane particolarmente impressa.
L'azione è sempre ad alti livelli, con combattimenti dinamici e ben strutturati. I misteri sono ancora tanti, infatti ora non posso che attendere con impazienza il prossimo romanzo della saga.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 18 marzo 2015
Il primo volume del progetto Sanctuarium è uno splendido fantasy storico in grado di generare visioni agghiaccianti. Il Mazzoni stupisce in ogni sua opera con la sua creatività oscura e con la sua stimolazione ipertensiva. Un incubo che si diffonde in un paesaggio inquietante dove il pericolo germoglia in ogni corpo ed in ogni chiaroscuro. Un mondo che pare la rigata condensa dei sogni di William Blake.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 28 giugno 2016
San Ranieri schianta diavoli le avventure del giovane Santo Pisano. La trama è molto intrigante e incuriosisce la lettura, ma nelle pagine di questo romanzo troverete molto di più di quanto vi aspettate.
Massimo Mazzoni riesce a fondere, con una buona dose di ironia, il sacro col profano l’Horror col fantasy. I personaggi sono un giusto mix tra i supereroi dei manga Giapponesi e gli avventurieri della terra di mezzo.
Così la storia scorre con un buon ritmo è un piacere leggerla, i combattimenti ben descritti ti disegnano l’azione in testa, quindi non resta che seguire l’imprese del giovane Santo Pisano tra formule magiche, amori proibiti, zombi e duelli epici contro i Demoni.
5 stelle per passare al secondo capitolo
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 30 novembre 2014
Massimo Mazzoni ci racconta le origini e le prime avventure di un santo riluttante, una sorta di John Difool (l'antieroe imbranato ma destinato a salvare l'universo, creato da Moebius e Jodorowski) che si muove in una Pisa polverosa e affollata di zombi e demoni.
Nel rapporto tra Ranieri e il suo maestro Alberto troviamo le stesse dinamiche che si vedevano tra Luke Skywalker, Obi Wan Kenobi e il saggio Joda, ma con molta più ironia.
Impagabile il maestro Alberto, che si butta a testa bassa e con assoluta incoscienza contro una torma di zombi o un demone di classe A.
Linguaggio, dialoghi e descrizioni all'altezza di un romanzo storico.
Le cinque stelle sono d'obbligo!
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso


I clienti hanno guardato questi articoli


Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui