Scopri Scopri Books AW17_IT_Sal_flyout Cloud Drive Photos Learn more En savoir plus Scopri Shop Kindle Shop now Clicca qui Scopri Sport


il 23 novembre 2014
Seguo Troccoli da molti anni, amo il suo modo di narrare e la capacità di coinvolgere il lettore. I personaggi poi, sono sempre azzeccati.
Dopo i suoi 2 romanzi, un gradito ritorno alla narrativa breve, con un racconto che mi sento di consigliare soprattutto a chi non conosce l'autore e con questo lavoro breve potrà cominciare ad apprezzarne capacità e bravura.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 21 novembre 2014
Di Francesco Troccoli avevo letto Ferro Sette e mi era piaciuto per lo stile asciutto e diretto della narrazione. Il protagonista era un ex militare, che per forza di cose, visto che raccontava la storia in prima persona, doveva stare sul concreto; era uno abituato più a sparare che a parlare insomma.
Qui in Ipse dixit invece, c'è una narrazione complessa con citazioni classiche che ti obbligano a correre su wikipedia per colmare le tue lacune e per comprendere i dettagli pseudo classici della civiltà Neo Ellenica inventati dall'autore.
Va detto che per la narrazione non c'era scelta: il protagonista è un cadetto dei Corpi Filosofici e non può certo parlare come Jack Burton di Grosso guaio a Chinatown! Lo stile, comunque, anche se complesso è impeccabile.
La seconda parte del racconto, quando la vicenda si fa drammatica, è la più azzeccata e mette in luce, secondo me, la profonda umanità di Aristotele.
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 29 gennaio 2015
e coinvolgente, scrittura pulita e, in barba all'insolita ambientazione classicheggiante, il testo è di facile e piacevole lettura.
Noto qualche similitudine con un racconto giovanile di Asimov, come anche lo stile, molto curato, ha più che un qualcosa di asimoviano.

Consigliatissimo.
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso


Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui