Scopri Toys Books Cloud Drive Photos Scopri Learn more CE Scopri Scopri Shop Kindle Shop now Scopri Scopri Sport



Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

Secondo capito della serie e secondo senso, l'udito.
Il protagonista è Diego, o meglio definito da tutti i suoi compagni "uomo oscuro", per il suo carattere taciturno e tenebroso.
Lui ha il ruolo di dominatore all'interno della Six Senses Spa, ed è particolarmente richiesto per questa sua caratteristica.
Qui scopriamo la sua storia: è un ex torero, che ha rinunciato alla carriera in seguito a un incidente, che quasi gli costò la vita. E' proprio in quell'occasione che conoscee Jonathan, amico e collega, e si unisce all'agenzia di accompagnatori.
L'incontro con Helena, figlia della prooprietaria della Six Sense Spa, sarà motivo di grande cambiamento per lui.
A differenza del primo libro, la storia che si sviluppa è più intrecciata e ricca di suspense e mistero. Solo alla fine verranno svelati alcuni segreti.
Il cambiamento caratteriale di Diego mi è piaciuto molto, si è scoperto pian piano, e sotto il suo aspetto burbero in realtà si ha un ragazzo generoso e leale.
Confermo il mio piacere nel leggere questa serie, che a mio avviso continua ad essere accattivante e interessante senza risultare volgare.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 25 settembre 2015
Ho letto molti libri di questa bravissima autrice italiana. Lessi la storia di Matteo quando ancora era un'autopubblicazione e mi piacque come tutti gli altri romanzi della Cudil. In questo ho ritrovato lo stile dell'autrice, solo più curato dall'editing, che adoro: non ci sono pagine di descrizioni noiose e a volte inutili. I dialoghi sono incalzanti, quasi botta e risposta. In essi, l'autrice riesce a trasmettere tutte le emozioni e le sensazioni che i personaggi provano in quel momento. Il ritmo del libro è buono, ma parte veramente dal quinto capitolo in poi. Le scene bollenti non sono mai volgari (non ho amato l'uso della parola "tette" ma in tutto il libro si trova solo una volta) e mai ripetitive. Senza fare spoiler posso dire che solo in un particolare momento la scena di sesso mi è risultata un po' stonata. Adoro Diego: personaggio complesso, adulto, uomo. Per questo proprio non capisco: come può innamorarsi di Helena?! L'ho trovata odiosa, a tratti fastidiosa. È viziata, piagnucolosa, una bambina molto immatura. Ho aspettato fino alla fine per vedere se si sarebbe riscattata ma niente: mi ha deluso fino all'ultimo capitolo. Accanto a Diego avrei visto una donna matura con un trascorso magari difficile oppure una donna sempre matura ma solare che portasse l'uomo oscuro alla luce. Insomma Helena proprio non mi è piaciuta. Per questo le stelline non sono cinque. Le donne dei romanzi della Cudil sono sempre forti, decise... Helena mi ha spiazzato. Complimenti ancora alla scrittrice: ha confermato anche questa volta le mie aspettative.
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 21 settembre 2015
Avevo letto Solo il Tuo sapore un anno fa ed ero rimasta piacevolmente sorpresa. Io che non amo il genere erotico ho trovato un romanzo ricco di trama, sentimenti, sogni e soprattutto mai volgare. Con Solo la tua voce l'autrice ha fatto un salto avanti. La storia è passionale, sofferta, coinvolgente, c'è un po' di sano suspence e ha un finale dolcissimo. La scrittura è scorrevole, ha ritmo e ti tiene agganciata nella lettura. Bravissima A.I.Cudil. Solo tu potevi farmi apprezzare l'uomo oscuro!
0Commento| 3 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 2 maggio 2016
Se il primo romanzo della Serie Six Senses mi era piaciuto moltissimo, con il secondo la Cudil mi ha definitivamente conquistato.
In questo libro facciamo la conoscenza di Diego Ruiz, un ex torero con un passato misterioso che lo ha segnato profondamente, un dominatore di nome e di fatto, “l’uomo oscuro” che non ha mai svelato nulla del suo passato. L’incontro con Helena, la bella figlia di Madame Colin, lo colpirà profondamente e lo porrà difronte a scelte non facili e rese ancora più complicate dalla misteriosa sparizione della madre di Helena.
Una storia complessa e coinvolgente, che ci farà conoscere meglio anche alcuni degli altri personaggi incontrati già nel primo libro, e dove la suspense non è solo un contorno ma un elemento che dà spessore e ritmo alla narrazione.
La parte erotica è trattata con molto gusto e sensibilità, anche per quanto riguarda il BDSM, evidenziando soprattutto la parte connaturale ed emozionale di tali pratiche.
Lo stile è fluido e scorrevole e il libro si legge molto piacevolmente.
In sostanza una seconda prova più che positiva che mi fa sperare ed attendere con impazienza il prossimo libro della serie.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 4 maggio 2016
...la musica, ti entrano dentro e ti cambiano la vita... (A. I. Cudil).
Secondo capitolo della serie Six Senses, qui ritroviamo tutti i fantastici personaggi che lavorano o gravitano intorno all'agenzia di accompagnatori Six Senses. Ma la storia si concentra principalmente su 'l'uomo oscuro' Diego Ruiz. Ex torero ed allevatore di tori, sfruttato dall'età di 10 anni, dopo un doloroso incidente ed una perdita improvvisa, cambia vita e si trasforma in un uomo distaccato ed anaffettivo a cui piace dominare... Nonostante tutti questi cambiamenti una passione non è mai mutata nel tempo ed è suonare la musica con il pianoforte perché attraverso essa riesce a dimenticare il dolore e l'ansia che albergano costantemente nella sua anima; ma tutto il suo mondo che si è abilmente costruito viene minacciato da una certa Helena... Una storia tutta da ascoltare!
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 1 ottobre 2015
Quella che mi scuote i pensieri ,che mi libera dalle catene delle convenzioni...Un uomo oscuro che racchiude in se il calore della luce più vivida ... Ed è proprio questo di cui le donne della sua vita non possono fare a meno ....legandole le libera ! Come sulla tastiera di un pianoforte il nero ed il bianco si compensano,si uniscono ,si fondono fino a creare melodia ...a volte struggente,a volte colma di forza e rabbia o tenera per esprimere la gioia di un amicizia intensa ! Diego è soltanto uno dei garconnes del Six Senses , lui è l'udito ,Matteo era (è) il gusto ...non ci resta che attendere di scoprire gli altri sensi con l'attenzione ad i particolari che A.I.Cudil rende in ogni scena ,ogni personaggio redendo ogni storia un piccolo capolavoro!!
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 16 febbraio 2016
Bellissimo mi è piaciuto tantissimo ,era proprio come me lo aspettavo grandioso:-) ma stato molto autentico :-) era bello e molto emozionante e passionale <3 anche questo è andata a segno continua così :-)
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 16 ottobre 2015
Sapevo di andare sul sicuro con quest'autrice, già con il suo precedente lavoro mi aveva conquistata.
Questo romanzo + solo la conferma delle sue grandi doti.
Leggetelo... !!!
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 18 dicembre 2016
L'uomo oscuro mi ispirava parecchio come personaggio, ma in questo romanzo viene trasformato da dominatore a mollusco in preda alle onde.
Helena invece viene dipinta per qualche pagina come donna fatale, sicura e affermata, in altre come una ragazzina viziata, capricciosa e insulsa.
La trama è un ingorgo di sensazioni e di avvenimenti, che faticano a trovare un senso.
Insomma, o io non riesco a cogliere le intenzioni di chi scrive, anche perché è il secondo libro di questa serie che leggo e anche col primo non ho avuto una grande impressione, o si tratta proprio di un gran pasticcio
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 16 maggio 2016
HO LETTO IL PRIMO DI QUESTA SERIE CON MOLTA FATICA E QUESTO SECONDO L' HO INIZIATO E LASCIATO IN SOSPESO. NOIOSO, LENTO E SECONDO ME UNA STORIA NON TROPPO REALISTICA E COMUNQUE NON MI è PIACIUTO IL MODO IN CUI è STATO SCRITTO.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso


Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui