Scopri Toys Books AW17_IT_Sal_flyout Cloud Drive Photos Scopri Learn more CE En savoir plus Scopri Scopri Shop Kindle Shop now U2 Scopri Sport

Recensioni clienti

4,8 su 5 stelle
14
Gladiatori contro Kaiju
Formato: Formato Kindle|Cambia
Prezzo:3,99 €

il 28 settembre 2015
Un lavoro di ricerca accurato per scrivere un racconto ambientato nella Roma antica, una mescolanza di generi e un tocco di -punk che rende il tutto accativante.
Un crescendo di azione con un finale aperto e varie citazioni per gli appassionati.
Da leggere tutto di un fiato in attesa di un seguito.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 7 luglio 2017
un'avvincente miscela di Storia e fantascienza. Un piacevole modo di ripercorrere, anzi di sbirciare l'epoca dei mitici Gladiatori.. con l'aggiunta di mostri con la M maiuscola e meraviglie tecnologiche. Senza, a mio modesto parere, mai scivolare nell'assurdo e/o peggio nel ridicolo. Per gli amanti del genere una vera, imperdibile chiccha!
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 27 settembre 2015
Sono un lettore giroliano "della prima ora". Ho letto quasi tutta la produzione letteraria di Alessandro Girola, e a parte qualche (rarissima) occasione, tanto i suoi racconti, quanto i suoi romanzi non hanno mai deluso le mie aspettative.
Questo Gladiatori vs Kaiju però è su un altro livello rispetto agli altri scritti. Dal punto di vista della mera scrittura se la gioca alla pari con Imperium, che non a caso, fino a questo punto, viene ritenuto (unanimamente) il miglior lavoro di Girola. Ma rispetto ad Imperium, Gladiatori vs Kaiju ha una struttura molto più solida e una profondità maggiore.

C'è un lavoro di ricerca storica certosino - cosa a cui l'autore ci ha da sempre abituati -, e il romanzo è un'abile mistione di generi, in grado di spaziare tra lo storico puro, l'ucronico, lo steampunk, la fantascienza, il fantasy e l'horror. La prima parte, interamente incentrata sugli scontri tra gladiatori e "mostri giganti" tiene il lettore incollato alla pagina. Le battaglie sono vivide, i mostri nell'arena verosimili, tanto che l'accostamento coi gladiatori non stona affatto.

La seconda parte - che non spoilero per non rovinare nulla - è un vortice d'azione "in pieno stile Girola", che culmina con un finale scintillante.

Gladiatori vs Kaiju è decisamente un "esperimento" riuscitissimo sotto tutti punti di vista.
E visto "quel" finale, si spera vivamente che l'autore decida, prima o poi, di regalarci un seguito.

Chapeau!
0Commento| 4 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 25 ottobre 2015
Con questo romanzo breve l'autore trasporta il lettore in un'ambientazione di indubbio fascino. La costruzione dei mondi e dei setting è da sempre uno dei punti di forza della narrativa dell'autore e anche in questo ebook l'aspetto è estremamente curato.
C'è un gran lavoro di documentazione su usi e costumi dell'Antica Roma, in particolare sull'arte gladiatoria, ma anche una grande commistione con il genere fantastico, tra mostri giganti, carri meccanici, fucili che sparano fulmini e molto altro ancora. Il risultato è un mondo in cui realtà storica e suggestioni soprannaturali si mescolano in maniera perfetta. Tutti i dettagli del caso sono stati ben studiati e calibrati.
La storia segue principalmente le gesta del gladiatore Caronte, dal misterioso passato e destinato a un rocambolesco futuro. L'azione è al centro della scena, come il titolo può lasciar intendere. Le scene di combattimento, prima nell'arena e poi per le strade, tra i personaggi e i mostri sono coinvolgenti e appassionanti, via via più intense col procedere della narrazione.
Il finale poi lascia aperto uno spiraglio per un seguito, sarebbe molto interessante vedere come la situazione si evolve.
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 2 ottobre 2015
Gladiatori contro Kaiju è un romanzo sandalpunk di Alessandro Girola, ovvero:

“un sottogenere dello steampunk. Esso si riferisce all’alterazione ucronico/fantascientifica di epoche storiche che vanno indicativamente dall’Antica Grecia all’Antica Roma, fino al periodo tardo-imperiale, e comunque prima del medioevo.
Come in tutti i filoni del “-punk”, le storie sandalpunk presentano tecnologie ed elementi anacronistici che alterano – parzialmente o totalmente – lo scenario storico in questione, così come noi lo conosciamo.”(secondo la definizione che ci fornisce lo stesso Autore)

Il Girola ambienta la vicenda all’epoca dell’Impero Romano nel periodo di dominio di Domiziano, compiendo una meticolosa opera di documentazione storica che rende ancora più succulento l’ebook in discussione.
La storia ci viene narrata in terza persona e con un unico punto di vista: quello di Caronte (scelta che ho particolarmente apprezzato, a dispetto dei molti che invece prediligono una moltitudine di POV). Costui è uno dei tanti gladiatori obbligati a combattere nell’arena contro i Cureti, mostri colossali e orripilanti provenienti dagli abissi della Terra e catturati dai romani a seguito della vittoria su Tartesso. Di questi abomini della natura, ne abbiamo per tutti i gusti, ma quelli che mi hanno più colpito sono il rospo gigante con denti acuminati, l’uomo rettile alto quindici metri e il Generale Ghorgon, un centauro dal corpo esapode.
L’elemento “punk” gioca un ruolo chiave in quanto sono presenti tecnologie anacronistiche per l’epoca, che Roma ha acquisito grazie allo studio degli steli di Beth Yerah. Vi sono infatti dirigibili, carri del fulmine che permettono di proiettare raggi laser in grado di uccidere decine di uomini e molti altri macchinari fantastici. Nondimeno è presente la magia, anche se in maniera limitata, detenuta dagli stregoni dei tartessiani.
Le pagine dell’ebook scorrono rapidamente grazie ad uno stile frizzante e agli scontri feroci che si susseguono durante la narrazione tra uomini e Cureti.
I personaggi sono ben caratterizzati e il protagonista presenta un solido e interessante profilo psicologico.
Non esagero dicendo che Gladiatori contro Kaiju di Alessandro Girola è un ebook straordinario che si differenzia dalla pletora di libri presenti sul mercato, poiché l’abile commistione di elementi (fantasy, storico, horror e ucronico) in esso presenti lo rendono un romanzo veramente originale e imperdibile per tutti gli amanti del fantastico; anche per coloro che si defiscono "scrittori".
Temete il Girola, vero mostro di narrativa fantastica!
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
I PRIMI 1000 RECENSORIil 28 settembre 2015
L'ultima fatica letteraria di Alessandro Girola prende spunto da un calderone in cui bollono film mitologici italiani degli anni '50 e '60 , Pacific Rim , miti persi e ritrovati e anche supereroi Marvel e DC comics .
Mischiando sapientemente tutti questi ingredienti lo stakanovista del self-publishing applicato alla letteratura fantastica italiana sforna l'ennesimo successo!
Senza soluzione di continuità e con un ritmo sempre molto sostenuto sfilano nelle pagine del racconto eroi disillusi , mostri dimenticati e recuperati , donne bellissime e misteriose , malvagi sicari e sottili affabulatori della politica imperiale .... il tutto condito da qualche spruzzatina di sesso qua e là , la giusta dose di cazzottoni e riferimenti a opere manga e cartoon giapponesi anni '80.
La formula si rivela , manco a dirlo.. , azzeccatissima , ed è un'altra scommessa vinta dall'autore milanese , dopo Zombie Italianissimi , Macisti redivivi e supereroi sfigatelli .
Complimenti e andiamo avanti così , anche perché il finale apertissimo ci rimanda sicuramente ad un seguito , che aspettiamo sicuramente entro breve .
L'unico appunto che mi sento di portare al bravissimo e prolifico Girola è che questo saltare continuamente da un personaggio all'altro , saghe di protagonisti che si susseguono e si intersecano con altre , di ambientazione e genere diverso , se da una parte mostrano la sua capacità di scrivere , e bene .., di cose molto diverse tra loro , d'altra parte possono disorientare alcuni lettori .
Seguire tutto e bene , rispettando cronologie e successioni delle varie opere può non risultare facile a chi si avvicina per la prima volta a qusto autore .
Termino con uno SPOILER : quindi leggetelo a vostro rischio ... verso la fine abbiamo una simpaticissima e gustosa vestizione dell'eroe alla Tony Stark , i Fan della Marvel saranno in brodo di giuggiole .
Comunque bravo Alex , non si può dire che la fantasia ti faccia difetto.. complimenti anche a Giodano Efrodini per la bellisma copertina e a Germano Hell Greco per l'editing perfetto .., visto quello che si vede in giro un'opera proposta professionalmente come questa riconcilia con la lettura digitale !
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 21 gennaio 2016
Il creatore che è il Girola, dopo aver generato un Mondo popolato da animali e mostri, non decise di riposare le sue membra il settimo giorno, bensì di istillare la sete di sangue in ognuna delle sue creatura, trasformando la Roma Imperiale in una giungla di ombre e lotte incessanti. Uomini, Kaiju e animali feroci che mesciano il loro sangue in un sidro che ci inebrierà in maniera sublime.
"Gladiatori contro Kaiju" è la dimostrazione della libertà espressiva degli autori indipendenti, capaci di plasmare i loro sogni e i loro incubi, che si abbracciano in maniera simbionte con le nostre stesse immagini cerebrali, di cui essi si fanno sibille e portavoci. Simbolo anche di un lavoro di cesellaggio perfetto, fatto con riferimento a fonti storiche accurate, l'opera del Girola costituisce una lettura imperdibile, capace di stupire ad ogni pagina.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 7 ottobre 2015
RECENSIONE DI TRUEFANTASY a cura di Francesco La Manno: Gladiatori contro Kaiju è un romanzo sandalpunk di Alessandro Girola, ovvero:

Kaiju“un sottogenere dello steampunk. Esso si riferisce all’alterazione ucronico/fantascientifica di epoche storiche che vanno indicativamente dall’Antica Grecia all’Antica Roma, fino al periodo tardo-imperiale, e comunque prima del medioevo.

Come in tutti i filoni del “-punk”, le storie sandalpunk presentano tecnologie ed elementi anacronistici che alterano – parzialmente o totalmente – lo scenario storico in questione, così come noi lo conosciamo.” (secondo la definizione che ci fornisce lo stesso Autore)... Continua a leggere al link: [...]
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 20 novembre 2016
L'autore da vita a un incredibile miscuglio di suggestioni dai film nipponici sui mostri giganti e di avventure ambientate nella Roma antica stile Gladiatore per creare qualcosa di bizzarramente fantastico e decisamente originale.
Nonostante le invenzioni dell'ambientazione avrebbero permesso all'autore di concedersi innumerevoli libertà dal punto di vista storico, non mancano i riferimenti puntuali e i segni della tangibile documentazione svolta: il risultato è un mondo incredibile ma storicamente credibile, che colpisce per il gusto nella creazione dei kaiju e nella citazioni di elementi mitologici rivisitati in gradevoli reinterpretazioni di gusto nipponico.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 24 settembre 2016
Un accostamento potenzialmente trash che si rivela invece ben costruito ed elegante.
Soprattutto nelle prime pagine il Mashup up fra antichi romani e mostri da manga mi ha lasciato un po' perplesso. Entrato nel vivo del racconto mi sono piacevolmente ricreduto: un buon ritmo narrativo, personaggi leggermente stereotipati ma credibili, una lettura più che gradevole che porta inevitabilmente a 'fare il tifo' per il protagonista (e per la sua armatura!)
Attendendo un seguito al finale aperto, non posso che consigliarlo.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso


I clienti hanno guardato questi articoli

Grexit Apocalypse
3,99 €
Un lavoro facile
1,99 €
Kaiju Delicatessen
0,99 €

Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui