Scopri Scopri AW17_IT_Sal_flyout Cloud Drive Photos Learn more En savoir plus Scopri Shop Kindle Shop now Clicca qui Scopri



il 14 gennaio 2017
Thriller abbastanza prevedibile che non ha mai catturato la mia attenzione, ho completato la lettura solo perchè non sono abituato a lasciare i libri a metà. La trama è piuttosto debole, purtroppo non posso spiegarne i motivi per evitare di svelarla e rovinare la sorpresa a chi deve ancora leggere il libro. Non posso però esimermi dal dire che tutti gli equivoci circa il ciondolo sono assolutamente inverosimili.
0Commento| 8 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
I PRIMI 1000 RECENSORIil 11 dicembre 2017
e mi ha convinto a comprarne un altro ... che mi ha convinto a prenderne un'altro ancora ...

ha dello spirito
si legge bene e velocemente
non si perde in chiacchiere troppo lunghe
aiuta il lettore a capire
che capisce solo perche ha tutti i pezzi insieme

Molti usano un poliziotto ... lui e' un giornalista ... con una lei procuratore ...
quindi nessuno dei due sa tutto
solo il lettore ma deve arrivare sempre all'ultima pagina
Ma non va di fretta e non preme (tipo quando il bambino nei film apre la porta)

devo essere sincero.
Mi ha colpito.
Forse nella scrittura e' troppo rozzo ... ma non credo che sia cosi'
E' scritto bene e funziona

Ve lo consiglio.

Anche in questo libro tra le altre cose mette in evidenza un rapporto maturo con la sua donna
fatto da due persone che nel mondo reale non hanno tempo per chattare ed il cellulare se lo perdono
e sopratutto ... quando gli telefoni hanno da fare ...
e per motivi di lavoro vivono praticamente ogniuno a casa loro.

In pratica un po' piu' della meta' delle coppie che conosco

Probabilmente sara' uno dei regali di natale.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 12 ottobre 2016
In questo libro si torna all'ironia del primo "Un Ristretto in Tazza Grande", non quella un po' stucchevole di "Come traccie sulla sabbia". Ed è ciò che salva questo terzo romanzo che, invece, in qualche pagina perde il ritmo serrato che Rivalta aveva sempre saputo mantenere negli altri. Peccato. In fondo il buon ritmo e l'ironia fine sono i due caratteri che tengono alto il livello di questa serie, perché ci sono esempi di buoni thriller che seppellirebbero questi romanzi. Invece lo stile molto particolare di Rivalta ti tiene sulle pagine col sorriso pronto e la mente sveglia. Sono bei libri, abbastanza ben scritti, che ti regalano qualche buona ora di lettura! Non è poco di questi tempi. Davvero, non è poca cosa.
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 25 dicembre 2016
Lo stile sobrio e brillante, punteggiato dai soliti spunti ironici apprezzabili, rendono la lettura di questo tipico giallo provinciale estremamente gradevole e divertente. Quello che lascia perplesso di questo autore è il plot, un po' improbabile e spesso forzato con il solito finale tirato per i denti. Voto di gradimento: 3,4/5,0.
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 2 maggio 2017
Giallo avvincente. Ci si immerge nel freddo inverno del Nord Italia e a tratti sembra davvero di sentire le folate di vento gelido descritte.
Ben scritto, scorrevole, affatto noioso. Tra le indagini c'è anche lo spazio per una storia d'amore ma non sdolcinata. Lettura piacevole per gli amanti dei gialli. Non conoscevo questo scrittore e leggerò sicuramente altro di lui.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 24 luglio 2016
Per me è il primo romanzo di questo autore ma l'ho letto con fatica. La prosa formalmente corretta si trascina con qualche stanchezza per più della metà della storia e l'intrigo poliziesco stenta a rivelarsi con qualche dinamicità. Niente di male, un giallo noir può permettersi divagazioni ma sarebbe auspicabile una maggiore snellezza. Simpatici e ben delineati i personaggi ma anche loro si perdono un poco in un fiume di parole che penalizza anche i dialoghi.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 9 novembre 2016
Questa è una serie che mi ha appassionato molto...prima di leggere questo ho letto gli altri due della serie che sono rispettivamente il 2° e il 3° per poi passare a leggere il 1°....Ma anche se non li ho letti in sequenza erano comunque chiari i collegamenti.
Davvero un bel libro da leggere in un fiato. Consiglio vivamente
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 5 giugno 2017
Una lettura gradevole, suspance e divertimento ben mescolati con una Giulia in grandissima forma. L'intrigo internazionale forse si poteva evitare, ma ľautore si muove con abilità su di un terreno che poteva risultare, a causa del vasto orizzonte, scivoloso e porta a casa una storia che si fa leggere tutta d'un fiato.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 30 luglio 2016
Noir di provincia, abbastanza ben scritto, si lascia leggere con piacere se non si hanno troppe aspettative. I personaggi forse sono un po' stereotipati ma simpatici e la storia ( come le altre della serie) è abbastanza verosimile. Tracce di humor qua e là aumentano il piacere di una lettura estiva, si, ma che non scade nella banalità.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 7 settembre 2017
Ero diffidente ma era in offerta e l ho comperato. l' ho letto in 4 ore, scritto molto bene un misto tra Faletti e Malvaldi la storia ti prende e vuoi arrivare alla fine. 260 pagine ma perché scritte in carattere piccolo diversamente sarebbero 350 come fanno ultimamente gli scrittori stranieri affermati.
Compratelo
Adesso io compro gli altri 3
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso


Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui