Scopri Books Cloud Drive Photos Scopri CE Scopri Scopri Fire Shop Kindle Shop now DVD e Blu-ray Sport

Recensioni clienti

4,8 su 5 stelle
8.601
4,8 su 5 stelle
Stile: 750 EVO|Dimensione: 256 GB|Cambia
Prezzo:68,39 € - 2.273,00 €
La tua valutazione(Cancella)Vota questo articolo


Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

il 11 gennaio 2015
Gli SSD 850 EVO sono i degni eredi della fortunata serie 840 EVO, e portano grandi miglioramenti in quanto a prestazioni, affidabilità e consumi, argomenti che tratterò nella mia recensione.

Iniziando subito con un consiglio per l'acquisto, se il budget ve lo permette andate sul modello 250GB, i vantaggi rispetto al 120GB sono principalmente due:
- miglior costo al GB
- migliori prestazioni (più IOPS in lettura casuale e il doppio di DRAM)

TECNOLOGIA: questi sono i primi SSD consumer (l'esclusiva l'ha avuta la serie "Pro") con memoria 3D V-NAND, tra l'altro a 32 layer, quando la concorrenza sta iniziando adesso a sviluppare la tecnologia a 16 strati. Cosa significa? Senza entrare nei dettagli, il costo di un chip è principalmente dovuto all'area: normalmente i chip vengono sviluppati bidimensionalmente, e quindi il consumo di area non è ottimale, con le memorie 3D è possibile "impilare" più strati in modo da aumentare drasticamente la densità di memoria. Questo ha benefici sia per i costi (penso infatti che questi SSD scenderanno entro pochi mesi a costi più bassi della serie 840 EVO) ma anche per esempio sui consumi e le performance, che ormai sono limitate solo dall'interfaccia SATA 6Gbps per quanto riguarda le velocità sequenziali.

CONSUMI: come dicevo sono un altro grande punto di forza, ecco perchè questa serie 850 EVO è ancor più indicata se montata su un portatile. Dati alla mano, si va da un consumo di circa 30mW in idle (contro i 100mW dei vari Crucial) a un consumo sempre ben inferiore ai 2W a pieno carico (anche in questo caso la concorrenza va spesso anche oltre i 3W), merito anche del processo produttivo a 20nm. La batteria ringrazierà e l'autonomia aumenterà, soprattutto se arriavate da un vecchio disco magnetico :-)

AFFIDABILITA': tratto per ultimo questo tema che spesso è oggetto di disinformazione e "terrorismo" psicologico. E' vero che ogni cella di memoria di un SSD, essendo fatta con tecnologia flash, ha un numero di scritture limitato. E' però anche vero che una volta installato il sistema operativo, i programmi e i giochi che ci interessano, un utente medio non effettua più molte scritture nel ciclo di vita del disco se non quelle inevitabili durante l'utilizzo che possono quasi essere considerate trascurabili, grazie anche ai controller sempre più evoluti che organizzano in modo intelligente le scritture. Certamente vanno rispettate le solite abitudini, tra cui fondamentale disabilitare la deframmentazione automatica (ma i sistemi operativi moderni riconoscono in automatico gli SSD e non dovrebbe essere necessario far nulla).
Con la serie 850 EVO ci sono stati grandissimi miglioramenti anche in questo senso, tanto che l'affidabilità (detta "endurance" in gergo) di questi SSD TLC (tre bit per cella, tecnologia destinata al mercato consumer) è paragonabile a quella degli SSD MLC (due bit per cella, tecnologia usata su drive per applicazioni professionali) degli SSD di altre marche. La garanzia infatti è addirittura salita a CINQUE ANNI, e Samsung garantisce i dischi da 120GB e 250GB per ben 75TB di scritture (41GB al giorno per 5 anni!!!). Se fate due conti supponendo di fare in media 5GB di scritture al giorno (che sono comunque una esagerazione per l'utente comune) vi renderete conto che probabilmente il resto del PC sarà da buttare ben prima che l'SSD tiri le cuoia. Salendo a dischi di capacità maggiore la garanzia è di 150TB di scritture.

Che vogliate revitalizzare un PC datato, velocizzare e aumentare l'autonomia a un portatile, o dare un tocco in più al vostro nuovo computer da gioco, questa serie 850 EVO grazie alle caratteristiche uniche e all'ottimo rapporto qualità prezzo è insomma una delle poche scelte da valutare al momento. Da segnalare anche l'ottima qualità del software Samsung Magician, che permette di gestire le funzionalità dell'SSD in modo semplice ed efficace.
22 commenti| 523 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 17 ottobre 2015
Sono stato convinto ad acquistare questo prodotto dalle ottime recensioni che ho trovato qui ed in giro per internet...

È un MUST per chi vuole dare una bella boccata d'aria fresca al suo vecchio PC!

Lo utilizzo come memoria principale con sopra SO e Programmi e in affiancamento ci ho messo il mio "vecchio" HD da 1 TB per i dati...va una favola!!! Il sistema si accende in 10 secondi!!! Io personalmente consiglio di acquistare anche un kit per il montaggio...a me non piace l'idea di avere un SSD penzolante per il case, anche se non dovrebbe accadere nulla...

!!!ATTENZIONE!!!: consiglio vivamente di eseguire la migrazione del sistema operativo utilizzando espressamente SOLO il software in dotazione!!! (Samsung Magician)

è ottimo e vi eviterà inutili grattacapi e perditempo (purtroppo ne so qualcosa...). Il software farà tutto da solo! Provare per credere!!!

!!!IMPORTANTE!!! - per sfruttare al meglio l'SSD dovete avere abilitata la modalità AHCI sul BIOS della vostra scheda madre. Se sul vostro BIOS questa non è attivata dovete procedere con un'installazione pulita del sistema operativo quindi non potrete utilizzare il Magician per migrare l'HD.
Questo perché se provaste prima a migrare l'HD e poi abilitare la modalità AHCI quasi sicuramente l'SO non partirà!!!

Spero di essere stato utile...Ciao a tutti!!!
:))
0Commento| 156 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
I PRIMI 500 RECENSORIil 24 dicembre 2015
Avendo un normale Hd, impiegavo circa 2 minuti per avviare il sistema operativo (windows 7), decisi quindi che era tempo di un upgrade e dopo aver letto decine e decine di schede tecniche alla ricerca del modello con la miglior lettura/scrittura e dal prezzo contenuto, optai per 2 modelli, l'ssd 850 evo da 250Gb e suo fratello maggiore la versione PRO.
Alla fine scelsi 850 evo per una questione di prezzo e anche per l'utilizzo che ne dovevo fare (sistema operativo e vari programmi)
Dai 2 minuti che impiegavo per accendere il pc, passai a 5 secondi un vero e proprio miracolo.
Le prestazioni sono strabilianti, anche col disco 50% pieno non cambiano e dopo un anno continua a lavorare in maniera eccellente senza mai crashare.

[...]
review image
0Commento| 294 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
I PRIMI 50 RECENSORIil 31 maggio 2016
Da oltre un anno ho un ottimo Samsung 850 Pro, che apprezzo molto e senza nessuna riserva.
Da un po' lo spazio ha iniziato a scarseggiare, per cui ho pensato di trasferire una delle due partizioni presenti, quella di Linux Mint, su un nuovo SSD.
La scelta è ricaduta sul nuovo Samsung 750 Evo, non tanto per esigenze di risparmio, quanto per la curiosità di provare un modello nuovo, anche sulla base delle recensioni, sia professionali sia degli acquirenti, che lo indicano come paragonabile ai modelli superiori almeno nelle prestazioni.
Purtroppo la mia esperienza diretta mi ha mostrato che le cose non stanno completamente così e devo dire che in parte sono rimasto un po' deluso.
Il 750 Evo è un buon prodotto ed ha buone prestazioni; come prodotto di fascia economica sarebbe eccellente, ma il fatto è che il suo prezzo non è da prodotto di fascia economica.
Si presenta nel classico formato Samsung, molto serio e d'aspetto "professionale", ed è esteticamente molto simile all'850 Evo, con finitura nera e quadratino grigio.
Ovviamente non produce nessun rumore e scalda molto poco.
Appena arrivato, nel taglio da 250 GB, l'ho formattato in NTFS lasciando 13 GB non allocati per un modesto over provisioning.
Ancora vuoto non ho potuto resistere all'effettuazione di qualche test di velocità, posto che le prestazioni sono la ragione principale d'acquisto per un SSD.
Crystal Disk Mark 5.1 ha rilevato dati prestazionali sia in lettura, sia in scrittura, quasi identici a quelli dell'850 Pro, cosa veramente sorprendente. Allego la schermata che mostra lettura sequenziale a oltre 550 MB/s e scrittura a oltre 510 MB/s. Ottime premesse.
Passato, però, a Linux Mint 17.3 ho eseguito delle prove con l'applicativo Disks (standard del sistema operativo) che ha il vantaggio di mostrare il grafico delle rilevazioni e non solo la media. Così evidenzia la consistenza delle prestazioni.
Come si vede dai due file allegati la velocità di lettura è stata confermata essere pressoché equivalente a quella, molto alta, dei modelli superiori; al contrario ho riscontrato che quella di scrittura sequenziale, dopo un iniziale picco dovuto quasi sicuramente all'uso della memoria tampone, si attesta sui 230 MB/s, costanti e stabili. E' una prestazione buona, ma lontana dai 450 MB/s costanti dell'850 Pro.
Ho deciso poi di tornare a Windows 10 per provare ancora questo SSD 750 Evo. Ho copiato su di esso un file da quasi 10 GB (trasferendolo dal veloce 850 Pro) riscontrando la stessa caduta della velocità di scrittura.
Francamente sono incerto se tenere il 750 Evo. E' vero che nell'uso normale, data anche l'alta velocità di lettura anche casuale, questo SSD funziona benissimo ed è quasi impossibile avvertire le differenze di prestazioni rispetto ai modelli superiori.
Però è anche vero che il prezzo di questo modello è troppo vicino a quello dell'850 Evo. Inoltre c'è da considerare anche la minore garanzia offerta da Samsung, che è più che dimezzata (35 TWB contro 75).
In conclusione posso dire che a mio parere il 750 Evo è un buon modello di fascia media (visto quanto costa, non è di fascia economica), ma il divario di prezzo rispetto alle versioni superiori dovrebbe essere più elevato. Credo che il risparmio di 10 o 15 Euro non giustifichi la rinuncia prestazionale in scrittura e la forte riduzione della garanzia.

AGGIORNAMENTO DEL 17.06.2016
Alla fine ho deciso di tenerlo, forse più per la poca voglia di rimuoverlo dal computer che per la reale convinzione di aver fatto la scelta migliore d'acquisto.
Ci ho installato sopra Linux Mint 18 (ancora in beta) e devo dire che il sistema funziona benissimo su questo SSD: all'atto pratico, come dicevo nella recensione, le sue prestazioni risultano quasi sempre indistinguibili da quelle dei modelli superiori; peraltro, anche in termini assoluti le sue velocità risultano comunque più che buone.
Nel frattempo ho anche eseguito qualche test aggiuntivo usando AS SSD Benchmark, dei cui risultati allego le immagini.
Le prestazioni in scrittura sequenziale restano inferiori a quelle dei modelli Samsung 850 Pro ed Evo, ma quelle in scrittura casuale si difendono bene. Da notare anche i dati espressi in IOPS, che in qualche caso riescono pure a eguagliare quelli dell'850 Pro.
Resta il fatto che le prestazioni in scrittura sequenziale, ad esempio in fase di copia, sono quasi dimezzate rispetto ai modelli superiori e che la garanzia è più che dimezzata.
Il prezzo, peraltro, si è abbassato rispetto al momento del mio acquisto e si è avvicinato a quello dei modelli concorrenti di altri marchi, che costano meno ma sono anche obiettivamente inferiori nelle prestazioni. Infatti, a mio avviso il vero problema di questo 750 Evo non è la concorrenza esterna (con l'unica eccezione del Sandisk Ultra II, forse), quanto quella interna dell'850 Evo, il cui prezzo è superiore, ma non di molto.
review image review image review image review image review image review image review image
1111 commenti| 197 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 1 ottobre 2014
Mettiamola così, ora che ho messo le mani su questo gioiellino, gli HDD li evito come la peste...sono lenti, rumorosi e scaldano come stufe! Installare questo Samsung SSD 850 PRO è stato il miglior upgrade che potessi fare per il mio ormai vecchio pc desktop. Ora tutto gira maledettamente veloce; i programmi si aprono in un niente, le scansioni antivirus dell'intero sistema (che prima duravano ore) richiedono una manciata di minuti, ma la cosa che dà più soddisfazione è la velocità con la quale si spegne e riaccende il pc. Per fare un parallelo, è come installare su un motore spompato di una vecchia auto, un kit al NOS! Per ottenere le migliori performance dal Samsung SSD 850 PRO, bisogna installare il software Magician (che si trova nel cd in dotazione) ed effettuare le dovute ottimizzazioni del sistema. Bisogna ricordarsi inoltre, che se si effettua un'installazione pulita del Sistema Operativo, di entrare prima nel BIOS e alla voce <SATA MODE> mettere <AHCI>. Se invece optate per la clonazione (con Data Migration) del S.O. dal vecchio disco, è comunque possibile abilitare AHCI nel BIOS, previa modifica (per quanto riguarda Windows 7) al Registro di Sistema: HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\Msahci e nel valore <Start> inserire 0 (zero) quindi chiudere, riavviare il Sistema ed...Enjoy! Gestione ordine e tempi di consegna, tutto impeccabile come al solito.
0Commento| 189 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
Ho dovuto restituire il Samsung Evo 840 (Amazon me l'ha rientrato in garanzia nonostante l'avessi acquistato nel dicembre 2013) per problemi di affidabilità probabilmente legati al noto problema che ha manifestato quel prodotto.
Inizialmente ero orientato verso il Sandisk Extreme Pro, prodotto eccellente, ma alla fine ho deciso di acquistare il nuovo Samsung 850 Pro, in quanto unanimemente risultante il massimo disponibile.

Ho eseguito test in ambiente Windows ed anche Linux Mint, riscontrando prestazioni obiettivamente non molto diverse dal precedente Samsung 840 Evo (quando funzionava): le velocità di lettura e scrittura sequenziali sono migliorate da 10 a 30 MB/s, mentre quelle casuali sono in linea con le precedenti.
I dati di Samsung Magician in IOPS in lettura e scrittura all'inizio sono stati inferiori a quelle dell'840 Evo, attestandosi per entrabe le rilevazioni intorno ai 66.000. Ho creduto ad un difetto dell'unità, ma lavorando un po' con le impostazioni di sistema l'unità è salita a 96.000 in lettura e 80.000 in scrittura. I dati sono ancora un po' inferiori a quelli del precedente 840 EVO, ma credo che ottimizzando ulteriormente il sistema si possa arrivare alle prestazioni dichiarate.

Allego alcune immagini. La prima mostra i risultati di Samsung Magician in ambiente Windows 7 Professional 64, che riporta velocità sequenziali superiori al dichiarato (oltre 560 MB/s in lettura e oltre 530 in scrittura), e IOPS come detto un po' inferiori al previsto in scrittura.
Le rilevazioni sono confermate con due diverse edizioni di Crystal Disk Mark, riportate nella seconda immagine (versione 4 e 3.04)
Le ultime tre immagini sono tratte dal benchmark di Disks in ambiente Linux Mint 17.1: sono riportate le velocità in lettura e scrittura sequenziale con le linee blu e rossa, testate su 20 campioni ciascuna per ognuna delle tre dimensioni, ed i tempi di accesso su 100 campioni.
Come si vede, con campioni di 200 e 500 MB si riscontrano velocità di lettura superiori a 565 MB/s e in scrittura superiori a 530 MB/s. Solo usando campioni di 10 MB le velocità scendono, ovviamente, un po', pur restando a livelli elevati.
Preciso che ho eseguito i testo con motherborda Asrock Z77 Pro3, Intel Xeon E3 1240v2 (equivalmente all'i7 3770), 12 GB DDR3, 2 hard diks da 4 TB ciascuno, 1 hd da 1 TB e, BD RW e ovviamente SSD Samsung 850 PRO 256 GB, partizionato come segue: 130 GB per Windows, 10 GB per swap Linux, 20 GB non allocati per over provisioning ed il resto formattato in EXT4 per Linux Mint Mate 17.1.

Windows 7 Professional 64 si avvia sino alla finestra di autenticazione in circa 12 secondi, dopo l'inserimento delle credenziali serve 1 secondo per la comparsa del desktop e poi altri 5 secondi per la piena operatività del sistema.
Linux Mint Mate 17.1 si avvia in 4 secondi sino alla finestra di autenticazione ed in altri 2 secondi alla completa funzionalità.

Prezzo elevato, ma garanzia di 10 anni e prestazioni massime. Al momento non c'è nulla di superiore.

AGGIORNAMENTO DEL 4/05/2015
L'ottimizzazione del sistema ha incrementato ancora le prestazioni: IOPS in lettura e scrittura rilevati sono adesso in linea con i valori (elevatissimi) dichiarati. Dall'ultima rilevazione che ho effettuato emerge come Samsung Magician riscontri oltre 86.000 IOPS in lettura e oltre 87.000 in scrittura, ferme restando le prestazioni in lettura e scrittura sequenziale, che superano i dati dichiarati attestandosi a 563 MB/s in lettura e 525 in scrittura.
Da notare che ho configurato l'unità per "massima affidabilità" e non "massime prestazioni".
Eccellente.

AGGIORNAMENTO DEL 21.04.2016
A quasi un anno di distanza dall'acquisto l'SSD continua a funzionare egregiamente (ci mancherebbe altro, ma lo preciso perché l'840 Evo mi aveva dato non pochi problemi già dopo alcuni mesi).
I differenti moduli di memoria, evidentemente, fanno la differenza.
Uso il PC pressoché quotidianamente, per elaborazione immagini e video in massima parte. L'uso dell'SSD è quindi intenso.
Ne sono assolutamente soddisfatto e reputo questo il migliore prodotto della sua categoria, sicuramente un po' più costoso di altri modelli, ma di certo dotato di prestazioni superlative (per l'interfaccia SATA 3, ovviamente).
Il taglio da 256 GB che ho scelto, però, con il sistema in dual-boot (Windows 10 e Linux Mint 17.3, attualmente) va un po' strettino. Lo spazio, soprattutto per Linux Mint che ha una partizione più piccola, non è certo abbondante.
Credo che acquisterò un secondo SSD dello stesso taglio in cui trasferire Linux Mint (o meglio, reinstallarlo non appena si rende disponibile la nuova versione).
A chi debba procedere all'acquisto di un unico SSD, consiglio vivamente di scegliere un modello da 512 GB (o 480, per altre marche); il taglio da 256 GB potrebbe andare bene solo per un sistema strettamente dotato di un solo sistema operativo ove non si necessiti di molto spazio per operare.

Allego due nuove immagini che rappresentano nuove rilevazioni prestazionali eseguite con CrystalDiskMark in versione 4 e 5.1, in ambiente Windows 10. Come si vede, pur essendo la partizione occupata all'84%, le prestazioni in lettura e scrittura sono rimaste sostanzialmente invariate (e molto elevate).
Non ho riscontrato, comunque, nessuna degradazione neppure nella lettura di dati scritti quasi un anno fa, come era invece accaduto con l'840 Evo.
review image review image review image review image review image review image review image
22 commenti| 54 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 29 novembre 2015
Installato su macbook pro 13 late 2012.
Funziona perfettamente come una scheggia! Il mac si avvia in pochi secondi ed è subito utilizzabile.
Ne sono entusiasta! Ho praticamente un macbook nuovo e prestante. Ho installato sull ssd tutte le App e il sistema operativo, mentre download e file stanno sull hard disk, così da sfruttare al meglio le potenzialità di questo PRO. soddisfatta in tutto, spedizione compresa.
0Commento| 6 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 7 agosto 2016
Questo sarà il terzo che compro.
Ottimo prodotto dalla velocità sublime.
Montato su un Laptop Toshiba CORE DUO 2 con 4Gb di Ram-
Windows 10 Pro gira che è una bellezza.
Sempre precisa e rapida la spedizione.
Consigliato per accelerare le prestazioni di un PC, anche leggermente datato.
0Commento| 5 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 9 maggio 2016
Ho acquistato anche il "fratello minore" da 250 gb e come quello anche questo mostro di velocità non ha deluso le aspettative. Leggero e di facile utilizzo riporta in auge computer ormai dati per spacciati.Vi arriverà a casa con il programma samsung (fantastico e semplicissimo da usare) per la clonazione del vostro disco
Consigliato al 100%
0Commento| 5 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 30 ottobre 2016
Ho acquistato questo SSD per sostituire il vecchio HD del mio MacBook Pro. Un ssd del genere di fascia medio-alta che ripaga tutte le aspettative! Prestazioni da paura. Il mac si accende e si spegne in una manciata di secondi, le app si aprono in modo rapidissimo, davvero un fulmine. Può essere utilizzato sia all'esterno che all'esterno indistintamente, per ora non sembra crei surriscaldamento e i materiali sembrano di buona qualità e molto resistenti. Lo consiglio vivamente a tutti coloro i quali hanno intenzione di velocizzare il loro computer considerando che difficilmente riusciranno a trovare un prodotto migliore con un rapporto qualità/prezzo come questo. Davvero soddisfatto. Soldi spesi bene, come poche volte capita. Spero di essere stato chiaro e utile, sarà mia premura modificare la recensione se dovessi riscontrare problemi nel corso dei mesi a venire.
0Commento| 3 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso

Domande? Ottieni risposte rapide dai recensori

Per favore, verifica di aver inserito una domanda valida. Puoi modificare la domanda oppure pubblicarla lo stesso.
Inserisci una domanda.
Visualizza tutte le 1000+ domande con risposta


Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui