Scopri Toys Books Cloud Drive Photos Scopri Learn more CE Scopri Scopri Shop Kindle Shop now Scopri Scopri Sport


Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

il 27 febbraio 2016
Maciste contro Gamera è un racconto new weird di Alessandro Girola, quarto volume della omonima saga, uscito il 7 febbraio 2016. Come i precedenti, appartiene all’universo narrativo 2MM Darkest ed è un ebook autoconclusivo.
La storia ci viene narrata in terza persona, dal punto di vista di Maciste che viene catapultato dagli Oneiroi nel 1546 d.C., nel Regno di Nuova Granada (Colombia), dove prende parte alla spedizione di Martin de Valdivia, un hidalgo il cui scopo è conquistare un tesoro inca. La missione tuttavia non risulta così agevole in quanto le tribù di indigeni, oltre ad essere agguerrite, detengono alcuni ancestrali segreti che permettono loro di custodire le ricchezze dagli assalti dei razziatori.
L’ambientazione è descritta con grande attenzione e pignoleria dal Girola, il quale si premura di fornirci numerose note, che ci permettono di comprendere meglio parte della cultura inca. Inoltre, in ambito militare, sono citate molteplici armi utilizzate da quelle popolazioni e dagli spagnoli dell’età moderna.
Maciste è il personaggio che viene sviluppato in maniera preponderante in questa vicenda, come è normale che sia in un racconto di questo genere. Costui rappresenta l’archetipo dell’eroe e suo malgrado diventa il burattino degli Dei, poiché si trova ad essere trasportato nel tempo e nello spazio, a compiere missioni sconosciute.
Debbo dire che la vicenda è affascinante e scorre velocemente, senza inutili orpelli, presentando alcuni importanti colpi di scena, di assoluto interesse. Non mancano nemmeno magia, battaglie, scontri cruenti, creature terrificanti e vi sono anche alcuni lucertoloni giganti cavalcati dagli indigeni.
In Maciste contro Gamera, Alessandro Girola dimostra ancora una volta di essere dotato di una prosa eccellente, di una fervida immaginazione e di grande rigore, fondendo in maniera egregia l’azione, il peplum, l’orrore, il soprannaturale, i kaiju e l’epoca storica del conquiste del Nuovo Mondo.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 16 febbraio 2016
In questa quarta puntata delle avventure del semidio , Alessandro Girola ci conduce nel nuovo mondo fresco di colonizzazione castigliana e ancora inesplorato .
Maciste aggregato ad una armata Brancaleone di conquistadores si troverà ad affrontare nemici potenti ma soprattutto gli echi delle sue origini , ancora avvolte nel mistero ....
Non aggiungo nulla sulla trama per non guastare il piacere della lettura a chi intendesse cimentarvisi , tra l'altro questa novella è anche più corposa del solito e questo aggiunge spessore alla trama ed ai personaggi , cosa che non guasta .
A mio parere siamo di fronte ad un Maciste più maturo e consapevole della propria natura , che si pone domande e cerca risposte anche al di fuori dello stretto rapporto onirico con i semidei che lo attivano di quando in quando ...
Piace che il personaggio sia cresciuto di racconto in racconto , diventando più umano e con uno spessore letterario proprio di un protagonista di una saga che , si presume , si stia avvicinando al completamento .
Racconto godibile e stilisticamente affine agli altri della serie , con la mano di Girola che si distingue sempre per un tratto veloce e privo di fronzoli , uno stile quasi fumettistico che , in questo frangente , sposa perfettamente la natura del personaggio ed il filone cinematografico a cui si ispira .
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 12 agosto 2016
Continuano le avventure in giro per il Tempo per l'eroe Maciste. Questa volta siamo dalle parti del sud america, durante l'epoca dei conquistadores. Maciste è un personaggio misterioso, ma in questa storia vengono forniti nuovi e importanti indizi sulla sua vera natura, con l'impressione che a breve, nella saga, verranno rivelati dettagli anche sulle dinamiche dei suoi spostamenti.
La storia è ben orchestrata, si sviluppa per gradi, senza fretta, affiancando a Maciste alcuni personaggi secondari molto interessanti (ad esempio il vecchio indovino Ozco). Il gran finale, ricco d'azione e di combattimenti, tiene altissima l'attenzione, e ripaga ampiamente della lettura.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 10 febbraio 2016
Se vi avvicinate adesso alla saga di Maciste vi conviene recuperare gli altri volumi per poter apprezzare al meglio questo, anche se si tratta di un racconto autoconclusivo.
Una commistione di generi ottimamente assortiti che scorre via in poche ore e vi lascia la voglia di approfondire le avventure del forzuto.
Per chi conosce il resto dell' universo di Girola troverà sottili agganci e collegamenti che pongono le basi per gli sviluppi futuri della saga.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso


I clienti hanno guardato questi articoli

2,99 €
0,99 €
2,99 €
0,99 €

Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui