Scopri Books Cloud Drive Photos Scopri Learn more Scopri Fire Shop Kindle Shop now Scopri Sport


La tua valutazione(Cancella)Vota questo articolo
Condividi i tuoi pensieri con altri clienti

Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

il 23 gennaio 2017
Il capitolo finale delle vicende del Basilisco ci porta nel mezzo di una battaglia urbana, a Milano. Una specie di scontro di civiltà con le caratteristiche di una guerra civile (siamo sempre noi i peggiori nemici di noi stessi): l'ondata populista che sta montando, qui e ora nel nostro mondo reale, viene trasposta dall'autore in forma letteraria: il fatto che questa guerriglia sia combattuta da uomini con poteri speciali non cambia la realtà che viene rappresentata e si tratta di una realtà fatta di persone che sono disposte a credere a qualsiasi cosa, siano bufale o menzogne di convenienza, per uscire dalla propria gabbia sociale. E' una lunga amara considerazione, questa narrazione, in cui nessuno pare essere completamente libero di essere quello che vuol essere, nemmeno si se possiedono dei superpoteri, quando si trova alla mercè di forze più grandi di sé. Allora è solo questione di fare le scelte giuste, di seguire la ragione anche a discapito di idealismi, ideologie o fantasie. Arrivederci, Basilisco.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 7 luglio 2016
Un gioiello.
Non si può dire nulla di diverso di questo volume conclusivo della saga del Basilisco.
Intreccio, narrazione e stile sono ai massimi livelli; il vento dell'antipolitica, dell'eversione e della disinformazione soffia potente su Milano, alimentato da nemici del Basilisco vecchi e nuovi.
La battaglia di Milano, da sola, vale il prezzo della lettura. Poi c'è anche tutto il resto, magnifico.

Nella speranza che quello del Basilisco sia solo un "Arrivederci", e non un "addio".
Ce lo deve.
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
Terzo e ultimo capitolo della saga milanese sui metaumani e girini contagiati dalla teleforce : i super creati dalla fantasia degli autori di Due Minuti a Mezzanotte . Alessandro Girola rappresenta uno degli autori più prolifici tra questi e sicuramente quello che finora ha più sfruttato l'elemento italiano come location per le imprese dei mutanti , spesso controvoglia e con problemi di personalità , creati dalla fantasia del pool di autori italiani .
Questa terza parte delle avventure del Basilisco , l'eroe improbabile che si trascina tra imprese e officina meccanica , non delude affatto le aspettative , anzi , ma a maggior ragione appare solo nominalmente come l'ultima frazione della storia .
E' infatti lampante come ci siano abbondanti segnali e spinte narrative che ci portano a pensare che , magari in un futuro non troppo lontano ... , si possa leggere delle avventure degli italiani a Fortress Europe , la strana congrega di metaumani al servizio della legalità e dell'ordine tramite le forze dell'ordine ed i servizi segreti europei .
Girola stende un tappeto molto carico di drammaticità e di phatos su di una vicenda solo apparentemente fumettistica , con una capacità di coinvolgimento emotivo notevole nel lettore , senza bisogno di trucchi e colpi di scena letterari di quart'ordine ma solo attingendo alle sue notevoli capacità letterarie .
E , se mi si consente .., dimostrando che quando vuole e non si limita alla pur notevole narrazione veloce e rapida che lo contraddistingue , dispone nel proprio paniere di scrittore di doti narrative ed empatiche non comuni .
Un tris narrativo , questo della saga del Basilisco ... , che non può mancare nella biblioteca degli appassionati di letteratura fantastica italiana contemporanea .
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 13 ottobre 2016
La trilogia del Basilisco, come gran parte delle opere di Alessandro Girola, colpisce per la narrazione coinvolgente, le trovate geniali, i colpi di scena. Inoltre ho visto raramente narratori badare così tanto al dettaglio della 'realtà moderna', ovvero fornire un ruolo fondamentale alle nuove tecnologie e ai social media, che di fatto sono una parte molto importante di questa nostra epoca; non tenerne conto avrebbe reso meno realistica e intrigante la storia. Un'ottima appassionante lettura, che consiglierei agli amanti dell'avventura, della buona letteratura e, perché no, anche agli amanti del fumetto supereroistico, sono certo che non rimarrebbero delusi.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 1 luglio 2016
Grande conclusione (ma sarà proprio così) della saga del Basilisco. Il super eroe milanese questa volta ha a che fare con movimenti pseudo politici, fan di facebook e altri oscuri personaggi. La sua squadra questa volta si amplia con qualche rinforzo che arriva dall' estero e con una gradita sorpresa tutta italiana.
Racconto in farcito di citazioni e velate allusioni alla nostra situazione attuale, si legge tutto di un fiato e si rimane in attesa di nuovi sviluppi visto che la conclusione lascia aperte delle questioni..
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 10 agosto 2016
Ottima conclusione per la trilogia del supereroe Basilisco. La storia segue lo stile adottato nel secondo volume: un intreccio di fantapolitica (forse non poi "fanta", visti i collegamenti con i movimenti populisti, la sempre maggior diffusione di bufale e analfabetismo funzionale), spionaggio e action. Lo scenario che si crea è la degna conclusione della saga, un punto di arrivo, ma anche probabilmente un nuovo punto di inizio.
Per chi è interessato a scoprire come il genere supereroistico possa inserirsi nel contesto socio-politico italiano consiglio di leggere tutti e tre i volumi della trilogia, come un unico romanzo, capace di descrivere una Milano - e di riflesso un'Italia - realistica e ambigua, e lasciare spunti di riflessione molto interessanti.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 4 ottobre 2016
Si conclude qui la prima TRilogia del Basilisco. Speriamo davvero non sia l'ultimo atto per il primo supereroe italiano, però.
Perchè Girola ha costruito un eore che non può e non deve andare in soffitta, non dopo un acuto così alto come quello di questo libro. Gran lavoro di costruzione di un mondo, di una trama e di un intreccio per nulla semplice. Grandi rivelazioni, com'è giusto che sia, in un finale al cardiopalma. Al Basilisco ci si affeziona subito... e l'unico retrogusto amaro è la paura di non leggerne più.
Action serrata e ben descritta, gran ritmo... un ottimo lavoro.
Con uno stile leggerissimamente più fumettistico e meno educato, sarebbe stato un capolavoro!
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 24 luglio 2016
ottimo testo storia serrata grandi personaggi. insomma da non perdere ! leggete anche gli altri 2 romanzi del ciclo. non rimarrete delusi
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso