Scopri Scopri Cloud Drive Photos Learn more CE En savoir plus Scopri Shop Kindle Shop now Clicca qui Scopri Sport GoW



il 25 novembre 2016
+++ Dopo essere personalmente stato all'evento Zenvolution di ASUS ho avuto la possibilità di testare questo Zenfone MAX +++

Chi mi segue sui social (youtube.com/Francesco Roma YT) sa benissimo che sono stato presente all'evento di ASUS a Milano nel quale sono stati presentati i nuovi dispositivi tra cui anche l'ASUS Zenfone 3 MAX, dispositivo che oggi andrò a recensire e che con la sua batteria infinita mi ha convinto sotto molti punti di vista.

+++ Confezione +++

Piacevole sorpresa all'interno della confezione, poiché ormai ero abituato a scatole contenenti solo caricabatterie da parete e cavo USB, mentre ASUS consegna all'utente anche un adattatore USB-OTG davvero utilissimo se si vogliono trasferire file direttamente da una chiavetta USB allo smartphone o viceversa, e se non bastasse in dotazione ci sono anche delle cuffie dalla qualità notevole ed un design abbastanza ricercato.

+++ Materiali e Design +++

Parlando di materiali e design siamo ad un livello nettamente superiore rispetto alla precedente gamma Zenfone 2, questi nuovi device sono una fusione tra prestazioni migliorate e design ricercato con un risultato assolutamente piacevole nel caso di questo Zenfone 3 MAX che noi abbiamo ricevuto in colorazione bianca.

Il corpo di questo smartphone è realizzato in alluminio nella parte posteriore e laterale con questi bordi stondati che sembrano avvolgere il display e che mi è piaciuto anche se la scelta del retro metallico personalmente non mi fa impazzire in quanto spesso freddo e distaccato al tatto (sono considerazioni personali), ma a livello estetico si nota la cura nel dettaglio e l'assemblaggio è più che buono.

Sempre nella parte retrostante è presente la camera da 13MP che sporge di circa 1mm ma che non sembra potersi graffiare o danneggiare riponendo lo smartphone su una superficie poiché circondata da cornici che non fanno entrare in contatto la lente con la superficie sul quale riponiamo il device.

Sono presenti ovviamente entrata jack 3,5mm nella parte superiore dell'ASUS Zenfone 3 MAX ed entrata per USB 2.0 ma manca la compatibilità con la ricarica rapida in quanto il processore non è un Qualcomm.

+++ Display +++

Frontalmente troviamo il pannello display da 5.2" purtroppo in risoluzione HD e non Full HD quindi 1280x720 pixel ad una risoluzione di 282ppi che tutto sommato non mi ha fatto sentire la mancanza di un display a risoluzione maggiore perchè si comporta bene sia sotto la luce del sole che a livelli di luminosità bassa (un appunto alla luminosità minima forse troppo alta).

L'angolo di visuale è soddisfacente così come la vividezza dei colori che risultano ben saturi e ricchi, il pannello è un IPS LCD e nonostante la risoluzione inferiore rispetto all'ormai ordinario FullHD è un display piacevole anche per la lettura e la visione di filmati.

+++ Dotazione tecnica +++

Eh si, avete sentito bene, il processore non è un Qualcomm ma un MediaTek MT6737M Cortex-A53 Quad-Core da 1.3 GHz che potrebbe far pensare al peggio ma in realtà ho utilizzato questo smartphone per 2 settimane filate senza troppi problemi ma con la consapevolezza che si tratta di un prodotto da 199€.

Detto questo anche il Benchmark ha dato risultati incoraggianti e giochi come Asphalt 8 girano senza problemi e con la funzionalità gaming integrata da ASUS che consente di ottimizzare il dispositivo in fase di gaming e di entrare in una community in cui poter mostrare una live del gioco oppure creare una diretta video su YouTube con estrema facilità!

I GB di RAM a disposizione del Zenfone 3 MAX sono 2 e purtroppo questo significa che durante il suo utilizzo ci ritroveremo con qualche impuntamento se utilizziamo troppe app contemporaneamente. Se fossero stati 3GB sarebbe uno smartphone perfetto a 199€.
La memoria di storage è di 16GB ma espandibile tramite il carrellino estraibile con la spilletta in dotazione dentro il quale sono presenti anche slot per 2 nano SIM.

+++ Fotocamera e Multimedia +++

Le fotocamere di questo ASUS Zenfone 3 MAX sono di qualità buona, meglio ovviamente la camera posteriore da 13MP che produce degli scatti apprezzabili con risoluzione 4128 x 3096 pixel ad f 2.2 con colori vivi e senza troppo rumore video, particolarmente apprezzata la funzionalità HDR che su questa camera da veramente il meglio di se anche se bisogna restare fermi per qualche istante.

La camera anteriore invece è una 5MP ma di qualità sotto le aspettative, nulla di tragico ma da una camera a questa risoluzione ci si aspettava qualcosa in più. Anch'essa dispone della funzione HRD e della bellezza viso.
Anche i filmati non sono male, la risoluzione massima di registrazione è il FullHD a 30fps con un risultato buono e sicuramente in linea con questa fascia di prezzo.

Parlando invece dell'audio di questo smartphone posso dirvi che nell'ambito delle telefonate, in ascolto l'audio risulta di un livello ottimo e ben scandito mentre l'altoparlante principale ci ha lasciato un pò a bocca asciutta, non è soddisfacente la qualità del suono e tantomeno il livello del suono.

+++ Batteria +++

Come si può non fare un focus esclusivo in riferimento alla batteria di questo ASUS Zenfone 3 MAX che è da ben 4130mAh ed è ovviamente la caratteristica principale di questo smartphone. E' impressionante la sua durata in quanto lo abbiamo davvero stressato e con risultati entusiasmanti, 7h di schermo acceso nonostante giochi, social, YouTube, navigazione web e tutto ciò che potesse mettere in difficoltà questo dispositivo.
La carica non è rapida come precedentemente specificato e si completa in circa 2h e mezza con una durata complessiva di un giorno e mezzo con un utilizzo blando.

+++ Conclusioni +++

Insomma questo Zenfone 3 MAX mi ha convinto perchè il suo compito è quello di offrire una carica infinita senza perdere di vista le prestazioni ed il risultato è un dispositivo bello, fluido quanto basta e con una batteria che dura tranquillamente 1 giorno e mezzo!
review imagereview imagereview imagereview imagereview image
11 commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 29 luglio 2017
CONFEZIONE: 7,5
La confezione è molto bella e ben studiata, in piena tradizione Asus troviamo su un lato i ” tondini ” con indicate alcune delle specifiche tecniche del dispositivo, mentre sulla parte frontale si legge chiaramente 4100 mAh long life battery ad indicare che il punto di forza di questo dispositivo è senza ombra di dubbio la batteria. La confezione è molto ricca e d al suo interno troviamo il caricatore da muro con uscita a 2.0 A per una ricarica veloce, le cuffie in-ear di ottima fattura, il cavo USB micro-USB per la ricarica e un adattatore micro-USB usb per attaccarci chiavette o HDD esterni o per usare lo stesso smartphone come batteria esterna.

MATERIALI E DESIGN: 8
Questo zenfone 3 max supera grandemente la versione precedente per quanto riguarda materiali e design. Troviamo infatti un corpo unibody in alluminio, fatta eccezione per le due bande in alto e in basso per via delle antenne, stondato 4 lati che permette una presa solida nonostante la scivolosità dell’alluminio verniciato. Batte il predecessore anche per portabilità, infatti abbiamo dimensioni decisamente più contenute ( 149,5 x 73,3 x 8,5 mm contro i 155 x 77,5 x 10,55 mm del vecchio modello ) e dal peso ridotto ( 148 gr contro 202 gr ) che permette quindi di gestire meglio il dispositivo anche in situazioni durante le quali dobbiamo sbrigarcela velocemente.Sul posteriore troviamo una fotocamera da 13 megapixel, il flash led single tone, il secondo microfono per la soppressione dei fruscii, la cassa per l’audio multimediale ed in sensore finger print per sbloccare il telefono. Sul lato inferiore sono posizionati l’aggancio micro-USB per la ricarica ed il primo microfono, lato superiore troviamo solo il jack da 3,5 per le cuffie mentre il lato sinistro è totalmente pulito fatta eccezione per il carrellino per micro sim e micro sd, sul lato destro troviamo il tastino di accensione e spegnimento ed il bilanciere del volume in finitura zigrinata classica di Asus. Infine frontalmente abbiamo la fotocamera da 5 megapixel, la cassa per l’audio in capsula e il display da 5,2″ HD IPS LCD. Asus ha lavorato benissimo proponendo un dispositivo esteticamente e fisicamente premium ma low cost

DISPLAY: 9
Il display è una matrice IPS LCD da 5,2″ HD ( 1280 x 720 pixel ) con una densità di 282 ppi, un’ottimo display. Non è possibile la taratura dei colori ma non è necessaria perché riproduce molto bene tutti i colori, i bianchi tendono leggermente all’azzurrino ma nulla di drastico mentre i neri, in pieno stile IPS, non sono assoluti ma tendono all’antracite ( grigione scuro ). Su questo display i contenuti multimediali sono estremamente godibili grazie ad una buona risoluzione e ad una resa dei colori ottima. La luminosità non è eccessivamente alta e tra l’altro il sensore per l’autoregolazione della luminosità funziona benissimo permettendoci di vedere bene il display sotto ogni condizione di luce.

HARDWARE: 8
Questo zenfone 3 max non è solo costruito bene e non ha solo una bella estetica, troviamo anche un buon equipaggiamento dal punto di vista dell’ Hardware. All’interno abbiamo un processore Mediatek MT6737M quad core da 1,3 Ghz che per mette al dispositivo dei bassi consumi ma senza rinunciare a buone prestazioni. Il tutto è supportato da 3 GB di ram ( 1 GB in più della versione precedente ), dalla GPU MaliT720MP2 che si comporta benissimo nel gaming e non scalda in modo eccessivo. Infine abbiamo una memoria interna di 16 GB espandibili fino a 64 tramite micro SD. Buoni i risultati dei Benchmark ottenuti con AnTuTu Benchmark che vede questo Asus zenfone 3 max totalizzare un punteggio di 40102 punti, buono per la sua categoria.

SOFTWARE: 8,5
Alla base troviamo Android 6.0.1 con interfaccia zenUI che ormai conosciamo benissimo. Un interfaccia di sistema iper personalizzabile che non vi farà sentire la mancanza di launcher alternativi come Nova e via dicendo, si può personalizzare di tutto e di più partendo dallo stile delle icone, i menù, la dimensione della griglia della home e del drawer fino ad arrivare al carattere ed alla dimensione delle scritte. Veramente un ottima interfaccia che permetterà anche all’utente meno smanettone di personalizzare lo smartphone come più gli pare.

REPARTO TELEFONICO: 7,5
Per quanto riguarda il reparto telefonico, luci e ombre. Tutto bene finché parliamo attraverso la cassa per l’audio in capsula, sentiamo bene chi ci sta parlando e dall’altra parte ci sentono bene grazie ad un buon microfono che fa bene il suo lavoro ma…Nel momento in cui proviamo ad usare il vivavoce ecco che tutto cambia, la cassa emette un audio metallico e robotico, ben scandito ma non particolarmente alto e questo renderà praticamente impossibile capire cosa ci stanno dicendo, per non parlare del microfono che se tenuto troppo distante dalla bocca ecco che mostra le sue debolezze e renderà praticamente impossibile comunicare. Consigliato assolutamente un auricolare Bluetooth se avete la necessità di parlare al volante.

REPARTO MULTIMEDIALE: 7,5
Reparto multimediale che soffre degli stessi problemi del telefonico. Finché ascoltiamo la musica attraverso i suoi auricolari o un qualsiasi paio di cuffie tutto bene, l’audio è un filo altro ma si sente davvero benissimo. Male invece dalla cassa posteriore per gli stessi motivi detti prima, audio metallico e basso. Per quanto riguarda la musica come player abbiamo Google play music, che a me non piace particolarmente, ma fa il suo dovere mentre per i video abbiamo il player integrato di Asus, carino ma niente di trascendentale al quale ho preferito MX player.

FOTOCAMERA: 7
Questa fotocamera da 13 megapixel si comporta veramente bene in quasi tutte le situazioni. Con tanta luce se la cava più che bene restituendo scatti di buona qualità e con un buon dettaglio, quando le luci calano cala tutto ma a confronto con quelle scattate dal suo predecessore ho riscontrato un miglioramento ed una resistenza alla basse luci un pelo migliore. Purtroppo non è presente la stabilizzazione digitale per quanto riguarda il lato fotografico, stabilizzazione che ritroviamo nei video ma solo alla definizione HD 1280 x 720 pixel a 30 fps. Gira video in Full HD a 30 fps, video di buona qualità ma niente di esaltate.

APPLICAZIONI E GAMING: 8
Come vi avevo già accennato poco sopra, grazie al nuovo processore le prestazioni nel gaming sono migliorate rispetto alle già buone del modello precedente. Non abbiamo assolutamente nessun problema di lag con nessuno dei 4 giochi che abbiamo usato per effettuare i test, Real Racing 3, Asphalt 8, Minecraft PE e Subway surf. Per quanto riguarda le altre applicazioni, girano tutto molto bene e si aprono anche abbastanza velocemente grazie ai 3 GB di ram. Peccato per lo storage interno di soli 16 gb ma fortunatamente possiamo espandere la memoria tramite micro SD.

BATTERIA: 10
Batteria che perde qualcosa in termini di durata rispetto alla versione precedente per dare spazio a un design rivisto, dimensioni più contenute e a prestazioni leggermente migliori, tuttavia dura tranquillamente una giornata intera in tutti i nostri test. Nel test blando con il solo uso delle app di messaggistica, chiamate e fotocamera è arrivata a coprire un giorno e mezzo, ma in base a quanto lo usate può arrivare anche a due giorni interi. Durante il test stress completo, tutto il giorno tra musica, streaming video, fotocamera e gaming ha superato ampiamente le ore 21:00.

CONCLUSIONI:
La scelta di Asus di sacrificare in parte la durata della batteria per favorire dei materiali premium, dimensioni più contenute e prestazioni multimediali leggermente migliori è sbagliata? Secondo noi di HD mobile no. Asus ha preso ciò che di buono aveva già fatto sul Max e lo ha inserito in questo 3 max limando su alcuni punti, prima i materiali che dal policarbonato passiamo al corpo in metallo, poi sulle dimensioni che dai 5,5″ del max scendiamo ai 5,2″ e per finire le prestazioni che sono leggermente migliori grazie ad un processore più recente. Certo il reparto audio ne ha risentito in parte con l’inserimento di una cassa per audio in viva voce/ multimediale che lascia a desiderare, ma per il resto questo zenfone 3 max sbaraglia senza problemi il suo predecessore consentendo all’utente che predilige uno smartphone low cost ma con buone prestazioni di poter acquistare un prodotto veramente completo e bilanciato sotto tutti i punti di vista e con una batteria che dura anche usandolo in modo pesante. Quest 3 max prende il posto nella mia classifica degli 5 dispositivi best buy sotto i 200 € prendendo il posto del modello precedente che trova in questo 3 max un degno successore, complimenti davvero ad Asus per aver lanciato sul mercato un più che ottimo dispositivo.
review imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview image
0Commento| 10 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 5 maggio 2017
Avevo deciso di restituire questo telefono, ben prima che mi arrivasse ed alla ricezione del pacco, (puntuale come un orologio svizzero e perfetto nel confezionamento e nei sigilli, segno di vera Professionalità del venditore), tornato a casa, mi sono messo al computer ed ho scaricato tutto ciò che mi serviva per rimandare indietro quanto ricevuto; cinque stelle ad Amazon, visto che pur non avendo colpa per il mio ripensamento, ha fatto tutto il necessario per mettermi a mio agio, pur potendo dire: “l'hai scelto tu ciò che volevi? Funziona? Bene: io sto qui per vendere e quindi non è colpa mia”. E' stato fondamentalmente questo il motivo per il quale ho desistito dal mio proposito che però spiego.
Avevo necessità di un dispositivo da rimpiazzare al posto di un altro, prematuramente passato a miglior vita. La fretta è spesso cattiva consigliera e se a ciò si aggiunge un consiglio richiesto a chi ne sa meno di me, (l'ho scoperto a fatto avvenuto), i risultati che si ottengono sono quelli meritati. Per farla breve, mi sono trovato a sostituire un Oukitel U 15 Pro, con questo telefonino.
Leggendo una recensione riferita a questo dispositivo, vi ho trovato che acquistare un Asus, vuol dire trovarsi di fronte a qualcosa che supera le solite cineserie. Ebbene: questo dispositivo, se pur blasonato, innanzitutto nasce ugualmente in Cina, visto che l'isola di Taiwan ne fa parte, poi, monta buona parte dell'hardware, proprio di produzione locale. Va aggiunto che mi ritrovo con un apparato che ha la metà della potenza in termini di processore rispetto al precedente, visto che ci troviamo di fronte ad un quadcore (6737) che sostituisce un optacore, (6753), prodotti entrambi da mediatek. Aggiungiamo a ciò che se lo schermo dell'attuale telefonino misura cinque pollici e due, il precedente era di zero virgola tre pollici più grande; l'altoparlante del nuovo telefono è posto sul retro dell'apparecchio, mentre il telefono “cinese” precedente lo porta in basso e se posato su un tavolino non viene coperto...
Come ho scoperte queste cose? Provando un telefonino gemello a questo, già in possesso di un mio collega!
vado avanti?
Insomma: Tolto il blasone, importante per molti, mi sono ritrovato con un telefonino meno performante dal costo di un buon venti per cento in più.
Come ho risolto?
Per ora tenendo il telefonino che avrei voluto restituire, senza nemmeno aprirne i sigilli, atteso che io speri che non mi serva d'urgenza mentre attendo che Amazon metta in vendita qualcosa di nuovo, (prima di desistere dal mio proposito ho fatto un giro sul sito e mi sono accorto che a livelli di prezzo accettabile, mi sarei trovato praticamente nelle stesse condizioni che avrei voluto evitare, a meno di non ricomprare l'Oukitel che mi è morto fra le mani, cosa contro il mio modus operandi che prevede di non riacquistare mai la stessa cosa, non fosse altro che per sperimentare più novità possibili durante la vita che potrebbe essere breve), magari con sistema operativo Nougat di Android, Alla fine, finché non disturba, anche un “blasonato” e perciò inutilmente costoso, può albergare a casa di un popolano come me!
11 commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 29 novembre 2016
Packaging:
La confezione è quella standard che troviamo con i device della famiglia Zenfone, con delle cuffie in-ear, un cavo USB-microUSB, un alimentatore 5V/2A ed un adattatore USB-OTG (utile per collegare le nostre periferiche).

Design ed Ergonomia:
Zenfone 3 MaxIl nuovo Zenfone 3 Max, è realizzato in una lega metallica, che al tatto regala un piacevole "feedback" di solidità e robustezza. Si presenta molto stondato sui lati, ma non risulta particolarmente "scivoloso". Pesa 148 grammi, non il più leggero tra i device con display da 5,2" ma comunque un ottimo rapporto peso/dimensioni ( sopratutto considerando la capiente batteria da 4100 MHa).
Sul lato destro troviamo i tasti fisici (volume e accensione e spegnimento), mentre sul retro abbiamo la fotocamera , il flash ed il "lettore di impronte digitale".
Inoltre, aspetto di non poca importanza è il "fattore estetica", perché "anche l'occhio vuole la sua parte!"...e qui, questo Asus Zenfone 3 Max, eccelle particolarmente!

Hardware:
Il "cuore" di questo Zenfone è rappresentato da un processore quad core da 1.25Ghz Mediatek MT6737M, di ultima generazione, che riesce tranquillamente a gestire il sistema in ogni circostanza.
Affiancata alla CPU, troviamo una GPU Mali T720MP2 e 3Gb di Ram.
Lo storage interno è di ben 32FB di memoria espandibili tramite microSD. La connettività è 4G fino a 150 Mbps (con il supporto per due SIM se rinunciamo alla memoria espandibile), Wi-Fi b/g/n, Bluetooth 4.0 e radio FM. Non abbiamo l’NFC e la banda Wi-Fi da 5 GHz.
Infine abbiamo anche il lettore di impronte digitali posto sul retro che offre una buona ma non eccellente precisione (2 volte su 10 ci toccherà effettuare un secondo tentativo). Sul retro in basso troviamo lo speaker, non eccessivamente potente ma che comunque non delude le aspettative se appoggiamo il device sul tavolo.

Fotocamera:
La fotocamera principale è un 13 megapixel f/2.0 con singolo flash led.
Mentre la fotocamera frontale è una 5megapixel.
Buona la velocità di messa a fuoco e scatto della camera principale, gli scatti sono buoni in circostanze di luce favorevoli (modalità HDR che fa più che sufficientemente il suo dovere), mentre con poca luce perde molti "colpi" ed è appena sufficiente.
Sono presenti le diverse opzioni di scatto che offrono una buona quantità di opzioni.

Display:
Il display da 5,2" IPS HD (1280 x 720 p) è di buona fattura, le immagini hanno buoni colori e la luminosità ci permette di avere una buona visione anche sotto il sole (ottima anche la luminosità automatica).

Software:
Il software con cui questo Zenfone 3 Max equipaggiato è un Android 6.0 Marshmallow personalizzato con Zen UI 3.0 che offre un infinità di features. Troviamo, infatti, un gran numero di opzioni per la personalizzazione (è possibile modificare gesture, icone, dimensioni griglia, rimuovere il drawer, installare temi e molto altro ancora).
A disposizione troviamo inoltre molti software come QuickMemo, un file manager, software di gestione della sicurezza del device, MiniMovie(per realizzare brevi video dalle foto scattate), Game Genie ( per lo streaming dei giochi su Twitch e YouTube ),ecc ..
Forse addirittura troppe app ed a volte ci si può trovare spaesati risulta difficile ricordare dove si era vista una determinata opzione. Al di là di questo il software è ben realizzato, veloce (seppur un po pesante ed esoso di risorse per la Ram) e privo di bug significativi.
Forse la cosa che ho apprezzato di meno è stata la tastiera originale della ZenUI che ho trovato macchinosa, lenta e con un pessimo feedback (spero asus ponga rimedio), ma al di là di questo nulla da riscontrare in negativo.

Autonomia:
La batteria è da 4100 mAh, e riesce a fornire una autonomia davvero eccellente(merito anche della cpu poco energivora). Con un utilizzo medio si fanno tranquillamente 2 giorni e con un utilizzo molto intenso si arriva tranquillamente a tarda sera.

Conclusione:
Asus Zenfone 3 Max è uno smartphone dal rapporto qualità/prezzo eccellente, l'hardware è completo e la qualità costruttiva è ottima. La caratteristica più interessante è l'autonomia, davvero eccellente. Il software è ricco, forse un po troppo, di App e features. La fotocamera è buona, ma sottotono in scarse condizioni di luminosità. Consiglio questo smartphone a chi cerca un buon prodotto ad un prezzo contenuto, in grado sin da subito di essere utilizzato al meglio!
review imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview image
0Commento| 4 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
I PRIMI 500 RECENSORIil 16 novembre 2016
Divido la recensione in capitoli per facilitare la lettura.

CARATTERISTICHE TECNICHE PRINCIPALI: SoC Mediateck quad-core, schermo da 5.2” 720p, 3 GB RAM, 32 GB archiviazione + MicroSD, batteria da 4100 mAh.

COSTRUZIONE ED ESTETICA: come per gli altri ZenFone 3, Asus è passato al metallo come principale materiale di costruzione, un bel salto considerando la plastica dei modelli precedenti. Il design non ha particolari note di pregio, così come non ha particolari difetti. La costruzione è di buona qualità, nulla di cui ci si può lamentare.

SCHERMO: lo schermo è da 5.2”, la risoluzione è “solo 720p”. Su questa diagonale, la densità pixel risultante di 280 PPI non è il massimo per gli standard odierni, ma non si può dire che le immagini siano sgranate; la definizione risulta comunque ottima. Lo stesso non si può dire per le qualità statiche, con un errore DeltaE di 3.24 i colori visualizzati non sono molto corretti, e la differenza si vede ad occhio nudo. La luminosità di quasi 500 cd/m2 è invece buona, così come la temperatura colore, solo leggermente più fredda rispetto il desiderato. In altre parole, uno schermo tra il discreto e il buono.

AUDIO: con un valore dB di 75,3 la potenza degli altoparlanti è nella media.

AUTONOMIA: dovrebbe essere un punto forte di questo smartphone, ma la batteria è da 4100 mAh, che è solo leggermente più grande rispetto gli standard attuali, che si assestano su modelli di queste dimensioni sui 3000/3500 mAh. Questo porta ovviamente a un’autonomia estesa, ma non è tale da cambiare le carte in gioco. Potrete arrivare fino a sera con una percentuale di batteria rimanente più consistente, ma che non è sufficiente per un’altra giornata, ovviamente con un uso medio intensivo.

PRESTAZIONI: il processore Mediatek offre buone prestazioni per l’uso di tutte le attuali applicazioni, mentre con i giochi più complessi non è il massimo. La risoluzione di 720p aiuta in questo caso, quindi se non siete giocatori accaniti degli ultimi titoli 3D non avrete problemi, con il casual gaming va più che bene. I 3 GB di memoria RAM sono sufficienti per mantenere lo smartphone sempre reattivo.

SISTEMA OPERATIVO: Android è presente nell’ultima versione, mentre c’è la personalizzazione Asus, che per quanto riguarda le funzioni del sistema operativo stesso aggiunge caratteristiche mantenendo una buona ergonomia. Tuttavia ci sono un po’ troppo applicazioni aggiuntive (bloatware) installate. Si possono facilmente disinstallare, ma avrei preferito un po’ meno “spazzatura”.

FOTOCAMERA: fotocamera decente, va bene per fare foto in buone condizioni di luce, mentre la qualità scende con l’inasprirsi delle condizioni di luminosità. Non è uno smartphone da scegliere per la fotocamera, ma la qualità è sufficiente per la maggior parte delle situazioni.

VERDETTO: la caratteristica peculiare di questo smartphone è la batteria da 4100 mAh, che tuttavia non riesce a fare una grande differenza rispetto alla media degli smartphone. Intendiamoci, con un uso massiccio dello smartphone, arriverete tranquillamente fino a notte, ma dovrete poi obbligatoriamente metterlo sotto carica. Con un uso poco intensivo invece potrete fare un paio di giornate. Tecnicamente non è al top della categoria, ma offre il necessario per sfruttare Android, con buone prestazioni, e tutte le varie App. Considerando il prezzo di 200 euro, che non è alto considerando la totalità di quello che offre, assegno 4 stelle. Non do il voto pieno perché rispetto al Max di precedente generazione l’autonomia è inferiore.
review imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview image
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 3 ottobre 2016
Premetto che adoro il marchio ASUS e che tutto ciò che ho di questa casa costruttrice mi occorre principalmente per lavorare. Avevo necessità di un dual sim poiché ero stanco di girare con due cellulari. ASUS Zenfone 3 è un ottimo prodotto. A differenza di tutte le recensioni lette Vi fornirò le info di cui avevo bisogno e che nessuno sapeva darmi se non la stessa ASUS: Il telefono ha due slot di cui una ospita una microsim e l'altra una nanosim oppure una sd card. Quindi non è possibile espandere la memoria (di già 30gb) se utilizzate due sim. Entrambe le Sim viaggiano in 4g ma non contemporaneamente. In qualsiasi momento puoi decidere quale scheda far "viaggiare" in rete senza togliere materialmente le sim dal cellulare. La cosa all'inizio mi spaventava ma poi mi sono reso conto che è inutile farle viaggiare insieme: in ogni caso il cellulare una volta connesso indipendentemente dalla sim scarica dati per tutte le app che hai nel cell. Stesso discorso vale per Whatsapp. Per farlo funzionare su due schede dovete necessariamente installare un app che faccia funzionare in parallelo l'applicazione. In altre parole questa app apre due volte la stessa applicazione con due account diversi. Anche se una sim la spengo, quando il telefono è connesso ricevo sempre messaggi anche sul numero spento....che per me è eccezionale.
Uniche pecche: il telefono è alquanto scivoloso e quindi è meglio usare un foderino. Con una pellicola in vetro applicata sopra il touch non è eccezionale ma potrebbe dipendere anche dalla qualità della pellicola. Quando si usa l'illuminazione automatica del display la reattività non è rapida ma accettabile. Per me è un gran cellulare ... soprattutto al prezzo pagato.
Dimenticavo.... la batteria: se usate il cell solo per chiamare, whatsapp e mail, può durare anche due giorni interi.
Ho letto recensioni di tutti i tipi. Dottori che elencavano caratteristiche tecniche di ogni genere ma tutti dimenticavano una cosa: lo smartphone serve in primis per telefonare!!!
Per altre info...sono a disposizione.
22 commenti| 21 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
I PRIMI 1000 RECENSORIil 29 novembre 2016
> IN BREVE
Luci ed ombre attorno a ZenFone 3 Max. Possiamo considerare questo terminale come un buon smartphone secondario, quello di fiducia nei casi di emergenza, sempre pronto a supportarci e mai inaspettatamente scarico. Il prezzo di vendita ne fanno un prodotto interessante anche per chi è alla ricerca di un software completo e privo di lag, non necessariamente coadiuvato da un comparto tecnico di prima fascia.

> Esperienza d'uso
ASUS ha riprogettato totalmente la parte posteriore dello ZenFone 3 Max, sposando un layout più fine ed elegante. Molto spesso, tale riprogettazione risulta essere un compromesso tra l’ergonomia e l’aspetto estetico del terminale, ed infatti ha coinvolto sia la forma che il materiale utilizzato: rispetto al modello precedente, ZenFone 3 Max perde il rivestimento gommato e un po’ di rotondità a discapito della presa. Non si tratta, tuttavia, di un abbassamento del livello di User Experience: forma, dimensioni e peso restano sostanzialmente simili a qualsiasi altro smartphone con una diagonale da almeno 5,2”, senza troppe differenze.
Non ho mai dato troppo peso alla risoluzione dello schermo, dunque non mi sono stupito della scelta di ASUS di puntare nuovamente su un pannello IPS da 1280×720. In questo caso, però, la diagonale si riduce leggermente (da 5,5” a 5,2”) e la densità per pixel aumenta (passando da 267 ppi a 282 ppi). Il sensore di luminosità è da rivedere, ma a parte questa sciocchezza l’IPS dello ZenFone 3 Max riesce a garantire ottime prestazioni sotto qualsiasi condizione di luce, presentando il testo in modo chiaro e contrasti cromatici piuttosto fedeli.
La caratteristica più interessante dello smartphone in analisi è ovviamente l’incredibile batteria da 4130 mAh, così capiente da permettere anche di ricaricare un altro dispositivo (tramite l’apposito adattatore incluso nella confezione). Nonostante a bordo dello ZenFone 3 Max ci sia ZenUI 3.0 – e tutto ciò che ne consegue in termini di app preinstallate – ASUS non ha predisposto un vero e proprio piano di risparmio energetico, dunque l’autonomia dello smartphone viene consumata in maniera prevedibile durante l’arco della giornata, arrivando a coprire circa un giorno e mezzo di utilizzo classico. Una strategia software ad hoc avrebbe certamente garantito qualche ora in più di autonomia, ma non è detto che ASUS non ci pensi nel corso di questi mesi.
review imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview image
0Commento| 3 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 12 agosto 2017
All’interno della confezione troviamo un paio di discrete cuffie in-ear con i gommini delle varie misure, un cavo USB-microUSB, un alimentatore 5V/2A e un adattatore USB-OTG.
È forse un po’ pesante (148 grammi) in relazione alla dimensione, ma rimane comunque abbastanza compatto (anche considerando la capiente batteria) per essere utilizzato al volo con una mano. I tasti fisici sono posizionati sul lato destro e si raggiungono con semplicità.
ASUS ha scelto per questo Zenfone 3 Max un processore Mediatek MT6737M abbastanza modesto ma comunque di “ultima” generazione. È un quad core da 1,25 GHz con GPU Mali T720MP2. Associati abbiamo però ben 3 GB di RAM e ben 32 GB di memoria interna espandibili tramite microSD che vi permettono di avere spazio a sufficienza (una rarità in questa fascia di prezzo). La connettività è sufficiente: Wi-Fi b/g/n, Bluetooth 4.0 e radio FM. Manca invece l’NFC e non c’è la banda Wi-Fi da 5 GHz. La connettività dati in modalità è 4G fino a 150 Mbps e abbiamo il supporto per due SIM se scegliamo di rinunciare alla memoria espandibile.
Segnaliamo poi la presenza (una novità nella famiglia Zenfone) di un lettore di impronte digitali sul retro. La precisione e la velocità di quest’ultimo sono buone ma non eccellenti e in certe circostanze potrà essere richiesto un secondo tentativo. Lo speaker è posizionato sul retro in un punto dove lo smartphone è praticamente piatto e questo non aiuta quando il telefono è poggiato su di un piano liscio.
La fotocamera principale è una 13 megapixel ƒ/2.0 con un singolo led flash a supporto. La velocità di messa a fuoco è discreta e così è anche la velocità di scatto. Gli scatti sono buoni con buona luce e l’HDR funziona discretamente, anche se va attivato a mano. Con poca luce la situazione diventa più “incerta” ma non vi sarà comunque impossibile realizzare foto discrete con un po’ di mano ferma. Se poi vorrete c’è la modalità poca luce che fa anche “miracoli” a discapito però della risoluzione. Presenti varie opzioni e varie modalità di scatto fra cui quella per l’interpolazione fino a 52 megapixel. Sufficiente la fotocamera frontale da 5 megapixel e più che sufficienti i video in Full HD della fotocamera principale.
Il display è una buona unità da 5,2 pollici IPS con risoluzione HD (1280 x 720 pixel). Le immagini hanno buoni colori e la luminosità è buona. Funziona bene anche la luminosità automatica. Il display supporta anche le gesture a schermo spento ma con la presenza di un lettore di impronte questa caratteristica diventa meno rilevante.
La batteria da 4130 mAh, in accoppiata con un processore poco energivoro garantisce un’ottima autonomia. Parliamo di circa 2 giorni di utilizzo medio e più di una giornata con un utilizzo intenso. La ricarica con l’alimentatore in dotazione è abbastanza rapida ma non fulminea.
0Commento| 4 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 20 luglio 2017
non amo le recensioni lunghe, dire a tutti le caratteristiche che si possono leggere sulla scheda tecnica è inutile. quello che voglio evidenziare, invece, sono le pecche. questo telefono non ne ha molte. l'unica degna di nota è che l'audio in vivavoce è bassissimo. è come non averlo. in capsula invece nulla da dire. inoltre il terminale è veloce e reattivo.
0Commento| 7 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
I PRIMI 1000 RECENSORIil 11 ottobre 2017
Ho comprato questo prodotto per la società dove lavoro, ne ho presi diversi e ci siamo trovati bene, il telefono ha un'ottimo rapporto qualità /prezzo.
Su caratteristiche ed altro vi rimando alla descrizione o al sito del produttore, mentre posso dirvi che l'utilizzo, come mi hanno detto i vari collaboratori, risulta fluido e senza lag, a volte però l'impronta digitale non viene riconosciuta subito, ma del resto succede anche a telefoni molto blasonati.
Mi sento di consigliarlo vivamente a chi vuole un telefono robusto e versatile senza pretese da top di gamma, anche se è ottimo per la fascia di prezzo dove si colloca!
Il venditore mi è sembrato molto serio, ho richiesto le fatture e mi hanno risposto in tempi brevi, consigliato.
review imagereview imagereview imagereview image
0Commento| 3 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso