Scopri Toys Books AW17_IT_Sal_flyout Cloud Drive Photos Scopri Learn more CE En savoir plus Scopri Scopri Shop Kindle Shop now U2 Scopri Sport



il 30 novembre 2017
Ho adorato questo libro, letto in due giorni, nonostante una figlia di due anni e mezzo. Ho ritrovato sensazioni, emozioni, angosce e sogni del liceo e del mio successivo percorso di studi, in lettere classiche. Aiuta a capire che i dubbi sono quelli di tutti, sono legittimi e condivisi. Il greco è una filosofia dell’esistenza.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 16 novembre 2017
Ho letto una recensione di qualcuno che come apriva il libro si addormentava e lo ha lasciato; io invece mi svegliavo e non riuscivo a togliere gli occhi dalle pagine. Veramente c'era bisogno di un libro come questo per avvicinare chi si era allontanato, o forse non aveva mai avuto voglia di avvicinarsi, durante gli studi liceali dallo studio delle materie classiche. Complimenti!
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 16 febbraio 2017
E' un libro facilmente accessibile anche a chi non ha frequentato il liceo classico e giudica inutile la lettura dei classici antichi; inoltre è anche divertente.
11 commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 20 febbraio 2017
Andrea ha saputo trasmettere una visione non convenzionale del greco antico! Molto interessante la riflessione sul duale... consiglio sia per i reduci di studi classici sia per i profani in materia!
22 commenti| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 13 novembre 2017
Ho cominciato a leggerlo e ho seriamente rischiato di addormentarmi in piedi più volte. Sono a metà, ma credo che abbandonerò l'impresa. Molto pubblicizzato, una delusione.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 18 aprile 2017
È un libro scritto da una persona profondamente innamorata della lingua e della cultura greca antica che, con dolcezza e competenza illustra un mondo assolutamente affascinante, a noi tutti vicino perché padre del nostro pensiero occidentale.
Apre squarci su aspetti della lingua, soprattutto del verbo, non sempre indagati a scuola e, soprattutto per chi non è più giovane, fa riemergere ricordi che sembravano dimenticati.
Certamente la lettura è più agevole per chi ha frequentato il liceo classico, ma se un inesperto volesse per caso accostarsi a quel mondo, scoprirebbe qualcosa di veramente emozionante.
Da leggere di sicuro, con amore.
0Commento| 5 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 9 ottobre 2016
Interessante, divertente, scritto in modo agevole. Nuovi i contenuti, sebbene narrino cose antiche. Da liceale classica ringrazio, anche, per i ricordi evocati dalla lettura.
11 commento| 5 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 11 febbraio 2017
Facendo il liceo classico sono stato molto curioso di leggerlo, ma non nascondo che mi aspettavo un libro noioso con regole grammaticali sinceramente. Invece è stato semplicemente una rivoluzione, che è riuscito a farmi appassionare e sicuramente contribuirà a migliorarmi. Consigliatissimo a tutti, perché ha alcune perle anche per chi il greco non lo ha mai visto
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 25 aprile 2017
Bellissimo per chi "ha fatto il Classico"...
La rivalutazione critica di una lingua morta, ma viva e vivace nella cultura occidentale.
Davvero piacevole!
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 17 marzo 2017
Non avevo bisogno di un libro che mi convincesse ad amare il greco perché già lo amavo di mio ma, come Andrea Marcolongo ha sentito il bisogno ed il desiderio di scriverlo, così io ho sentito il bisogno e provato il desiderio che venisse scritto: un libro che desse l'opportunità a tutti, o almeno a chi fosse abbastanza curioso per leggerlo, di capire cosa ci fosse di magico dietro una lingua ormai morta come il greco antico. Mi ha emozionato, lo ammetto, rileggere parole come il duale, l'aoristo, l'ottativo ed attraversare i concetti che questi termini evocano, un modo tutto particolare di vedere e rappresentare le cose umane. Una filosofia di vita racchiusa in una grammatica mai scritta. Mi ha anche confortato leggere che quella sensazione di appartenere ad una ristretta cerchia di eletti, quelli che hanno studiato il greco, sia condivisa dall'autrice che ci definisce come persone "speciali", in grado di avere un approccio diverso alle cose della vita. La decima ragione per amare il greco di cui parlo nel titolo: per il solo fatto di essere esistito il greco ci ha offerto la possibilità che venisse scritto un libro come questo.
0Commento| 10 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso