Scopri Books Cloud Drive Photos Scopri Learn more CE Scopri Scopri Fire Shop Kindle Shop now DVD e Blu-ray Sport

Recensioni clienti

4,6 su 5 stelle
20
4,6 su 5 stelle
Formato: Formato Kindle|Cambia
Prezzo:3,37 €
La tua valutazione(Cancella)Vota questo articolo


Al momento, si è verificato un problema durante il filtraggio delle recensioni. Riprova più tardi.

il 1 aprile 2017
Parto col parlare della storia e del personaggio di Giulio. A quasi trent'anni e in una relazione con un meraviglioso ragazzo da quasi cinque anni, non mi è difficile immedesimarmi in lui e riconoscermi nelle sue emozioni. Il tradimento è una cosa terribile (ci sono passato tante volte in passato e lo ricordo bene) ma non credo che un rapporto aperto sia la soluzione più adatta a me, non riuscirei a vedermi bene in una situazione simile. Giulio e i suoi amici mi sembra proprio di conoscerli: ci rivedo i miei amici e me in molte loro situazioni e questa è una cosa bellissima. Difficilmente mi capita di leggere un libro e trovarci così tanto di mio, e questo è molto piacevole per me. Geniale la descrizione di Grind e della fauna che circola in questo "sottomondo", ho adorato le chat e le discussioni relative. Tuttavia non ho mai amato queste applicazioni e queste situazioni, come dice Jo nel libro, il sesso come fine non mi è mai interessato, come mezzo invece è un'altra storia. Sarebbe interessante conoscere dietro quali e quanti personaggi l'autore ha messo un po' di sé, non credo sia solo nel protagonista. Il libro è scritto bene, in particolare la prima parte con tutte quelle citazioni cinematografiche, televisive e dei generi più vari, è la mia preferita. Il ritmo è da telefilm, e questa capacità si ritrova anche nella narrazione: le descrizioni sono sempre proporzionate, ci fornisce un particolare, un elemento per immaginare la situazione e vederla come in tv per poi far arrivare le parole. In questo il personaggio di zia Cher aiuta tanto. Forse l'unico difetto riconoscibile è l'eccessiva verbosità di alcune situazioni, avrei preferito meno dialoghi e più introspezione, ma capisco che per fare ciò si doveva modificare la struttura del romanzo (togliendo ad esempio alcuni personaggi e cambiandone il ritmo) e onestamente non ne vale la pena. Il romanzo va bene cosi: è piacevole alla lettura e ti tiene compagnia per un po'. Spero di leggere altro di questo giovane autore italiano. Grazie per aver raccontato una storia nuova e una storia vera.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 20 marzo 2017
Mi sono preso del tempo prima di leggere questo libro... ma poi ci sono finito e non me ne sono affatto pentito. La storia parte dal fatto concreto e sviluppa su e con il protagonista tutto quel che potrebbe succedere (o è già successo?) a ciascuno di noi... Penso sia leggero e ironico solo in superficie; si nascondono piccoli e grandi messaggi educativi che ho particolarmente apprezzato.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 23 maggio 2017
Un libro che non lascia spazio alla noia, un susseguirsi di situazioni e persone che rendono la storia di Giulio davvero appassionante.
Non mancano riflessioni sul mondo gay e la società che lo circonda, mantenendo però sempre un registro tra il cinico e il divertente.
Assolutamente consigliato.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 4 maggio 2017
Libro coinvolgente, a tratti divertente, ad altri commuovente, che non annoia mai. Un affresco delle relazioni ai tempi dei social.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 8 gennaio 2017
Giulio parla di se della sua vita e dei suoi sentimenti.
Quando inizia a raccontare di sè, subito ti spunta spontaneamente un sorriso e lì credetemi ci rimane ,poi a man mano che continui a leggere ti fai ogni tanto una sana risata.Spumeggiante,spiritoso,ironico ma sopratutto coinvolgente,sei con lui, assieme a lui e Cher (dovete per forza leggerlo) mentre si racconta,penso sia uno di quei libri da tenere nella tua biblioteca che ti fa venir voglia di rileggere per ritrovare quel sorriso, per me una bellissima scoperta .
Lo consiglio VIVAMENTE!!!!!
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
Devo fare una premessa importante: questo romanzo non è un MM. Non il classico romance dove si parla sì di amore fra persone dello stesso sesso, tra due uomini nella fattispecie, ma dove i ruoli sono praticamente quelli classici etero e dove “l’amore vince su tutto”, soprattutto dove cuore fa sempre rima con amore. Questo romanzo di Paolo Capponi è una finestra sul mondo universitario e gay attuale, senza sconti ed edulcorazioni, senza filtri né particolari pudori. Si parla molto di sesso, liberamente e senza ipocrisie; alcune scene possono fare arrossire i lettori più sgamati. Il sesso, però, non è fine a se stesso; non è messo lì perché in libri come questo si sa che ci deve essere per invogliarne la lettura, a uso e consumo di un pubblico abituato a questo tipo di romanzo; assolutamente no. Sono tutte scene, sia quelle più romantiche che quelle più crude ed esplicite, funzionali alla storia e al contesto. Pertanto chi cercasse un romanzo più soft in fatto di sensualità o fosse disturbato da scene di sesso molto forti, è avvisato, questo non è il libro per lui/lei.

Quando Giulio tornò single parla di ricominciare a vivere dopo una forte delusione e un brutale tradimento, dopo una vita – dieci anni – vissuta in quasi totale simbiosi con il proprio compagno. Il tradimento, in realtà, non è quello fisico che Giulio sperimenta in maniera plateale, ma quello intimo e personale, e forse ancor più doloroso, del non esser stato allertato dal proprio uomo che qualcosa era cambiato, finito, concluso. È lo scoprire di esser stato solo per almeno tre anni in quella che avrebbe dovuto essere essere una vita di coppia. È il riaffacciarsi a una vita che in realtà non si era mai conosciuta perché abituato a vivere e a pensare in e per due, ogni momento della giornata. È il riprendersi la propria indipendenza e il muoversi con cautela e con circospezione nei meandri delle relazioni sociali e sentimentali. È lo sbagliare e il riprovarci. È il rendersi conto che spesso si è capaci di deludere gli altri quasi quanto gli altri hanno saputo deludere noi. Quando Giulio tornò single in realtà fotografa una lenta e faticosa rinascita e lo fa con un’ironia e un disincanto così crudi ma allo stesso tempo lievi e sottili da ammaliare sin dal primo, forte impatto.

Paolo Capponi si muove in un campo e in un’epoca, quella contemporanea, quella della movida bolognese, universitaria e omosessuale di oggi, che gli è estremamente congeniale. Già con La quarta inquilina (leggete la recensione del Blog) aveva dimostrato che questo era il suo terreno di gioco, nel quale sa destreggiarsi con maestria. Qui, in Quando Giulio tornò single, dimostra di esser maturato parecchio sia come scrittura che come analisi spietata di una società giovane e in continua evoluzione, di un fermento sociale e psicologico generazionale in divenire e al contempo già in pieno turbamento, immerso nelle proprie indecisioni e incoerenze. Capponi racconta di un mondo, quello della gioventù che ha visto la propria adolescenza svilupparsi tra gli anni ’90 a il primo decennio del 2000, che è costretto a muoversi tra le intricate matasse del vivere sociale di oggi, tra social network, perbenismo e rifiuto, frenesia e solitudine, illusione e disincanto. E lo fa in maniera spietata, ma mirabile. Non fa sconti a nessuno dei personaggi che descrive e nonostante tutto riesce a dipingere piccoli affreschi di delicata poesia. I personaggi che introduce con apparente superficialità si dimostrano tridimensionali e acquistano, mano a mano che la lettura si fa strada, uno spessore umano e descrittivo notevole. Sono tutti piccole perle, siano essi i protagonisti delle storie d’amore e di sesso – Matteo, Daniel, Giacomo – oppure i colleghi di lavoro – Katia su tutte – o gli amici e le amiche del cuore – Chiara, Pino, Jo, Gloria ed Elisa – fantastici e veri allo stesso tempo.

Il romanzo di Paolo Capponi si legge velocemente perché l’autore ha quella dote tutta speciale che permette di acchiappare il lettore fin dalle prime battute con un incipit graffiante ma anche con una ironia sottile che permea tutta la narrazione e che non permette soste nella lettura. In alcuni momenti si è pronti a trepidare per una soluzione romantica che porti il protagonista in una direzione; in una fase immediatamente successiva ci si ritrova a parteggiare per un totale cambio di percorso. Non c’è perfidia o compiacimento da parte dell’autore nei confronti dei propri personaggi, è tutto molto normale: l’evolversi dei fatti e i colpi di scena – che ci sono – si srotolano sulla scena con una naturalezza disarmante. E il finale è perfetto. Tolte le scene davvero molto hot che, per imbarazzo e pudore ho spesso sorvolato, di questo romanzo vedrei molto bene un film.
0Commento| 6 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 3 gennaio 2017
Mi sono divertita da morire a leggere questo libro😂
Al momento sono tra due fuochi, non riesco a decidermi se sono più innamorata di Giulio o della zia Cher ❤️❤️❤️
Irriverente, ironico, frizzante, spassoso.....che devo aggiungere?!?
Ah si!......da non perdere😬😬😬
Complimenti all'autore, 5 stelline tutte meritate
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 25 gennaio 2017
Vorrei scrivere un sacco di pensieri profondi su Giulio..... e invece tutte le sensazioni positive che mi ha suscitato rimangono li, aggrovigliate nella mente e non si lasciano descrivere.
Sopra tutte però emerge una frase "voglio che tu scelga di venire a letto con me NONOSTANTE tutto il resto"...... frase che io ho fatto mia tempo fa...... È uno dei libri che rileggerò di sicuro nei momenti no della vita.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 4 febbraio 2017
Un libro scritto benissimo, intelligente, arguto e divertente. La lettura scorre piacevole in un sol fiato, senza calare mai di interesse, dal inizio alla fine. Ottimo!
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso
il 27 gennaio 2017
Comprato ieri pomeriggio, ieri sera non riuscivo più a smettere di leggerlo, tant'è che l'ho finito. Divertente, romantico, vivace, ironico. Bello il personaggio principale e bellissimi i suoi amici. E finalmente un uomo che scrive veri M/M! Bravo Capponi!
0Commento|Ti è stata utile questa recensione?NoSegnala un abuso

I clienti hanno guardato questi articoli

4,99 €

Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui