Scopri Scopri MSS_flyout Cloud Drive Photos Learn more CE En savoir plus Scopri Shop Kindle Shop now Clicca qui Scopri Sport GoW



il 21 maggio 2017
 ✔ Letto! Prima di cominciare a parlare del libro vorrei ringraziare l'autrice. Perché non c'è niente di meglio di poter imparare dai libri che ami leggere, in questo caso un MM. Non c'è niente di meglio che leggendo ci accorgiamo di quanto lavoro di ricerca, impegno e dedicazione al libro ci sia dietro e in questo, ho trovato tanto. L'idea del  Hope&Run è formidabile. Il libro è pieno di frasi perfette, ho cominciato mettendo in evidenza quelle che mi piacevano e mi sono resa conto che ho finito con il libro tutto colorato.😄

Vengo a conoscere Sam, ragazzo di 22 anni, figlio di un padre famoso, buono e giusto. Che aiuta le persone come solo un buon medico sa fare e che ama profondamente e incondizionatamente il suo figlio, per fortuna. Ma Sam è anche figlio di sua madre, donna snob,  egoista e cattiva. L'unica cosa che ha fatto di buono nella vita stata partorire Sam e andarsene all'inferno da dove non doveva neanche essere uscita. Ma prima di andare è riuscita a traumatizzare un ragazzino adolescente, confuso, che l'unica colpa che aveva era di volere sempre compiacere a quella madre cattiva. L'ha rovinato e se ne andata quando ha percepito che il figlio poteva essere gay.😠😩
Lui per colpa sua ha vissuto fino a 22 anni,  negando se stesso anche nei suoi pensieri più profondi. Vivendo con i sensi di colpa perché vedeva quello che pensava fosse dolore per la sua partenza, negli occhi del padre. Un padre che lui non voleva far provare vergogna e ancora altri dolore per un figlio gay. Quanto si sbagliava 😟

Poi, Bam! Sam conosce Adam... ed è un colpo fulminante! ⚡ ⚡ ⚡  Dove per un paio di occhi grigi non si ricorda neanche il suo proprio nome.
Si conoscono in un centro di riabilitazione fisica e mentale,  dove Sam va per lavorare e curare la sua anima ferita e traumatizzata. E Adam si trova già li per curare il suo corpo ferito e i traumi, gli incubi dovuti a un schianto in cui ha quasi perso il suo migliore amico ancora in coma ed è quasi morto anche lui. Tutti due feriti, tutte due che hanno bisogno di aiuto per poter proseguire con propria la vita.
Pian piano le cose tra loro si intensifica, è quasi inevitabile la necessità che uno ha di gravità intorno all'altro. Ma Sam ha tanta paura, tanti dubbi e tanta cosa da ammettere a se stesso e Adam le concede questo tempo. Sam si rende conto che "Entrambi avevano bisogno l’uno dell’altro. Per vivere, per sopravvivere. Per ricominciare." Ma ognuno prima doveva abbattere i propri fantasmi.

In questo libro non c'è niente di scontato,  quando pensi di sapere già come andranno le cose, ed è completamente diverso. Bella sorpresa, bella scoperta tutta italiana e una scrittrice da tener d'occhio, io lo farò di certo!
Ho tanto da dire ma sarebbe troppo spoiler, su Jared, Clayton, Carlos, ma scoprirete voi stessi. Ve lo consiglio.
Per me è ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ 
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 28 giugno 2017
Complimenti all'autrice, questo libro mi è piaciuto moltissimo.
In primo luogo mi è piaciuto lo stile, fluido, e scorrevolissimo (e i pochi difetti, come ho già detto altrove all'autrice, li ho trovati correggibilissimi e del tipo che, ne sono certa, sarà per lei facile eliminare in futuro. Ma la base di scrittura è ottima) e mi ha subito catturata.
Mi è piaciuta l'attenzione ai dettagli e anche se non sono una grande amante delle descrizioni leggendo questo libro non ne ho trovata una che mi sia parsa superflua; al contrario sono tutte ben integrate e rendono lo scenario visibile al lettore in una maniera che trovo veramente gradevole.
Quanto ai personaggi: tanto di cappello! Prima di tutto per aver saputo usare quelli secondari alla perfezione, dal primo all'ultimo, compresi quelli meno rilevanti. Mi sono affezionata immediatamente a quelli che più contano, come il padre di Sam oppure Carlos e la loro presenza ha reso il racconto più vivo e più vero. Avrei voluto sapere di più su ciascuno di loro.
Perfino il centro di riabilitazione, a modo suo, è un personaggio perfettamente caratterizzato e mi ha fatto desiderare di conoscere altre storie che quelle mura potrebbero raccontare, ben oltre la romance M/M.
I protagonisti, poi, mi hanno emozionata tantissimo. Tra l'altro quando leggo M/M è raro che io non abbia preferenze per qualcuno, ma in questo libro non c'è personaggio che io non ami (tranne Patricia, per ovvi motivi) e non saprei mai scegliere tra Sam e Adam. Entrambi mi inteneriscono e mi fanno sospirare, entrambi hanno momenti di grande fragilità che li rendono umani e, nello stesso tempo, hanno dentro una forza enorme. Si innamorano in una maniera dolcissima e credibile, lentamente.
Infine, ultimo ma per me non meno importante, il libro tratta una serie di temi delicati senza mai cadere nel dramma solo per il dramma o nel pietismo. Per me, personalmente, questo è un pregio grandissimo.
In conclusione questo è un libro che consiglio vivamente e che ho amato leggere. I suoi personaggi mi rimarranno nel cuore.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 9 novembre 2017
Ho letto questo libro perché la trama mi ha colpita sin dall’inizio e non mi ha delusa.
Lo stile è fluido, il ritmo perfetto.
È un romanzo che va oltre. Non prende in esame i soliti dubbi, riguardanti la sessualità dei personaggi, portandoli così ad un livello totalmente fisico. La vera storia d’amore arriva verso la fine del libro, ma non avrebbe avuto lo stesso impatto se prima l’autrice non avesse delineato le riflessioni dei protagonisti, permettendoci di comprendere le loro emozioni e sentimenti.
Ho seguito la storia di Adam e Sam come se li conoscessi. Mi sono sentita vicina a Sam nella sua indecisione riguardante il suo futuro e la volontà di andare avanti per la propria strada. Ho amato Adam per la sua comprensione nei confronti del ragazzo, nonostante la sua situazione non fosse delle migliori, e per la fiducia che egli ha dimostrato verso un giovane che non conosceva davvero.
Una storia emozionante, come poche ne avevo lette fino ad ora.
Consigliatissimo ❤❤❤❤❤
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 10 febbraio 2017
Questo è uno dei pochi casi in cui 5 stelle non sono sufficienti a descrivere un libro: innanzitutto è scritto molto bene e non è un fattore che si può minimizzare; anche una storia molto bella ne risentirebbe se fosse farcita di errori grossolani o refusi. Non è assolutamente questo il caso, ho trovato una scrittura scorrevole e corretta e già da questo è stato un piacere leggerlo ma oltre a ciò la storia è il cardine dell'intero lavoro: una storia delicata, emozionante e drammatica ma senza essere troppo eccessiva, è credibile ed empatica, ci troviamo ad emozionarci con i protagonisti ed a tifare per loro, uno ne ha passate davvero tante ma sta lottando come un leone mentre l'altro potrebbe avere la luna ma non riesce a raggiungerla...la storia d'amore non è immediata ma appunto cresce insieme a loro e anche questo secondo me è un punto di forza. Infine un posto d'onore nel mio cuore ce l'ha il padre, il famoso psichiatra che prima di tutto è un Padre, con la P maiuscola che sostiene il figlio come tutti i genitori dovrebbero fare, mi è rimasto talmente tanto nel cuore che leggerei al volo una storia su di lui!
Quindi in conclusione lo consiglio a chi vuole emozionarsi e leggere un libro davvero ben fatto. Complimenti all'autrice.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 18 febbraio 2017
Una bellissima storia d'amore coinvolgente 5 stelle super meritate Jared lo attendo con ansia speriamo che non ci sia da aspettare troppo
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 20 marzo 2018
Volevo leggere qualche libro diverso e non sono nuova agli M M, ma in questo vi ho trovato spunti di riflessione, è un mondo ancora non capito, dove la discriminazione ha un tasso alto, in questo dove è descritta la storia di Samuel, Adam e anche di Jared suo amico. Come può l' amore genitoriale influire negativamente sulla psiche della prole e in una età importante per una crescita sana? Come può il destino fare incontrare due anime gemelle in un ambiente dove regna sofferenza, con l' impegno di chi la gestisce come priorità di un nuovo inizio di vita? Ecco, forse il destino aiuta, Samuel è un ragazzo che sa di essere ma non quale sia il suo posto nel mondo, per avere infranto la legge è spedito in un centro di riabilitazione psico-motoria a svolgere un lavoro sociale, è arrabbiato col mondo e con se stesso e paura di parlare. Adam reduce da un incidente mortale si trova in quel centro per riabilitazione, cosa accadrà tra i due nel momento in cui i loro occhi si incontreranno? Io ve lo direi ma non posso, è un vivere costantemente le emozioni e la passione, il dolore e la paura, i pensieri dei ricordi dei personaggi che vivono in questo romanzo, il quale lo consiglio per chi ama questo genere non è volgare nelle scene di sesso, anzi, fanno partecipe il lettore di quanta sensualità e amore ci sia, non sempre vediamo cosa c'è oltre l' immagine di una lettura. Questo romanzo è una fonte di informazioni vivibili a pelle, essere catapultati nella storia, non posso altro fare che complimentarmi con questa autrice, conosciuta così per caso, colpita da una sinossi che arriva direttamente al cuore. Grazie, Francesca Preziosi
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 28 febbraio 2017
Una noia mortale! Peccato perché l'autrice scrive bene. Tempi troppo lunghi e troppi tempi morti , ci sarebbe voluto uno sforzo in più
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
I PRIMI 1000 RECENSORIil 10 febbraio 2017
Non conoscevo quest’autrice, ma la sinossi mi incuriosiva e sono contenta di aver letto il libro, perché mi è piaciuto molto. Ha una bella trama, un’ambientazione interessante e soprattutto gestita in modo intelligente, per non parlare di ottimi personaggi – sia i protagonisti sia quelli secondari – a cui ci si affeziona davvero in fretta.
Sam e Adam devono percorrere una lunga strada tortuosa prima di trovare la felicità, perché questa è una storia di rinascita, di perdono, di accettazione e di guarigione fisica, mentale e affettiva.
Ma accanto a loro ci sono delle persone splendide – come Clayton e Susan, giusto per fare degli esempi – che li aiuteranno nel loro percorso di guarigione. Clayton, in particolare, credo sia il padre che tutti vorremmo avere.
Anche gli altri pazienti della struttura hanno il loro piccolo spazio nella storia e ho amato ogni momento dedicato a loro, perché non c’è stato falso pietismo.
Mi è piaciuto tantissimo il messaggio di pace e positività che traspare nel centro riabilitativo, sembrava davvero di stare in una grande famiglia affettuosa.
Ho apprezzato lo stile di un’autrice che, al suo esordio, dimostra già dell’ottimo potenziale, anche se avrei scremato un po’ alcuni concetti ripetuti troppe volte. L’unica vera pecca riguarda l’editing, perché ho notato diverse imprecisioni oggettive (refusi ortografici e di punteggiatura sfuggiti, parole mancanti, nomi scambiati e mesi inesatti) e consiglierei una revisione ulteriore del testo. Tuttavia, vorrei confermare che la lettura rimane ugualmente piacevole e, nell’economia della storia, la trama è comunque apprezzabile, quindi la consiglio lo stesso. Anche se non è un libro perfetto, mi ha coinvolta, mi ha fatta ridere e commuovere e credo che meriti una possibilità, in attesa del secondo volume di questa serie.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 26 ottobre 2017
4 STELLE E MEZZA!
Si tratta di un romanzo che definirei corale, in quanto quasi tutti i personaggi fanno sentire la propria voce e questi numerosi punti di vista sono inseriti in modo tattico all'interno della narrazione. Come sempre, avere tante prospettive della storia la rende ancora più ricca.
Posso dire di aver trovato una storia originale, dove passato e presente si alternano al momento giusto, lasciando il lettore costantemente in bilico e carico di una curiosità che lo porta a sfogliare una pagina dietro l'altra. A vantaggio del romanzo c'è di sicuro la scrittura scorrevole e accattivante dell'autrice.
All'inizio ero un po' scettica riguardo alla lunghezza del libro, quando vedo tante pagine ho sempre paura che in un modo o nell'altro si finisca per allungare troppo il brodo e ci si annoi. Beh, queste 373 pagine sono volate. Ho vissuto sulla mia pelle ogni singolo avvenimento e emozione raccontati, mi sono sentita partecipe, coinvolta e faticavo a staccarmi dalla lettura.
Vengono affrontate tantissime tematiche delicate come il rapporto genitori-figli, l'omofobia, il coming out, la riabilitazione, la psicologia, tutte accomunate dalla parola chiave trauma.
Ne consegue quindi un percorso volto alla guarigione e alla crescita dei personaggi, ognuno con i propri fantasmi da affrontare e il viaggio di Sam e Adam è assolutamente credibile. Non ultima viene la scoperta dell'amore che, in tutte le sue forme, guarisce ogni cosa.
La caratterizzazione dei personaggi è così curata che si instaura subito una grande sintonia con loro. Nelle loro paure, speranze, delusioni, gioie i protagonisti sono vivi, umani... REALI.
(...)
Una sola parola racchiude la descrizione di questo romanzo: intenso.
(...) CONTINUA SUL BLOG
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 25 febbraio 2017
Bellissimo questo primo libro di questa autrice. Ha saputo trasmettere, secondo me, forti emozioni, e nn solo perché la storia si svolge interamente ,o quasi, all'interno di questa moderna struttura riabilitativa, dove si trovano adulti e ragazzini, purtroppo segnati da cicatrici a vita, ma anche x le forti emozioni che i due nostri bei protagonisti a sorpresa, provano nei confronti l'uno dell'altro. È un percorso lungo e difficile, tutto in salita, e nn solo x Adam, costretto su una sedia a rotelle dopo l'incidente, anche se in modo temporaneo...ma anche x Sam, che nn riesce a riconoscere se stesso , e a venire a patti con i sentimenti che prova x il bellissimo Adam. Sarà un viaggio di svariati mesi, che porterà i nostri due guerrieri, a combattere insieme e a guarirsi l'un l'altro, e a trovare la giusta strada ....che altro aggiungere?? Le recensioni precedenti la mia, sono molto più dettagliate, personalmente preferisco nn fare spoiler, ma sollecitare la lettura xké la storia è valida e realista. I personaggi sono tutti molto ben caratterizzati, e anche se alcuni sono al momento marginali....come Jared ad esempio....tutti importanti. E a proposito di Jared, la prossima storia è dedicata a lui, e si prospetta davvero intrigante. Speriamo di nn attendere troppo l'uscita del prossimo lavoro. È la cosa più sgradevole in questi casi....aspettare....Brava Francesca, ti terrò d'occhio in futuro....pace😉
0Commento| 3 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso

I clienti hanno guardato questi articoli

Love is a dangerous game
0,99 €
Ti ho amato senza Vivere
0,99 €

Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui