Scopri Tante idee per giocare all'aria aperta Scopri Cloud Drive Photos Learn more CE En savoir plus Scopri Shop Kindle Shop now Clicca qui Scopri Sport

Recensione cliente

il 3 luglio 2015
Poche settimane fa ho intrapreso un viaggio: mentre nel mio paesino non si arrivava alla temperatura di 15°C, sono salita sulla Banana, un furgone giallo Wolkswagen che ha più o meno la mia età. Con Nicoletta, Massi e Marina, poi Ana e la Negra sono partita così, senza bagaglio, riempiendomi gli occhi ed il cuore delle parole di Nicoletta, che scorrono sulla carta come un magico olio.

Potrei raccontarvi quale sia la meta finale, il tragitto le cartine e le strade, ovvero gli elementi che caratterizzano un viaggio. Ma vi dirò che sono bastati pochi paragrafi a farmi dimenticare la geografia così come la studiavamo a scuola, perché la Banana ed i suoi occupanti compiono un viaggio tra la gente, ed attraverso la gente il lettore crea la sua “cartina mentale” così che non sono più necessarie coordinate terrestri. Il “cosa troveremo” viene sostituito da “chi troveremo”, ed il viaggio diventa sempre più profondo per i protagonisti che trovano dentro di loro risorse che non pensavano di avere, che portano arte laddove pensavano di non riuscire a metterla in scena, che superano pregiudizi e ricevono ospitalità.

Non è comunque un viaggio semplice, perché capitano diverse peripezie e, come normalmente può succedere quando si passa molto tempo insieme, nascono anche delle incomprensioni tra i viaggiatori. Ma se tutto fosse perfetto, sembrerebbe un tantino finto.

Quando ho iniziato questo libro, avevo scambiato con Nicoletta solo le poche parole necessarie a ricevere il file. Il prologo, scritto da un’amica di Nicoletta, ad un certo punto dice: “Beh, lasciatemi aggiungere che ci vuole del coraggio anche a trovare qualcuno, visto solo un paio di volte prima di allora, con cui si stia bene anche a leggere, quasi ignorandosi, condividendo quel sacro momento”. Istintivamente ho provato simpatia per lei, l’ho vista un pochino simile a me. Durante il racconto, in più occasioni l’ho sentita dire che non si sentiva all’altezza del lavoro di scrittrice o giornalista. Ho trovato, invece, che la capacità di raccontare le sia cucita addosso alla perfezione e la sua competenza in ambito linguistico e la cultura generale che ha mostrato rendono questo racconto una vera chicca.

Forse non ci sarebbe bisogno di aggiungerlo ma sì, mi è piaciuto questo libro. L’ho amato e di cuore ve lo consiglio per volare istantaneamente in Sud America, ma anche per dare una piccola scossa al vostro spirito d’avventura, magari un po’ sopito.
|0Commento|Segnala un abuso| Link permanente
Cos'è?

Cosa sono i link di un prodotto?

All'interno della tua recensione puoi inserire un link a qualsiasi articolo in vendita su Amazon.it. Per inserire un link del prodotto, segui la procedura sottostante:
1. Trova il prodotto di cui desideri inserire un riferimento su Amazon.it
2. Copia l'indirizzo del prodotto
3. Fai clic su Inserisci il link di un prodotto
4. Incolla l'indirizzo nel riquadro
5. Fai clic su Seleziona
6. Dopo aver selezionato l'articolo visualizzato, verrà inserito un campo testuale simile a questo: [[ASIN:014312854XHamlet (The Pelican Shakespeare)]]
7. Una volta pubblicata la tua recensione su Amazon.it, il testo verrà trasformato in un collegamento ipertestuale simile a questo:Hamlet (The Pelican Shakespeare)

Nella tua recensione puoi inserire un massimo di 10 link per i prodotti, il cui testo non può superare i 256 caratteri.


Dettagli prodotto

4,5 su 5 stelle
8