Scopri Scopri Books AW17_IT_Sal_flyout Cloud Drive Photos Learn more CE En savoir plus Scopri Shop Kindle Shop now Clicca qui Scopri Sport

Recensioni clienti

4,5 su 5 stelle
55
Logitech G413 Tastiera per Giochi Meccanica, Carbon, Italian
Stile: Italian Layout|Colore: Carbon|Cambia
Prezzo:91,99 €+ Spedizione gratuita con Amazon Prime


il 30 dicembre 2017
E' la mia prima tastiera meccanica"da gioco" e devo dire che l' impatto,quando ho aperto la scatola,è stato ottimo.
Materiali(alluminio-magnesio) e rifinitura veramente ottimi,l' illuminazione è solo rossa ma per me non è un problema,mancano invece i controlli diretti per la gestione del comparto multimediale in questo caso gestiti da tasti multifunzione tramite pressione del tasto FN in basso sulla tastiera,non una grande limitazione ma avrei preferito dei comandi diretti.
Meccenica ottima con digitazione scorrevole e ben bilanciata nella pressione ed escursione dei tasti,superiore a tutto ciò che ho posseduto fino ad oggi.
Sono soddisfatto dell' acquisto.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 3 gennaio 2018
Prima tastiera meccanica per gaming e ne sono rimasto piacevolmente colpito. Materiale ottimo, struttura rigida e tasti solidi. Nella confezione sono presenti dei caps di ricambio.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 2 gennaio 2018
Tastiera arrivata perfettamente in orario, conforme alla descrizione. Davvero molto bella e comoda, il feeling dei tasti è molto piacevole e sulla scrivania fa la sua bella figura!
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 11 gennaio 2018
Ho ricevuto la tastiera da più di 2 mesi, è un prodotto spettacolare, facile da pulire e con un design davvero figo.
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 18 gennaio 2018
Spedizione ultra mega veloce, tastiera FANTASTICA, un feeling e una meccanica che ti rapisce! I tasti hanno una sensibilità pazzesca
0Commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
I PRIMI 50 RECENSORIil 16 maggio 2017
Stile: US INTL Layout|Colore: Carbon|Recensione Vine di un prodotto gratuito( Cos'è? )
Da "vecchio" gamer quale sono, ho atteso questa G413 con impazienza e curiosità: la periferica meccanica di casa Logitech monta infatti switch di proprietà denominati dalla «Romer-G», sulla carta simili ai "cherry brown".
Le mie alte aspettative sono in parte dovute anche dal fatto che in casa utilizzo una CM STORM TRIGGER Z,‭ ‬che monta appunto‭ “‬cherry brown‭”, tipologia di tasti che ritengo un connubio perfetto per chi come me utilizza la tastiera sia per gioco che per scrivere.

UN OCCHIATA AL PRODOTTO
Logitech definisce questa tastiera una lama, ed in effetti il gusto nel tenerla tra le mani la prima volta è davvero notevole: la struttura in lega di alluminio-magnesio 5052 (di utilizzo tradizionale in aeronautica) in nero satinato, trasmette grande qualità, così come i tasti che per altro sono ben disposti (compreso il tastierino numerico) e all'altezza/distanza giusta per essere ben identificabili e cliccabili... persino l'odore di nuovo di questa tastiera è piacevole: direi che a livello estetico e di primo impatto siamo partiti alla grande!
Dando un occhiata ai tasti principali di questa tastiera con layout US (la punteggiatura o i vari segni sono posti diversamente rispetto alla‭ "nostra‭"‬ italiana), osservo con piacere che la barra spaziatrice è di dimensioni generose (odio le tastiere con barra piccola e poco rintracciabile al tatto), così come il tasto RETURN che occupa 2 file di tasti ed è anch'esso subito identificabile.
Sul lato alto della tastiera stessa (precisamente sul profilo in alto a destra) è stata collocata una presa USB 2.0 utile alla ricarica periferiche o come ponte Pass Trought (quindi trasmette dati)... funzionante a patto che venga collegato anche il secondo jack USB (in questo caso quindi occorrerà utilizzare 2 slot USB dal vostro case del PC).
Il cavo di collegamento è di buona fattura e non può essere rimosso dalla periferica (è saldato in essa), i piedini gommati e l‭’‬aderenza in genere di questa tastiera è eccezionale e non è‬ facile muoverla una volta appoggiata sulla vostra scrivania.
Da segnalare invece come la tastiera non goda di poggiapolsi:‭ ‬di certo un peccato perchè‬ personalmente lo trovo comodo (non a caso scelsi la TriggerZ),‭ ‬specialmente durante sessioni di gioco o di battitura prolungati e anche in considerazione della struttura rialzata di questa G413...‭ ‬ma Logitech in questo caso ha deciso di premiare la compattezza (e io in fondo apprezzo viste le dimensioni esigue della mia scrivania di casa).
Completano la dotazione nr. 12 tasti aggiuntivi da gioco, ovvero costruiti con apposito incasso per il polpastrello, di modo che durante le vostre sessioni di gioco i tasti siano ben individuabili e non si perda la presa su di essi (o in ogni caso si riesca a ritornare in assetto il più velocemente possibile).
Terminata la prima disamina con questa carrellata sui punti che ritengo salienti di questa tastiera, passo ora alla

PROVA PRATICA
Collegata al mio PC di casa inizio a digitare e.... da subito il gusto è enorme.
Lo premetto da subito per togliere ogni dubbio: questi Romer-G sono eccezionali, a mio giudizio ancor meglio se possibile dei Cherry Brown: a livello di rumorosità e di tatto siamo sui medesimi livelli.. .ma questi Romer-G danno la sensazione di non perdere mai un colpo e di essere precisissimi.
Ho provato in passato tastiere con cherry blu, red e (come già detto) brown e durante le prime digitazioni ho dovuto prendere famigliarità con i nuovi tasti... qui sembra tutto semplice: i tasti sono sufficientemente morbidi (ad onor di cronaca leggermente più duri di quelli della mia vecchia Trigger Z) e alla minima pressione la lettera viene subito visualizzata sullo schermo.

Capitolo software: collegandosi al sito internet della Logitech si ha la possibilità di scaricare l'APP dedicata che vi consentirà di settare tasti e creare macro, importare/esportare profili da game, avere una mappa dei tasti più utilizzati e regolare la retroilluminazione. Io l'ho impostata sul livello massimo (senza effetti di dissolvenza) e devo dire che i tasti sono ben visibili in qualsiasi condizione. Non è possibile invece cambiare colore alla retroilluminazione che rimarrà quindi sempre monotonale in rosso, ma in ogni caso per quanto mi riguarda non lo trovo un grosso handicap.
In definitiva insomma l'applicazione di casa Logitech è ben fatta ma non proprio completissima, soprattutto se vi piaccion personalizzazioni estreme.

Ma ad un test di una tastiera del genere non poteva mancare qualche ora di sessione in game: ho giocato a World of Warcraft, Tomb Raider (2016), Nba 2k17 e Watch Dogs e ho trovato una risposta dei tasti eccezionale e una reattività difficilmente eguagliabile.
Consiglio ai videogiocatori di installare i tasti che vengono forniti a parte perchè grazie all'apposita scanalatura, riescono ad essere più facilmente rintracciabili mentre si è in fasi concitate del game (tipo sparatutto).
La tastiera rimane sempre salda alla scrivania grazie agli ottimi piedini gommati, e anche in game si possono utilizzare comodamente i tasti funzione (molto comodi ad esempio per regolare il volume).

CONCLUSIONI
Logitech ha fatto un lavoro eccellente ed è riuscita ancora una volta a realizzare un prodotto sensazionale.
Per quanto mi riguarda nello scegliere una tastiera (meccanica o meno), pretendo che i tasti siano realizzati secondo i giusti canoni (niente return e barre spaziatrici striminzite), che abbia un tastierino numerico (che io uso spessissimo) e che sia in ogni caso compatta e ben strutturata.
Questa G413 racchiude tutti gli aspetti sopra elencati e aggiunge dei tasti Romer-G che a mio avviso sono precisissimi e con cui si prende subito confidenza... la retroilluminazione e le splendide finiture sono la ciliegina sulla torta che faranno sicuramente divenire questa tastiera, la mia tastiera definitiva (in abbinata col Proteus G502 sempre di casa Logitech).

Viene proposta ad un prezzo di 103,99 (al 15/05/17) e come avrete capito dall'entusiasmo della mia recensione, ritengo li valga tutti.
Chi è indeciso tra le miriadi di proposte di tastiere meccaniche può dormire sogni tranquilli: se sceglierete G413 non potrete rimanere delusi.
review imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview image
0Commento| 16 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 3 novembre 2017
Ho acquistato questa tastiera in versione con layout italiano e devo dire di esserne rimasto molto soddisfatto Comincio con l'elencare quelli che secondo me sono i difetti della tastiera:
anzitutto l'inscatolamento non è proprio il massimo in quanto da sensazioni di poca robustezza (ma questa è solo l'impressione data dall'imballaggio, secondo me si sarebbero potuti usare materiali migliori), manca poi il bloc num: non sarebbe costato nulla a Logitech aggiungere un led per segnalare l'attivazione o meno di questa opzione. L'illuminazione dei tasti è soltanto monocolore (fatto questo che a me non disturba affatto in quanto non apprezzo le colorazioni circensi), il rumore dei tasti alla pressione è molto attutito (personalmente avrei apprezzato un rumore più presente"), purtroppo manca come al solito per tutti i prodotti Logitech un programma di gestione che possa funzionare anche su Linux e non solo su macchine Windows o Mac e questa secondo me è una grave pecca.
Passiamo ora agli aspetti positivi della tastiera:
molto comoda ed ergonomica, i polpastrelli aderiscono perfettamente alla forma dei pulsanti.
Mi è molto piaciuta la corsa breve dei tasti, merito questo degli switch proprietari Romer-G, l'illuminazione degli stessi è molto intensa (ma si può regolare) e in condizione di scarsa luminosità i tasti si vedono molto bene. La tastiera è costruita con materiali molto solidi, il corpo è in metallo e pesa il giusto in modo da permettere alla tastiera di essere stabile sulla scrivania, così come i piedini gommati ben realizzati e robusti, non sono però riuscito a capire dal sito della Logitech se i tasti siano invece costruiti con materiale tipo ABS o PBT (quest'ultimo sarebbe stato preferibile nel caso).
Sono inoltre stati aggiunti dei copri tasti aggiuntivi per i videogiocatori in quanto questi copritasti extra forniscono una sensazione tattile differente rispetto agli altri tasti e li rende immediatamente riconoscibili al tocco, presente ad hoc in dotazione l'utile estrattore di tasti per l'eventuale sostituzione.
Presenti inoltre la modalità gioco, rollover a 26 tasti e anti-ghosting, possibile inoltre assegnare delle macro (ma solo attraverso il software proprietario Logitech liberamente scaricabile ma che come sopra detto funziona solo con Windows e Mac).
Molto easy nelle dimensioni questa tastiera è posizionabile praticamente ovunque, il cavo di collegamento è telato e molto robusto in quanto supporta due prese USB: uno per l'alimentazione della tastiera stessa e un altro per alimentare l'uscita USB presente sulla tastiera che serve non soltanto a ricaricare eventuali smartphone o altri accessori del medesimo tipo ma può essere utilizzata anche per leggere piccole periferiche quali penne USB o hard disk esterni.
Secondo me sono state ben progettate anche le funzioni multimediali attraverso la pressione contemporanea del tasto FN e il corrispondente tasto F7-F8-F9 etc... che reca sul bordo la funzione secondaria assegnata.
Un pò di dati oggettivi :
SPECIFICHE FISICHE
Altezza: 132 mm
Larghezza: 445 mm
Profondità: 34 mm
Peso (senza cavo): 1105 g
Cavo: 1,8 m
SWITCH MECCANICI ROMER-G:
Durata: 70 milioni di pressioni dei tasti
Distanza di attuazione: 1,5 mm
Forza di attuazione: 45 g
Corsa totale: 3,0 mm.
Resta da valutare quale sarà la resistenza nel tempo della tastiera in questione, per questo motivo mi riprometto eventualmente di aggiornare la recensione più in là.
0Commento| 5 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 22 settembre 2017
Un'ottima tastiera con tasti resistenti e retroilluminati. Consigliata per i giocatori, in quanto la scrittura è rapida e fluida anche dopo ore di utilizzo. A volte la retroilluminazione va e viene da sola, ma con l'utilizzo del software si può nuovamente impostare a proprio piacimento.
11 commento|Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
I PRIMI 50 RECENSORIVOCE VINEil 28 maggio 2017
Stile: US INTL Layout|Colore: Carbon|Recensione Vine di un prodotto gratuito( Cos'è? )
Proprio così, meno è meglio, e dopo aver provato la faziosa G910, un'eccellente tastiera che però eccedeva in tanti aspetti e che risultava per certi versi troppo, pure rispetto al prezzo alto, Logitech rivede completamente i propri prodotti, puntando alla solidità e al minimalismo, anzichè riempire di fronzoli che alla fine della fiera che si rivelano poi qualcosa di non utile.
Ma vediamo assieme perchè questa tastiera mi è piaciuta così tanto e sopratutto chi dovrebbe comprarla.

***CONFEZIONE E MATERIALI***
Confezione molto semplice, all'interno troviamo solo la tastiera e qualche foglietto illustrativo.
La costruzione è eccelsa, con una piastra in alluminio (disponibile in due colori, nero e silver) che va a costituire la parte superiore, dove troviamo i 104 tasti in layout internazionale.
Cosa significa? Che al posto delle accentate troviamo i tasti che ci sono sulle tastiere con layout USA, ma che il tasto invio è ad L come nelle tastiere a layout ITA, per cui, impostando la lingua italiana sul nostro sistema, non avremo problemi ad utilizzarla.

I tasti multimediali sono stati integrati nei tasti da F1 a F12, e la parte destra lascia spazio al logo G, sovraimpresso sull'alluminio, e alle due spie che segnalano l'attivazione del caps lock e del num lock.

La parte posteriore è in plastica, solida e ben realizzata, e ci sono i classici piedini che permettono di inclinare la tastiera (questa volta con un'inclinazione consistente, al contrario della G910), e dei piedini in gomma che assicurano la massima stabilità.

Nella parte laterale a destra, è presente anche una porta USB a grandezza standard, che permette di ricaricare i dispositivi (non vi consiglio di collegare un cellulare o un tablet, ma va bene per altoparlanti e cuffie bluetooth), ma che consente anche il trasferimento dati da pendrive e simili).

Il cavo è telato, di dimensioni non esagerate, e termina con due porte USB a grandezza standard, una per l'alimentazione della tastiera, l'altra per abilitare la porta USB sul retro della tastiera. Vi consiglio di utilizzare delle porte USB 2.0 sulla vostra scheda madre.

***FUNZIONALITA'***
Per farla funzionare è necessario collegarla, per poter sfruttare tutte le funzioni invece bisogna scaricare il software di logitech.
Software che è tra i migliori sul mercato, in quanto permette di gestire con un unico programma tutte le periferiche logitech (cuffie, webcam, tastiera, mouse) compatibili.
Tramite il software possiamo:
-Gestire le macro, assegnando funzioni a piacere sui tasti che vanno da f1 a f12.
Utilizzando la tastiera come input per programmi di video e foto ho personalizzato i tasti in modo che, per ogni programma, abbiano una determinata funzione o richiamino un determinato menù. In più, non essendoci i tasti < e > li ho assegnati sempre tramite il software.

-Gestire la retroilluminazione.
Retroilluminazione che però è solo rossa, non rgb, ma la fedeltà è molto buona, si abbina molto bene al profilo della tastiera e può essere regolata in intensità, oltre a poter impostare un effetto di dissolvenza ciclica e la velocità di dissolvenza.
L'intensità può essere regolata direttamente dalla tastiera senza passare dal software, tramite combinazione di tasti fn+f7.

Poi tramite tastiera è possibile gestire i comandi multimediali e disabilitare il tasto windows con la pressione di tasti fn+f8.

***SWITCH ROMER G***
Meritano un capitolo a parte, in quanto si tratta di switch proprietari di Logitech.
Le tastiere meccaniche si differenziano e sono apprezzate proprio grazie agli switch. Lo switch non è altro che un piccolo meccanismo con determinate caratteristiche di corsa e forza di attuazione, che ne determina il feedback.

I più diffusi sono i Cherry, nelle varianti RED, lineari e leggeri, Blue che fanno click e mediamente pesanti, e brown, lineari e mediamente pesanti.

Tutti questi switch si caratterizzano dall'avere un'attuazione a 2mm della corsa (che arriva fino a 4mm) il che significa che, per inviare il comando al PC, bisogna premere il tasto fino a farlo arrivare a 2 mm.

I Romer G sono molto simili ai Cherry brown come forza di attuazione e come suono, ma si attivano a 1.5mm, quindi promettono un'attuazione più veloce del 25%.

Sembra molto poco, ma per chi usa la tastiera per giocare, ma anche per lavorare, per scrivere, è un risparmio di tempo e un'efficacia nello svolgimento di tutte le operazioni notevole.

La differenza quasi non si nota se si preme un tasto cherry brown e un tasto Romer G, ma se provate a digitare un testo da 5000 caratteri su una tastiera con i brown, e poi passate ad una tastiera con i romer g, la differenza la noterete tutta, e probabilmente sceglierete i secondi.

Probabilmente perchè, al di là dei freddi numeri, quello che conta sono le preferenze personali. Conosco amici che, come me, adorano i romer g, ma altrettanto altri che non li apprezzano, per cui l'invito, prima di acquistarli, è proprio quello di provarli per un pò di tempo.

***UTILIZZO***
Semplicità, unita a switch che sul mercato sono molto apprezzati per le loro caratteristiche, rendono questa tastiera un prodotto eccezionale, sia per il giocatore incallito che esige il massimo sia per chi vuole usarla per lavoro, per scrivere, e in generale come tastiera principale per il proprio pc.
Le forme minimali la rendono adatta anche ad un ufficio, le funzioni macro sono eccezionali in tanti ambiti, occupa pochissimo spazio sulla scrivania ed è bella da vedere.
Tutto quello che si può desiderare da una tastiera su questa fascia di prezzo.

***CONCLUSIONI***
Logitech ha sfornato davvero un prodotto eccezionale, che ha come unica mancanza la retroilluminazione rgb, disponibile però nella versione PRO: Logitech G Pro Tastiera per Giochi Meccanica, Solo Layout Stati Uniti, Progettata per Professionisti che però ha anche un prezzo di 50 euro superiore e rinuncia al tastierino numerico.

Se per voi l'illuminazione rgb non è una mancanza, e se il vostro budget si aggira sui 100 €, questa è una delle più solide e ben costruite al momento sul mercato, ma vi devono piacere i romer g.
review imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview imagereview image
0Commento| 2 persone l'hanno trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso
il 27 dicembre 2017
Tastiera meccanica dal design pulito e minimale, classificata con la parola gaming, ma comunque versatile ed adatta anche alla scrittura. Non conoscevo gli switch romer G, sono piacevoli da usare, l'unica cosa che non mi piace è il rumore della molla ("spring resonance", facendo una ricerca in google si trova materiale a riguardo) che se si premono i tasti troppo energicamente è ben udibile, specialmente in ambienti silenziosi. Altra pecca è la mancanza di un led per il BLOCK NUM, francamente un po' seccante, manca anche quello per il BLOCK SCORR, presente invece il led del maiuscolo. Utile anche il SW LGS che permette di assegnare macro e personalizzare i tasti F1-F12, gestire l'intensità della retroilluminazione e altre cosucce "gaming". Io l'ho presa a 67€, credo sia un ottimo prezzo per questo articolo. A 103 di listino forse avrei preso altro (magari coi CHERRY MX)..retroilluminazione OK.
0Commento| Una persona l'ha trovato utile. Ti è stata utile questa recensione? Segnala un abuso

Domande? Ottieni risposte rapide dai recensori

Per favore, verifica di aver inserito una domanda valida. Puoi modificare la domanda oppure pubblicarla lo stesso.
Inserisci una domanda.
Visualizza tutte le 20 domande con risposta


Hai bisogno del servizio clienti? Clicca qui