EUR 18,70
  • Prezzo consigliato: EUR 22,00
  • Risparmi: EUR 3,30 (15%)
  • Tutti i prezzi includono l'IVA.
Spedizione gratuita per ordini sopra EUR 29.
Disponibilità immediata.
Venduto e spedito da Amazon. Confezione regalo disponibile.
La scuola cattolica è stato aggiunto al tuo carrello

Spedire a:
Per vedere gli indirizzi, per favore
Oppure
Inserisci un codice postale corretto.
Oppure
Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza tutte le 2 immagini

La scuola cattolica Copertina rigida – 17 mar 2016

2.9 su 5 stelle 99 recensioni clienti

Visualizza tutti i 3 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina rigida
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 18,70
EUR 18,00
Nota: Questo articolo può essere consegnato in un punto di ritiro. Dettagli
Ritira il tuo ordine dove e quando preferisci.
  • Scegli tra gli oltre 8.500 punti di ritiro in Italia
  • I clienti Prime beneficiano di consegne illimitate presso i punti di ritiro senza costi aggiuntivi
Come inviare un ordine presso un punto di ritiro Amazon.
  1. Trova il tuo punto di ritiro preferito ed aggiungilo alla tua rubrica degli indirizzi
  2. Indica il punto di ritiro in cui vuoi ricevere il tuo ordine nella pagina di conferma d’ordine
Maggiori informazioni

Su questo libro è presente la recensione di Tuttolibri
La trovi più in basso nella pagina. Curiosa tra tutte le recensioni e i percorsi di lettura dello storico settimanale. Scopri
click to open popover

Spesso comprati insieme

  • La scuola cattolica
  • +
  • La prima verità
Prezzo totale: EUR 35,70
Acquista tutti gli articoli selezionati

Descrizione prodotto

Recensione

La scuola cattolica cova il delitto del Circeo

Andrea Cortellessa, Tuttolibri - La Stampa

È un doppio legame collettivo quello che induce a tentare, ogni volta, Il Libro Degli Anni Settanta: questo tempo che proprio non si riesce a passare alla storia. Anche il libro-monstre di Edoardo Albinati si confronta con questo nodo, ma anziché pretendere di tagliarlo si sforza di dipanarlo in tutte le sue laocoontiche volute: a rischio di restarne, lui per primo, soffocato. Della matassa la sorte gli ha messo in mano un bandolo, e non tra i minori. A lungo il delitto del Circeo è stato infatti un paradigma dell’intreccio fra violenza individuale e collettiva (sulle sue interpretazioni c’è un’intera monografia di Fabio Pierangeli: «È finita l’età della pietà»); e si consumò a un solo grado di separazione da lui, Albinati, allievo della scuola che intitola il libro, il San Leone Magno nel borghesissimo quartiere Trieste: la stessa degli estremisti di destra Gianni Guido, Angelo Izzo e Andrea Ghira, come lui di ottima famiglia, che una notte di settembre del ’75 rimorchiarono due ragazze invece di umile estrazione – Rosaria Lopez e Donatella Colasanti – e ne fecero scempio (la seconda, fortunosamente, sopravvisse).
Non si pensi però alla Scuola cattolica come a un libro-inchiesta, che risponda magari alla riapertura delle indagini (lo scorso gennaio) sulla sorte dell’irreperibile Ghira. Quasi provocatoriamente, anzi, Albinati capovolge la vulgata stucchevole del noir-che-fa-finalmente-chiarezza-sui-misteri-d’Italia. La «storia centrale» è talmente correlata con Tutto Il Resto da perdersi, da subito, come una cifra nel tappeto. Del Fattaccio non manca di dare spiegazioni, Albinati: il clima di violenza (il leit-motiv dei film di Peckinpah); la fallita pedagogia dei preti cogli adolescenti rinchiusi in una scuola tutta maschile; la «rappresaglia» simbolica dei maschi sull’universo femminile; l’inversione del decoro borghese (quello per cui quegli spostati – gli altri ex compagni si riveleranno maniaci suicidi, nazimaoisti piromani, anarchici scoppiati col loro ordigno sul tetto del manicomio – tutte le sere «tornano a cena dai genitori»). Più vicino a Calvino che a Pasolini, dunque.
Ma più s’inoltra nella palude, il narratore, più vi affonda con tutto se stesso. Finendo per specchiarvi le proprie ambivalenze nei rapporti col femminile, coll’estrazione borghese, colla sua storia religiosa e ideologica, con lo stesso vampirismo letterario: l’accostamento al Truman Capote di A sangue freddo regge, nel bene come nel male (quel «disturbo del comportamento» che è l’hoarding, di cui Albinati ha parlato nel notevole Oro colato, Fandango 2014: «ovvero il fare man bassa, accaparrarsi, saccheggiare»), mentre un altro possibile modello, Massa e potere di Elias Canetti (la volontà di trascendere gli eventi in un saggio filosofico sul proprio tempo, le cui digressioni costituirebbero invece «un diretto e immediato proseguimento del discorso»), resta lontano per l’incapacità di rinunciare a tornare sugli stessi scogli ossessivi, persino sulle stesse «filastrocche sciocche e oscene, cavolate e calembour scolastici» (le dodici pagine di chat cogli ex compagni di classe, per esempio, ce le saremmo risparmiate volentieri).
Il fatto è che questo di Albinati non è un romanzo né un saggio, ma neppure un misto dei due (come quello che resta il suo capolavoro, Maggio selvaggio). È invece il tentativo più coraggioso possibile (dopo il recupero della memoria con Vita e morte dell’ingegnere, quattro anni fa) di fare una buona volta i conti, non tanto cogli Anni Settanta e i loro mostri, ma col mostro che incontra tutte le mattine allo specchio. La condizione carceraria che scopre accomunarlo ai reduci di quelle guerre lontane (dopo tredici anni di reclusione al San Leone Magno, da più di vent’anni insegna a Rebibbia) si rivela così l’oscura sanzione di una colpa ancora più oscura. Davvero «questo libro non è in grado di rispondere a molte domande»; ma in compenso forse ha fatto del suo autore, finalmente, un uomo libero.
BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.



Dettagli prodotto

  • Copertina rigida: 1294 pagine
  • Editore: Rizzoli (17 marzo 2016)
  • Collana: Scala italiani
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8817086835
  • ISBN-13: 978-8817086837
  • Peso di spedizione: 1,3 Kg
  • Media recensioni: 2.9 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (99 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 10.258 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
  • Garanzia e recesso: Se vuoi restituire un prodotto entro 30 giorni dal ricevimento perché hai cambiato idea, consulta la nostra pagina d'aiuto sul Diritto di Recesso. Se hai ricevuto un prodotto difettoso o danneggiato consulta la nostra pagina d'aiuto sulla Garanzia Legale. Per informazioni specifiche sugli acquisti effettuati su Marketplace consultaMaggiori informazioni la nostra pagina d'aiuto su Resi e rimborsi per articoli Marketplace.

    Se sei un venditore per questo prodotto, desideri suggerire aggiornamenti tramite il supporto venditore?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
I grandi numeri caratterizzano questo libro, circa 1.350 pagine, oltre 31 capitoli, circa 40 anni di storia analizzati, una pletora di personaggi, e soprattutto pagine e pagine di noiose disquisizioni su tutto lo scibile umano, insomma se l'autore si fosse limitato al racconto della sua infanzia, del periodo scolastico, dei professori, dei suoi amori adolescenziali e da adulto e naturalmente alla descrizione dei vari delitti commessi da "Angelo" , il libro sarebbe stato veramente un capolavoro, mentre a mio giudizio con tutti gli orpelli ed i suoi grandi numeri si legge con fatica e sinceramente su molte pagine sono andata oltre, per esempio saltando a piè pari gli aforismi del professor Cosmo che ho trovato francamente inutili.
Commento 8 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
libro che tutti dovrebbero leggere con attenzione, in primis i maschi e a seguire le femmine
l'analisi dell'evoluzione che ha subito la famiglia negli ultimi decenni è da testo scolastico da adottare per capire chi siamo oggi
Albinati è un grande, prende spunto da un efferato fatto di cronaca per togliere tutti i veli che coprono una società sempre più non consapevole
e smarrita. Non da soluzioni ma apre infiniti piani di dibattito su sesso, morale, rapporti famigliari, presente e futuro.
Un grazie senza riserve a chi è riuscito a compiere un lavoro di introspezione di questa portata.
Commento 7 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Sono ancora a metà libro (è lunghissimo) ma tiene incollati alla pagina come pochi. Di cosa parla? Della vita.
Interessanti i ragionamenti sui maschi in generale, sulla loro educazione, sulla violenza vs le donne come unico modo di comunicare in assenza di tenerezza, che non hanno mai potuto esternare per via dei canoni dell'uomo macho.
Da leggere
Commento 5 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Circa 1000 delle 1300 pagine sono riflessioni dell'autore sugli anni '70 e sulla sua esperienza scolastica e adolescenziale, svoltasi in gran parte presso una scuola cattolica romana. Al delitto del Circeo, che viene richiamato nella presentazione del libro, è dedicato uno solo dei 144 capitoli. Molte delle riflessioni dell'autore sono interessanti, altre ripetitive. ad esempio al concetto e alle motivazioni degli stupri vengono dedicate circa 300 pagine, decisamente troppe. Io sono riuscito ad arrivare in fondo solo saltando interi capitoli. Credo in tutto di aver letto solo 300 pagine. Non lo consiglierei, se non ha chi ha molto tempo libero, è interessato agli anni '70 e ha una mente filosofica / sociologica.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Il libro di Albinati mi piace perché appartiene a quella categoria dei libri che prendono un piccolo pezzo di mondo e lo metto sotto il microspocio fino a farlo diventare troppo grande per raccontarlo tutto ( più Sebald degli "Anelli di Saturno" o il Leaf Moon di "Prateria" che non il Melvile di "Moby Dick" gran catalogatore di balene e di marineria scambiato troppo spesso per un romanziere simbolista, mentre quel libro immenso non ha bisogno di esser letto per simboli altrimenti rischia di perderci). Ma torniamo ad Albinati e al suo romanzo coraggioso e lungo (troppo, anche se la lunghezza in questo caso non è pigrizia). La confessione è quasi sfrontata, la domanda inespressa e sempre sfiorata, è se la tranquilla vita di ragazzetti di un quartiere bene di Roma degli anni settanta ottanta sarebbe potuta diventare invece la biografia di mostri che violentano e uccidono le ragazze solo perché pensano di poterselo permettere. La vicenda del massacro del Circeo, i "compagni di scuola" Izzo e Ghira gli assassini resta un po' ai margini di un lungo racconto di una scuola privata, il San Leone Magno padrino delle élite in fase di crescita ma anche della "peggio gioventù" è un po' il fulcro della storia insieme al quartiere Trieste con la sua media borghesia non abbastanza ricca per potersi permettere di diventare progressista. Un quartiere che quando ero ragazzo non potevo neppure attraversare in Vespa perché destra e sinistra forse oggi sono concetti sbiaditi ma allora se le davano di santa ragione.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Ho vissuto nei luoghi e nei tempi raccontati, mi aspettavo molto di più di un monologo vanesio e prolisso. Il SLM non era solo un teatrino di preti da barzelletta e adolescenti brufolosi e allupati. Neanche politicamente ha qualcosa di interessante da dire. Se questi sono i lavori che premiano oggi in Italia... (abito all'estero da un ventennio)... per fortuna l' ho letto su Kindle.
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Come ogni anno, lo Strega è un atto di autoerotismo intellettuale. Spunti interessanti vengono sepolti da divagazioni autoreferenziali e prolisse. Del tutto improponibile il capitolo con le parole in disuso, non lo pubblicherei nemmeno su vicd. Se l'autore aveva intenzioni stilistiche, non sono riuscito a cogliere. Avere speso 6 mesi per leggere un libro dove l'autore si prende gioco del lettore è frustrante.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di Nino il 29 gennaio 2017
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Gran libro che per una persona di quella generazione ricorda momenti storici,generi musicali,cinematografico e soprattutto , sentimenti , emozioni e stati d'animo di 40 anni fa.Da leggere con tutto il tempo necessario trattandosi di oltre 1000 pagine
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti


Ricerca articoli simili per categoria