EUR 17,00
  • Prezzo consigliato: EUR 20,00
  • Risparmi: EUR 3,00 (15%)
  • Tutti i prezzi includono l'IVA.
Spedizione gratuita per ordini sopra EUR 29.
Disponibilità: solo 2 --ordina subito (ulteriori in arrivo).
Venduto e spedito da Amazon. Confezione regalo disponibile.
Il tempo delle lucciole è stato aggiunto al tuo carrello

Spedire a:
Per vedere gli indirizzi, per favore
Oppure
Inserisci un codice postale corretto.
Oppure
Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza l'immagine

Il tempo delle lucciole Copertina flessibile – 22 set 2015

5.0 su 5 stelle 7 recensioni clienti

Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Copertina flessibile, 22 set 2015
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 17,00
EUR 17,00
Nota: Questo articolo può essere consegnato in un punto di ritiro. Dettagli
Ritira il tuo ordine dove e quando preferisci.
  • Scegli tra gli oltre 8.500 punti di ritiro in Italia
  • I clienti Prime beneficiano di consegne illimitate presso i punti di ritiro senza costi aggiuntivi
Come inviare un ordine presso un punto di ritiro Amazon.
  1. Trova il tuo punto di ritiro preferito ed aggiungilo alla tua rubrica degli indirizzi
  2. Indica il punto di ritiro in cui vuoi ricevere il tuo ordine nella pagina di conferma d’ordine
Maggiori informazioni
click to open popover

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.



Dettagli prodotto

  • Copertina flessibile: 490 pagine
  • Editore: Silele (22 settembre 2015)
  • Collana: Adventure
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8899220190
  • ISBN-13: 978-8899220198
  • Peso di spedizione: 358 g
  • Media recensioni: 5.0 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (7 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 312.189 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
  • Garanzia e recesso: Se vuoi restituire un prodotto entro 30 giorni dal ricevimento perché hai cambiato idea, consulta la nostra pagina d'aiuto sul Diritto di Recesso. Se hai ricevuto un prodotto difettoso o danneggiato consulta la nostra pagina d'aiuto sulla Garanzia Legale. Per informazioni specifiche sugli acquisti effettuati su Marketplace consultaMaggiori informazioni la nostra pagina d'aiuto su Resi e rimborsi per articoli Marketplace.

    Se sei un venditore per questo prodotto, desideri suggerire aggiornamenti tramite il supporto venditore?

Recensioni clienti

5.0 su 5 stelle
5 stelle
7
4 stelle
0
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stella
0
Vedi tutte le 7 recensioni cliente
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Una bella e lunga vicenda, quella raccontata da questo libro, che si evolve nel lasso di tempo tra la prima e la seconda guerra mondiale, due dei più cupi periodi vissuti dal nostro paese. Ma non è la storia a fare da protagonista, anche se risulta evidente un buon lavoro di ricerca realizzato dall'autrice. Gli unici, indiscussi personaggi principali, sono i componenti della famiglia Montali. Giulio, il capofamiglia, che impersona il classico uomo di quei tempi: deciso, autoritario, che pone un'estrema considerazione alle proprie aspettative e raggiunge i suoi obbiettivi senza preoccuparsi delle eventuali conseguenze che si possono ripercuotere sui familiari.
Bianca, la moglie umile e devota che subisce in silenzio le decisioni del marito, anche quando contrastano con i suoi desideri. Una donna che vive all'ombra del suo sposo, accettando con rassegnazione la soppressione della sua personalità e che conferisce alla maternità il suo unico punto di forza.
Infine c'è Emma, che dal profondo innamoramento infantile della figura paterna, assiste amaramente alla costante trasformazione di quel rapporto in un acceso e costante conflitto. Per contro è in totale armonia con la madre e, alcune volte, si fa carico del peso della sua latente frustrazione, supportandola e proteggendola, sino ad arrivare a contribuire attivamente alla sua emancipazione.
Il contesto geografico prevalente è quello della pianura parmense, di un'Italia ancora ben lontana dal miracolo economico, in cui il tenore di vita è caratterizzato dalla semplicità ed estrema frugalità, compensate, tuttavia, da una maggiore giovialità e senso di solidarietà, rispetto ai tempi più moderni.
Ulteriori informazioni ›
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Acquisto verificato
il tempo delle lucciole - ok.. l'ho finito stamattina.. mi ha lasciato quella sensazione che hai addosso quando dai un arrivederci agli amici al mare con i quali sei stato tre settimane a raccontarti tutti i tuoi fatti più intimi, un po' protetto dal pensiero che non ci si incontrerà più..
Quasi tutti i personaggi mi mancano, uno in particolare spero di non reincontarlo invece mai nella mia vita perchè l'avevo già conosciuto prima del libro e l'ho ritrovato nelle pagine con disgusto... di certo non è lo stesso, di sicuro non sarà l'unico.

E' un bel libro, merita un encomio lo sforzo fatto nel tenerlo galleggiante rispetto alla linea di scenario storico riuscendo a trasformare le due guerre in qualcosa di molto pacato.. ma il botto arriva comunque prima o poi e fa tremare i nervi.
Vengono toccati argomenti che ai giorni nostri han assunto un'etichetta chiara ma che da sempre ovviamente esistono e pur essendo un romanzo di amore non è sdolcinato o mellifluo, anzi è molto realista, molto concreto, in certi momenti crudo pur se condito della speranza da parte del lettore che tutto si risolva..

Ti da la sensazione sia da leggere davanti ad un caminetto - io l'ho fatto ogni tanto, anche se al bioetanolo - con una buona tazza di te speziato; da alcune pagine rialzi lo sguardo e vorresti picchiare l'autrice dalla rabbia, da altre vorresti stringerla forte a te perchè ha centrato nel pieno le emozioni del lettore (e forse anche le sue mentre scriveva).

Lo considero un buon regalo di natale, adatto a chi ama leggere e a chi non ha fretta (lo si potrebbe leggere in un weekend di buona lena, io mi sono costretto a rallentare perchè forse è quello che voleva la penna mentre lo scriveva..
Ulteriori informazioni ›
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Una storia di altri tempi con una bella collocazione storica in un periodo spesso dimenticato. Una storia che potrebbe essere quella che ci raccontavano i nonni, che narra di piccole realtà dove i sentimenti e le difficoltà sono forti e sempre presenti. Traspare la voglia di raccontare cose che nonci sono più e che non è bene dimenticare perchè senza storia e, soprattutto, senza la piccola storia delle persone normali che ci hanno preceduto, non potremmo vivere il nostro presente.
Scavallate le prima pagine, in cui si fa fatica a trovare l'orientamento, si entra in una storia che scorre piacevolmente e che ci fa entrare in quotidianità ormai lontane dove il costume, l'educazione e il modo di vivere erano così diversi da quelli odierni.
Il finale arriva repentino e un po' inaspettato ma la sensazione di essere entrai in sintonia con la protagonista permane lasciando un velo di curiosità sulla sua vita futura.
Insomma, un libro che si legge volentieri e che lascia qualcosa dentro dando l'impressione che l'autrice abbia davvero saputo cogliere l'essenza di un periodo storico senza cadere nel banale e adattando i tempi della storia ai ritmi della vita di quasi 100 anni fa.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Ho appena terminato di leggere “Il tempo delle lucciole” romanzo di Francesca Gnemmi e la primo sentimento che mi ispira è quello della delicatezza. Ho in mente un preciso episodio del libro, nei primi capitoli, quando Emma, la protagonista, assieme alla sua amica Giulia, va a giocare sulla riva al Po e dentro di me, mi sono detta:
— Ecco la tragedia, la disgrazia dietro la quale si dipanerà tutto il racconto.—
In realtà, poi, le due ragazzine rientrano a casa tranquille. Nessun dramma, nessun colpo di scena. Mi ero immaginata corpi stravolti, portati via dalla piena del fiume, madri disperate, urla strazianti…
Ho compreso in quelle pagine che questo sarebbe stato un libro diverso.
In un mondo in cui tutto è gridato e sopra le righe, in cui sbalordire e turbare sono i verbi alla moda, questo romanzo sussurra.
Sussurra la storia di una bambina, Emma appunto, che cresce in un’Italia fra le due guerre, in una famiglia “normale” che nasconde, chiaramente come tutte, qualche “imperfezione” nel proprio armadio.
Amori di un tempo, vissuti negli angoli nascosti della provincia italiana di inizio secolo scorso. Uomini, padri e mariti, padroni del destino delle proprie famiglie; madri, donne e mogli disarmate e inermi davanti alle prepotenze dell’uomo del tempo… non poi così lontano dal nostro di tempo.
Un romanzo che può essere definito storico, sicuramente di formazione, che delinea pienamente le contraddizioni di un’Italia, affamata di crescita ma ancora una volta mortificata dall’insorgere di nuova guerra.
Una bella lettura che vede crescere, pagina dopo pagina, assieme alla protagonista la forza femminile, quel misto di determinazione e volontà, voglia di rivalsa e forza di appartenenza, che crea un potente coinvolgimento fra il lettore e il racconto.
Bello!
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Ricerca articoli simili per categoria