Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 6,99

Risparmia EUR 4,01 (36%)

include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Il volo del calabrone (Oscar bestsellers Vol. 1515) di [Follett, Ken]
Annuncio applicazione Kindle

Il volo del calabrone (Oscar bestsellers Vol. 1515) Formato Kindle

4.0 su 5 stelle 36 recensioni clienti

Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 6,99
Copertina rigida
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 12,00 EUR 6,70

Lunghezza: 433 pagine Miglioramenti tipografici: Abilitato Scorri Pagina: Abilitato
  • Libri simili a Il volo del calabrone (Oscar bestsellers Vol. 1515)

Descrizione prodotto

Recensione

Nazi, amori, calabroni e un Follett in gran forma nel regno di Danimarca Alla caccia del primo radar della storia mentre Hitler sferra il suo attacco all’Unione Sovietica

Soria Piero, Tuttolibri - La Stampa

Detto così, può sembrar abbastanza paradossale: ma è certo che per il mitico Ken Follett i calabroni volino molto più in alto delle gazze. Nel senso che questo suo ultimo romanzo è decisamente più felice del precedente di cui, in ogni caso, conserva un fondale al quale sembra particolarmente affezionato e che ricorre sempre più spesso nell’ormai impressionante elenco dei suoi bestseller: un momento eroico di Resistenza allo spietato giogo nazista sull’Europa. Se ne «Le gazze ladre» le vittime del crudele esercito d’invasione erano i francesi, ne «Il volo del calabrone» sono i danesi. E al posto del potentissimo centro radio che trasmetteva tutti gli ordini dei comandi con la svastica, ora da zittire è la nuova arma segreta: il primo radar della storia che Hitler usa per abbattere come mosche gli stormi della Raf diretti in Germania non appena i caccia ed i bombardieri si affacciano sulla Manica. E, pur mantenendo al centro della vicenda una solida presenza femminile (l’intrepida Hermia del MI6, la bellissima ebrea Karen e la spietata collaborazionista Tilde) questa volta l’autore gallese ridona palcoscenico e primo piano anche al valore maschile ultimamente un po’ negletto (in parti quasi esclusivamente da cattivo). Meglio, dunque. Molto meglio. Anche perché la Danimarca di Amleto non è mai stata molto raccontata ed il suo ruolo nella seconda guerra mondiale è sempre entrato come una sorta di nota a piè di pagina nell’immenso racconto bellico di cinema e narrativa d’intrattenimento. La vicenda, di per sè, è piuttosto esile: Churchill (sorpreso solo per un istante, ma in un ritratto assolutamente non convenzionale) sospetta, grazie anche ad una strano messaggio cifrato, che il nemico sia in qualche modo riuscito a far funzionare all’improvviso quel diabolico marchingegno di intercettazione a cui stanno invano lavorando da tempo anche gli inglesi. E la situazione è tanto più grave in quanto il Führer ha appena avviato la sua inarrestabile campagna di Russia, non trovando praticamente ostacolo, la strada del tutto spianata da una Luftwaffe senza nemici, gli scarsi piloti inglesi che sopravvivono all’«occhio magico» facile preda delle batterie di terra. E’ perciò indispensabile poter ritornare a fare pesanti raid sul suolo tedesco e a distogliere così parte dell’aviazione dal fronte orientale, in attesa che il Generale Inverno arrivi a ristabilire definitivamente gli equilibrii. L’incarico di scoprire e rendere inoffensivo l’impianto è dunque affidato a Hermia Mount, una focosa vichinga fuggita in Inghilterra prima dell’invasione, in rapida scalata nei servizi segreti di Sua Maestà britannica, responsabile dell’unica cellula resistente nell’antica patria e fidanzata con il baldo Arne il cui fratello diciottenne, Harald, ha scoperto per caso sull’isolotto di Sande - nei pressi della parrochia del padre, cupo pastore protestante - una misteriosa installazione militare che potrebbe proprio essere quella giusta. Inutile dire di più di una storia che, avendo per contratto l’inevitabile lieto fine attraverso il solito, ben congegnato impasto di avventura, passione e tradimento, deve essere gustata passo passo senza anticipare la scoppiettante sequela di ritratti e invenzioni (soprattutto amorose) che si svolgono all’ombra di un leggendario Hornet Month nascosto tra i bastioni di un castello antico, vale a dire del «calabrone» del titolo: due ali e un motore che alla buon’ora si libreranno nel cielo per mettere definitivamente i bastoni tra le ruote alla cupidigia nazista. S’è detto del panorama danese, così inusuale (e per questo così affascinante) con le sue nebbie profonde, le piogge livide, il mare che tutto circonda, le mille isole, le campagne sonnolente e gli squarci di una Copenhagen inedita. Ma c’è, soprattutto, il racconto di una società austera, abbarbicata al suo re che è stato in grado di trattare coll’invasore un’occupazione «morbida», quasi rispettosa. Con le sue aristocratiche scuole di volo, i collegi di formazione, la sua solida elite ebraica turbata e impaurita dalla follia razziale che spazza l’altra Europa ma che mai salirà sulla tradotta del lager. Una Nazione di tanti piccoli eroi sprezzanti e silenziosi che sanno rendere ancora più abbietta ed inutile l’ansia affannata di quei pochi opportunisti, proni per carriera o per vendetta.

Sinossi

Giugno 1941. Mentre le truppe naziste marciano vittoriose in tutta Europa, i bombardieri inglesi vengono decimati dai caccia nemici, che sembrano conoscerne in anticipo rotte e destinazioni. Come fanno? Qual è il loro segreto? I messaggi cifrati tedeschi parlano sempre di "Freya". Digby Hoare, dei servizi segreti inglesi, sa che deve scoprire al più presto cosa si nasconde dietro questo nome. Ma prima di Hoare, in una sperduta isola danese, un ragazzo si imbatte per caso nell'arma segreta nazista che sta tenendo in scacco la RAF: un sofisticato sistema radar. Insieme al fratello pilota e alla sua fidanzata, il ragazzo si ritrova coinvolto in un gioco serissimo e pericoloso, da cui dipendono le sorti dell'umanità.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 1210 KB
  • Lunghezza stampa: 433
  • Editore: MONDADORI (7 ottobre 2010)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B005UKSBJC
  • Word Wise: Non abilitato
  • Miglioramenti tipografici: Abilitato
  • Media recensioni: 4.0 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (36 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #4.738 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  •  Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?


Quali altri articoli acquistano i clienti, dopo aver visualizzato questo articolo?

Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Copertina flessibile
“Il volo del calabrone” (“Hornet Flight”, 2002) è il prototipo del thriller di spionaggio alla Ken Follet prima maniera (non quello de “I pilastri della terra” per intenderci). Nell’opera sono presenti tutti gli ingredienti del genere: spie, informazioni da trafugare, una guerra di buoni contro cattivi e persone comuni che possono cambiare il corso della storia. In questo caso si tratta di due giovani danesi che cercano di aiutare i servizi segreti britannici per opporsi ai nazisti che hanno appena invaso la Danimarca.

Il punto di forza del romanzo sta nelle motivazioni personali dei protagonisti, nel loro lato umano: Harald Olufsen vuole dare un senso alla morte eroica del fratello; Karen Duchwitz presagia le disgrazie che verranno per chi è ebreo come lei; Hermia Mount vuole riscattarsi dal senso di colpa per la morte delle spie da lei reclutate; anche Peter Flemming, l’antagonista principale, è stato vittima di una fatalità che ha reso sua moglie un vegetale. Tutti lottano contro difficoltà più grandi di loro, tutti devono andare oltre i propri limiti per riuscire.

Suspense, intrigo, scontri, passioni e avventura si mescolano nelle giuste dosi, per un risultato apprezzabile anche se a tratti poco originale, un filo al di sotto dei più conosciuti e acclamati La cruna dell’ago e Il codice Rebecca. La “prosa trasparente” caratteristica di Follet trascina il lettore in un mondo fittizio ma verosimile, e non si riesce più a staccarsi dalla pagina. Intrattenimento di qualità quindi, senza sbavature, consigliato a tutti e imperdibile per gli amanti del genere.
Commento 14 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Questo romanzo del 2002 di Ken Follet prende spunto da un episodio vero delle Resistenza danese nell’ultima guerra, così come è indicato da Follet all’inizio del volume e con qualche maggior dettaglio sul proprio sito web ([...]). Su quell’episodio oggi sappiamo molto di più, grazie ad un libro di Mark Ryan del 2009: The Hornet's Sting: The Amazing Untold Story of World War II Spy Thomas Sneum (http://www.amazon.com/The-Hornets-Sting-Amazing-Untold/dp/1602397104). Thomas Sneum fuggì dalla Danimarca, invasa dai Tedeschi, proprio con un aereo Hornet Moth e venne poi nuovamente inviato dai servizi segreti britannici nel suo paese, dove raccolse preziose informazioni sulle installazioni radar dei nazisti e sui loro piani di sviluppo della bomba atomica.
A partire da questi elementi Follet ha tessuto la trama del suo romanzo, che vede Harald Olufsen, un diciottenne danese, scoprire casualmente un impianto radar nazista, proprio mentre i Servizi segreti britannici decidono di inviare una profuga danese da loro reclutata, Hermia Mount, a tentare di capire dove e quali apparecchiature naziste siano presumibilmente all’origine delle gravi perdite di aerei che la RAF subisce nelle sue incursioni.
Entrare negli ulteriori dettagli della vicenda significherebbe privare il lettore degli elementi sorprendenti che rendono la storia di Follet avvincente e intrigante. E non c’è alcun dubbio che la storia appare ben costruita, tenendo sempre alta la suspense e l’interesse del lettore nel seguire le diverse peripezie di personaggi elaborati fuori dagli stereotipi e caratterizzati in termini assai convincenti. Tuttavia, da un certo punto in poi – almeno per quel che mi riguarda – il racconto finisce per perdere la sua capacità di presa e per crollare rovinosamente.
Ulteriori informazioni ›
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Sono una grande appassionata di Ken Follett ma questo suo romanzo non mi ha convinto. Ho trovato meno avvincente l’intreccio narrativo, anche se non mancano il bel tratteggio dei personaggi e i colpi di scena a cui l’autore ci ha abituati. Un po’ deludente il finale. Il libro comunque mi ha incuriosito sulle vicende della Danimarca durante la seconda guerra mondiale, che conoscevo poco e che mi sono andata ad approfondire.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Secondo libro letto di Follett; sull'onda di Codice a Zero non ho spento il kindle e ho proseguito, bellissimo e avvincente devo dire che è molto originale e ti lascia sempre in tensione in attesa della prossima sorpresa.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
ho letto libri migliori di Ken Follett, il mio autore preferito per questo genere di romanzi. Questo non vuol dire che il libro non sia godibile dalla prima all'ultima pagina. l'ho letto con piacere e mi sono immedesimato nella storia. Il finale mi ha un pò deluso, mi è sembrato semplicistico. in ogni caso un libro da leggere
patrizio48
Commento 6 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Questo e' il mio primo libro di Ken Follett e l'ho trovato scorrevole e avvincente. Leggendo le altre recensioni credo che non sia il migliore comunque lo ritengo un libro valido. Forse la prima parte piu' lenta ma il finale ha un ritmo con costanti colpi di scena che mantengono alta la tensione.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Di Miglio il 26 agosto 2013
Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Devo dire che è un bel libro, anche perché fa capire bene il contesto storico dell'epoca. Questo è il secondo libro che leggo di Ken Follett e se devo essere sincero mi è piaciuto di più "il terzo gemello", anche perché soprattutto negli ultimi capitoli de "il volo del calabrone" si va un po' nel fantascientifico.. Tutto sommato resta un bel libro!
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti

click to open popover

Ricerca articoli simili per categoria