EUR 13,52
  • Prezzo consigliato: EUR 15,90
  • Risparmi: EUR 2,38 (15%)
  • Tutti i prezzi includono l'IVA.
Spedizione gratuita per ordini sopra EUR 29.
Disponibilità immediata.
Venduto e spedito da Amazon. Confezione regalo disponibile.
Se vuoi fare il figo usa ... è stato aggiunto al tuo carrello
Ne hai uno da vendere?
Passa al retro Passa al fronte
Ascolta Riproduzione in corso... In pausa   Stai ascoltando un campione dell'edizione audio udibile.
Maggiori informazioni
Visualizza tutte le 2 immagini

Se vuoi fare il figo usa lo scalogno. Dalla pratica alla grammatica: imparare a cucinare in 60 ricette Copertina rigida – 19 set 2012

3.8 su 5 stelle 134 recensioni clienti

Visualizza tutti i formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
Copertina rigida
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 13,52
EUR 7,15
Nota: Questo articolo può essere consegnato in un punto di ritiro. Dettagli
Ritira il tuo ordine dove e quando preferisci.
  • Scegli tra gli oltre 8.500 punti di ritiro in Italia
  • I clienti Prime beneficiano di consegne illimitate presso i punti di ritiro senza costi aggiuntivi
Come inviare un ordine presso un punto di ritiro Amazon.
  1. Trova il tuo punto di ritiro preferito ed aggiungilo alla tua rubrica degli indirizzi
  2. Indica il punto di ritiro in cui vuoi ricevere il tuo ordine nella pagina di conferma d’ordine
Maggiori informazioni
click to open popover

Spesso comprati insieme

  • Se vuoi fare il figo usa lo scalogno. Dalla pratica alla grammatica: imparare a cucinare in 60 ricette
  • +
  • Dire, fare, brasare. In 11 lezioni e 40 ricette tutte le tecniche per superarsi in cucina
Prezzo totale: EUR 27,88
Acquista tutti gli articoli selezionati

Descrizione prodotto

Recensione

Ci sono cucine in cui si può gironzolare senza troppi convenevoli, curiosando fra le pentole che borbottano, sollevando coperchi per acchiappare al volo un profumo, o addirittura azzardando una furtiva scarpetta nel ragù lasciato a pappuliare, come dicono i napoletani. Sono le cucine di tante mamme e nonne dei nostri ricordi, quei templi della buona tavola dai quali gli uomini erano banditi (se non per aprire i barattoli più ostinati), ma nei quali i bambini erano ben accolti in veste di piccoli aiutanti e assaggiatori ufficiali. Ecco, dimenticatevi tutte queste immagini da tranquillo pranzo domenicale della vostra infanzia, perché la cucina di cui si parla in questo libro non ammette imperfezioni né tantomeno intrusi e perditempo. Eppure lo chef in questione – Carlo Cracco, due stelle Michelin e una crescente notorietà televisiva – racconta che in quelle cucine casalinghe ci è nato e cresciuto, salvo poi ritrovarsi discepolo di alcuni dei più grandi cuochi al mondo: da Gualtiero Marchesi ad Alain Ducasse. Se vuoi fare il figo usa lo scalogno, nonostante il suo titolo scanzonato e l’approccio divulgativo, è infatti una lettura sorprendentemente seria. Lo dimostra il fatto che in quasi 250 pagine siano presentate appena 60 ricette, suddivise in antipasti, primi, secondi, contorni e dolci. Come mai? La risposta è semplicissima. Ogni ricetta è accompagnata non solo da una personale riflessione introduttiva legata alla natura del piatto, ma anche da una vera e propria lezione sui fondamenti della cucina italiana: la cottura della pasta, i brodi, la mondatura delle verdure, la marinatura eccetera. Si parte – serve dirlo? – dagli spaghetti al pomodoro, che diventano il pretesto per un approfondimento sulle varietà dei pomodori e sul loro impiego, seguito da un consiglio dello chef per rendere unico anche il più bistrattato dei piatti nostrani. A differenza dei tantissimi libri di cucina presenti in libreria, quello di Cracco non è un testo di consultazione da aprire come capita per trovare novità con cui stupire i vostri ospiti: è un manuale di cucina nel quale lo chef, senza mai essere troppo serioso, ci guida in un percorso di progressivo perfezionamento che va dai bucatini all’amatriciana al rombo in crosta di cacao. Le ricette di Cracco richiedono applicazione e non di rado esigono degli ingredienti che non sono esattamente dei must delle dispense italiane. Tuttavia, con un po’ di pazienza e seguendo alla lettera le istruzioni dello chef, anche voi riuscirete a padroneggiare i classici della cucina italiana, magari aggiornandoli con un vostro tocco personale.

recensione di "www.bookdetector.com"

Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.



Dettagli prodotto

  • Copertina rigida: 249 pagine
  • Editore: Rizzoli (19 settembre 2012)
  • Collana: Cucina
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8817059145
  • ISBN-13: 978-8817059145
  • Peso di spedizione: 558 g
  • Media recensioni: 3.8 su 5 stelle  Visualizza tutte le recensioni (134 recensioni clienti)
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 30.993 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)
  • Garanzia e recesso: Se vuoi restituire un prodotto entro 30 giorni dal ricevimento perché hai cambiato idea, consulta la nostra pagina d'aiuto sul Diritto di Recesso. Se hai ricevuto un prodotto difettoso o danneggiato consulta la nostra pagina d'aiuto sulla Garanzia Legale. Per informazioni specifiche sugli acquisti effettuati su Marketplace consultaMaggiori informazioni la nostra pagina d'aiuto su Resi e rimborsi per articoli Marketplace.


Recensioni clienti

Principali recensioni dei clienti

Di Verodf77 il 27 gennaio 2013
Formato: Copertina rigida
La parola chiave per questo libro e' deludente.
Si perché da Cracco
, soprattutto dopo il boom di Masterchef, ci si aspetta molto di più .
Ricette straviste e un po' noiose, qualche novità ma decisamente un libro banale per chi ne ha già alcuni di chef più o meno famosi.
Interessanti i consigli dello chef ma messi in riquadri qua e la durante la descrizione della ricetta , risultano dispersivi .
Poche fotografie e brutte! Non mi sono piaciuti nemmeno gli impiattamenti proposti nelle poche immagini presenti.
Economico si...ma anche di poco valore ! Se Voleva essere in libro low cost , lo è stato in tutti i sensi.
Se ne vuoi pubblicare un altro , caro Cracco, acquista quello del collega Gordon R. È lucidati gli occhi: c'è' molto da imparare su stile spiegazioni e immagine!
Commento 15 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina rigida
Il titolo è ingannevole, non è un libro per aiutare i fighetti a preparare una cena espressa per una conquista serale, ma una interessante panoramica che però suscita alcune perplessità: il libro è stato scritto sbobinando un'intervista??? Siamo proprio sicuri che Cracco avrebbe scritto in continuazione cose tipo "una roba pazzesca"? Ancora: condivido al 100% la sperimentazione sui tagli poveri del maiale, ma allora che ci fa buttata lì senza connessione col resto la ricetta dell'arista di maiale al latte??? Incongruenze come queste fanno pensare a un prodotto raffazzonato in tempo per Natale... Cracco tradisce le promesse perchè propone con scarsa convinzione i classicissimi, mentre ricette di sua creazione rivelano un' anima di sperimentatore che si percepisce come più autentica; inoltre, forse, una persona di natura riservata come lui sembra essere non avrebbe dovuto cimentarsi coi racconti di ricordi, dei quali è piuttosto avaro, facendoci rimpiangere Antony Bourdain.
Commento 32 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
Concordo con diverse delle recensioni poco positive a proposito di questo libro. Vediamo se riesco a riassumere tutto:

-nessuna foto (se si escludono quelle 4 foto striminzite che non aiutano e dicono nulla alla fine dei capitoli quasi a chiudere la lezione e passare a quella successiva)
-ricette alle volte assurdamente lunghe per risultati tutto sommato piuttosto standard (tipo la gelatina di pomodoro al posto del pomodoro nella Caprese)
-alcuni passi non spiegati bene (a proposito del burro chiarificato, dice di scolarlo... EH?! La pasta *che é solida* si scola dall'acqua *che é liquida*, le due fasi del burro sono entrambe liquide!!! Va invece fatto raffreddare e tolta la parte sopra con un cucchiaio)
-alcuni passi davvero ridicoli tipo quando dice di prendere i tuorli con le dita e separarli dal bianco (direi che al 95% si rompono...) quando c'é l'apposito attrezzo per separare bianchi e rossi o il vecchio metodo di rompere l'uovo e passare il rosso da un guscio all'altro...)
-taiarin con 36 rossi d'uovo? Va bene. Ma poi consigli pure di metterli su una base di fonduta valdostana fatta con altri due rossi d'uovo?! Oooooh ma quante uova mi fai mangiare?!
-dolci praticamente assenti e quei pochi presenti sono davvero banali
-uso troppo esteso della gelatina. Lui "fa tanto il figo" (espressione che abbonda nel libro) che bisogna usare prodotti naturali, freschi e blah blah. Poi questi stessi prodotti vengono completamente cambiati nella loro struttura con la gelatina o l'agar agar. Personalmente, non mi sembra una buona idea...
-Per la fonduta di Parmigiano suggerisce di far bollire 500 grammi di COSTOSO PARMIGIANO in un litro di acqua, scolare e aggiungere agar agar!! Per un amante di formaggi come me é stato uno shock!!!
Ulteriori informazioni ›
Commento 24 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina rigida Acquisto verificato
Premesso che non mi aspettavo di certo che uno chef di tale fama potesse svelare dei veri"trucchi dello chef",dopo averlo letto con attenzione,mi pongo la domanda se l'autore sia effettivamente CRACCO...Il libro è l'ennesimo ricettario scritto forse con un pò di fantasia in più,ma sicuramente con alcuni errori (dovuti a sbagli di stampa?)Può forse una base di crostata cuocere in 10 minuti?possono i tuorli essere montati "a neve"così,da soli senza zucchero...e diventare appunto neve?si parla di dolci(che evidentemente a Cracco interessano poco)e viene suggerito l'uso dell'orrida Vanillina?Ma x favore,lasciamola usare alla Parodi!Se,oltre all'ovvio scalogno,fa "figo"pure frullare i fagioli con il minipimer anzichè usare il passaverdure(x trattenere le buccie)beh,allora ogni banalissima persona che ama cucinare,non lo è davvero.Ci sono comunque dei suggerimenti e delle idee molto utili,come la vera salsa tonnata piuttosto che l'aggiunta dei semi di basilico nel sugo al pomodoro....Dato il prezzo contenuto,è di sicuro un libro (in più) da avere.Forse una simile "star"avrebbe potuto trovare il tempo di rileggere il testo prima di pubblicarlo con la sua firma.
Commento 89 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle Acquisto verificato
Libro molto piacevole da leggere e da consultare. Collaudata la ricetta della Crostata al Limone": ECCEZIONALE !!! Le altre per adesso non le abbiamo collaudate ma se il risultato è simile alla crostata .... non vedo l'ora !
Commento 3 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti


Ricerca articoli simili per categoria