Non è necessario possedere un dispositivo Kindle. Scarica una delle app Kindle gratuite per iniziare a leggere i libri Kindle sul tuo smartphone, tablet e computer.

  • Apple
  • Android
  • Windows Phone
  • Android

Per scaricare una app gratuita, inserisci il numero di cellulare.

Prezzo Kindle: EUR 4,54
include IVA (dove applicabile)

Queste promozioni verranno applicate al seguente articolo:

Alcune promozioni sono cumulabili; altre non possono essere unite con ulteriori promozioni. Per maggiori dettagli, vai ai Termini & Condizioni delle specifiche promozioni.

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

Invia a Kindle o a un altro dispositivo

ŠRDN - Dal Bronzo e dalla Tenebra di [Atzori, Andrea]
Annuncio applicazione Kindle

ŠRDN - Dal Bronzo e dalla Tenebra Formato Kindle

4.9 su 5 stelle 15 recensioni clienti

Visualizza tutti i 2 formati e le edizioni Nascondi altri formati ed edizioni
Prezzo Amazon
Nuovo a partire da Usato da
Formato Kindle
"Ti preghiamo di riprovare"
EUR 4,54

Lunghezza: 172 pagine

Descrizione prodotto

Sinossi

Età del Bronzo. Il bacino del Mediterraneo è un crogiuolo di civiltà, dèi, culture, traffici e battaglie, e dai lidi di S’ard, l’isola tempio, gli Shardan, il Popolo del Mare, veleggiano su navi da guerra per sfidare i propri nemici in onore del Dio Maimon. Sono in Egitto, nel 1278 a.C., pronti a piegare il delta del Nilo e a conquistare la Terra dei Faraoni. Ma non riusciranno mai nell'impresa: a un passo dalla vittoria si fermeranno all'improvviso, torneranno sulla loro isola, e il loro nome sprofonderà nella tenebra e verrà dimenticato dalla Storia. Qui si narra che cosa accadde.

Dalla quarta di copertina

Età del Bronzo. Il bacino del Mediterraneo è un crogiuolo di civiltà, dèi, culture, traffici e battaglie, e dai lidi di S’ard, l’isola tempio, gli Shardan, il Popolo del Mare, veleggiano su navi da guerra per sfidare i propri nemici in onore del Dio Maimon. Sono in Egitto, nel 1278 a.C., pronti a piegare il delta del Nilo e a conquistare la Terra dei Faraoni. Ma non riusciranno mai nell'impresa: a un passo dalla vittoria si fermeranno all'improvviso, torneranno sulla loro isola, e il loro nome sprofonderà nella tenebra e verrà dimenticato dalla Storia. Qui si narra che cosa accadde.

Dettagli prodotto

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 409 KB
  • Lunghezza stampa: 172
  • Utilizzo simultaneo di dispositivi: illimitato
  • Editore: Acheron Books (11 gennaio 2017)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B01N10I4ST
  • Word Wise: Non abilitato
  • Miglioramenti tipografici: Non abilitato
  • Media recensioni: 4.9 su 5 stelle 15 recensioni clienti
  • Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #119.441 a pagamento nel Kindle Store (Visualizza i Top 100 a pagamento nella categoria Kindle Store)
  • Hai trovato questo prodotto a un prezzo più basso?

Recensioni clienti

4.9 su 5 stelle
5 stelle
14
4 stelle
1
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stella
0
Vedi tutte le 15 recensioni cliente
Condividi la tua opinione con altri clienti

Principali recensioni dei clienti

Formato: Copertina flessibile Acquisto verificato
Questa è la vera storia di un romanzo irrequieto, dal titolo impronunciabile: l'autore ha investito poco nelle vocali e ha una forte predilizione per i suoni gutturali. Non mi credete?
NUR-HAG!
Un libro arrivato in fretta (grazie sig. Amazon!), letto ancora più in fretta (divorato in poco più di un'ora, con una voracità che non provavo dai tempi di Red Seas Under Red Skies di Lynch), e destinato infine a placarsi (speravo) nella mia biblioteca personale. Ma si tratta di un libro esuberante, che non pothe reposare, un libro che ama farsi sentire ...
NUR-HAG!
Sto invecchiando, sono a quota 1000+, per ricordare l'esatta posizione di ogni titolo sono stato costretto a mettere a punto un sistema d'archiviazione (insensato per chiunque altro) che associa genere, autore, mood, formato del volume, casa editrice e periodo d'acquisto, a volte anche altre cose, tipo aroma, colore ... e, in questo caso, rumore:
NUR-HAG!
SRDN aveva un posto prenotato da tempo, vicino alla serie della Terra di Nurak (stesso autore, Atzori).
E' rimasto sullo scaffale per qualche minuto, mentre svuotavo la valigia, ma ho notato che pareva fuori luogo; dopo qualche attimo di riflessione, l'ho spostato vicino alla copia in lingua originale del fumetto 300 (Miller); i due si sono scrutati in silenzio per un pò, poi ho iniziato a sentire le voci: Molon Labe! Deus Bos Bardet! ... cose da NON urlare in autobus, per intenderci ... cose da scrivere su una T-shirt, forse ... cose tipo:
NUR-HAG!
Ulteriori informazioni ›
Commento 2 persone l'hanno trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
Simboli di tradizione assurgono a demoni distruttori. Una terra aspra che tanto dá ma altrettanto prende. Luoghi e fondali familiari si distorcono nell'ottica fantasy cupa dell'autore, mentre sullo sfondo una battaglia per la sopravvivenza di una civiltà, anzi; della culla della civiltà, decima popolazioni con la furia cieca che solo ciò che non è di questo mondo può avere.
Un fantasy cupo, possente, dove una densa nebbia composta in egual misura di destino e di epicitá vi terrà incollati alla pagina e ai racconti di Atzori, questa volta duri e pesanti come una serie di pugni ben assestati al fegato.
Commento Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Formato Kindle
In questo caso il libro è ambientato nella Sardegna, ovvero dove abito io e sono così felice di aver potuto leggere un bel fantasy storico sardo. Inoltre sono ancora più felice perché studiando al Dipartimento di Storia in ambito archeologico ho potuto scoprire come la fantasia e la storia si intrecciano in un modo così perfetto. Non voglio parlare della trama del libro perché rovinerei la sorpresa e non voglio farlo. Parlerò in generale di questo libro partendo dal fatto che vi sono tantissimi richiami della cultura sarda che si susseguono nel corso di questa storia epica. Tutti i personaggi che incontreremo sono ben caratterizzati e nessun dettaglio è messo a caso anzi tutto combacia alla perfezione e sembra quasi che si è lì insieme a loro in questo ambiente un po’ forte, scuro e crudo rispetto ad altri fantasy. Una storia bella e potente che vi terrà con il fiato sospeso pagina per pagina e non avrete più voglia di lasciar andare. La storia della civiltà che lotta per sopravvivere e che trascinerà il lettore dentro di sé, senza lasciarlo andare e che vivrà le avventure come se fosse il protagonista. Per concludere vorrei dire semplicemente che l’ho letto in due giorni senza riuscire a fermarmi e poi l’ho riletto nuovamente perché non volevo abbandonare questo libro. Sono venuta alla conclusione che leggerò altri libri di Andrea Atzori perché è veramente un bravissimo scrittore.

Voto: 10/10

Tempo Lettura: 2-3 giorni ( dipende da quanto vi prende. Inoltre mi son dimenticata di dirvi che è abbastanza scorrevole anche se in parti un po’ crudo)

Lettura : Scorrevole
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso
Formato: Copertina flessibile
ho sempre pensato che la protostoria sarda avesse un contributo enorme da dare all'immaginario fantasy, se messa nelle mani giuste e quelle di Andrea Atzori lo sono.
Innumerevoli i richiami alla tradizione e alla cultura sarda, incastonati con cura all'interno di una storia ben costruita e che riesce a coinvolgere emotivamente e a trascinare con violenza il lettore fino all'epilogo.
Ma classificare questo romanzo come un "fantasy sardo" sarebbe in un certo modo sminuirne il valore, si tratta in primo luogo di un libro ben scritto, di un fantasy dalle tinte fosche a cui la sardegna fa solo da cornice, una cornice di pietra grezza macchiata di sangue rappreso, ma pur sempre una cornice.
L'autore si allontana dalle atmosfere oniriche e fiabesche di Iskida della Terra di Nurak e dipinge, anzi scolpisce nel granito, l'immagine di un'isola e dei suoi abitanti guerrieri condannati da un fato oscuro e brutale a scomparire dalla storia.
Commento Una persona l'ha trovato utile. Questa recensione ti è stata utile? No Invio feedback...
Grazie del feedback.
Spiacenti, non siamo stati in grado di registrare il voto. Provare di nuovo.
Segnala un abuso

Le più recenti tra le recensioni dei clienti

click to open popover